Image
Gruppo studenti
ECONOMIA AZIENDALE
Classe delle lauree in Scienze dell'economia e della gestione aziendale
3 anni
MESSINA
Libero
ITALIANO

INFO CORSO

Struttura afferente:
Economia
Coordina:
CARLO VERMIGLIO
CFU:
180
Codice identificativo:
1290

Il piano degli studi

Anno di corso: 1
Obbligatori
Anno di corso: 2
Obbligatori
A SCELTA DA ALTRI CORSI DI LAUREA (fra 0.5 e 12 CFU)
Anno di corso: 3
Obbligatori
STAGE E TIROCINI (fra 0.5 e 4 CFU)

Requisiti di ammissione

Titoli opzionali (a scelta tra i seguenti):
  • [TSS] - Titolo di Scuola Superiore
  • [TS] - Titolo straniero

Obiettivi formativi

Status professionale conferito dal titolo.

Esperto contabile/Consulente aziendale Con riferimento agli sbocchi professionali previsti per i quali il CdS fornisce una preparazione utilizzabile nei primi anni di impiego nel mondo del lavoro, nell'ambito delle attività professionali contabili il laureato in Economia aziendale che non vorrà svolgere l'attività di lavoro autonomo potrà trovare impiego negli studi commerciali e di consulenza aziendale e nelle società di revisione. Figure manageriali in varie funzioni aziendali (amministrazione, controllo di gestione, finanza e controllo finanziario) Responsabile delle funzioni amministrativo-contabile, finanziaria e di controllo di gestione nelle aziende private e pubbliche Impiegato in ambiti amministrativo, contabile e in altri ambiti in aziende private e pubbliche Imprese dei settori privati, pubblici e del non profit

Caratteristiche prova finale.

La prova finale consiste nella presentazione di un elaborato ad una apposita commissione. La consistenza dell'attività ad essa riconducibile potrà essere incrementata anche attraverso l'integrazione con attività di tirocinio o con moduli di attività formative che possano essere propedeutiche alla stesura ed alla discussione del suddetto elaborato. L'elaborato dovrà essere redatto sotto la supervisione di un docente del corso di laurea con riferimento ad una disciplina presente nel regolamento. La discussione dell'elaborato di fronte alla commissione dovrà essere svolta in modo tale da permettere a quest'ultima di esprimere, alla luce degli obiettivi formativi propri del corso di laurea, anche una valutazione sul complessivo patrimonio di competenze raggiunto dal candidato.

Conoscenze richieste per l'accesso.

Per essere ammessi al Corso di laurea è necessario il possesso di Diploma di scuola media superiore di durata quinquennale o altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo, o di Diploma di scuola media superiore di durata quadriennale e del relativo anno integrativo. Per l'accesso al corso di laurea si richiedono, altresì, conoscenze di base in campo matematico, un sufficiente grado di abilità logico-matematiche e familiarità con gli strumenti informatici di uso comune. Tenuto conto dei caratteri del corso, è auspicabile l'attitudine ad assumere iniziative, la sistematicità, la capacità di argomentare e l'orientamento alla soluzione dei problemi. Per le modalità di verifica di tali conoscenze, obbligatorie in base al DM 270/04, si rimanda al regolamento didattico del corso di studio, nel quale saranno altresì indicati gli obblighi formativi aggiuntivi previsti nel caso in cui la verifica non sia positiva.

Titolo di studio rilasciato.

Laurea in ECONOMIA AZIENDALE

Obiettivi formativi specifici.

Il corso di laurea in Economia aziendale si prefigge i seguenti obiettivi: - formare esperti nel settore contabile, capaci di affrontare le problematiche delle determinazioni quantitative aziendali connesse alla comunicazione economico-finanziaria delle aziende e al funzionamento dei sistemi di pianificazione e controllo; - promuovere l'acquisizione di solide conoscenze di base per affrontare proficuamente il percorso di accesso alla professione di esperto contabile (previo superamento del relativo esame di stato) e per ricoprire ruoli di responsabilità all'interno delle aziende, in particolare nelle aree aziendali della contabilità, dell'amministrazione, del controllo gestionale e della finanza; - formare figure professionali dotate di un ampio bagaglio culturale di tipo economico-aziendale, essenziale per operare nelle aziende e nelle professioni in un contesto quale quello attuale, caratterizzato da forte dinamismo ambientale e da intense pressioni competitive; - coniugare solide competenze professionali di base ad un innovativo approccio interdisciplinare per lo studio della struttura e dei meccanismi di funzionamento delle aziende; - sviluppare una formazione economica ampia, interdisciplinare e rigorosa, capace di integrare le discipline aziendali con quelle economiche, con i metodi quantitativi e il diritto. Tale integrazione, nel caso del corso di economia aziendale, punta a far comprendere compiutamente ai laureati le logiche di funzionamento e le finalità dei sistemi informativi aziendali, nelle loro connessioni con i sistemi decisionali e di valutazione dei risultati, e a saper affrontare le più importanti problematiche amministrative delle aziende private e pubbliche. In sintesi, quindi, il Corso di Laurea in Economia Aziendale ha l'obiettivo di formare laureati in grado di intraprendere la carriera di esperto contabile/consulente aziendale o di funzionario nell'area dell'amministrazione, del controllo di gestione e della finanza in aziende pubbliche e private. Gli obiettivi formativi di cui sopra saranno realizzati nel rispetto delle due fondamentali seguenti condizioni: 1) garantire ai laureati un livello di professionalità coerente con le necessità emergenti dal mondo del lavoro; 2) erogare le attività formative con un efficace rapporto quali-quantitativo studente/docente, che favorisca l'efficace svolgimento del percorso di studio anche per quanto riguarda i tempi di completamento (giovane età dei laureati). STRUTTURA DEL PERCORSO DI STUDI La realizzazione degli obiettivi formativi del corso richiede l'acquisizione, da parte dei laureati, di metodiche interdisciplinari di analisi e d'interpretazione critica delle strutture, dei processi e delle dinamiche aziendali. In relazione agli obiettivi formativi perseguiti, dopo aver fornito le necessarie conoscenze di base negli ambiti aziendale, giuridico, economico e matematico-statistico, il percorso formativo prepara lo studente ad affrontare in modo analitico tutte le problematiche aziendali, dando particolare rilievo, nell'ottica decisionale e del controllo, all'attività di rilevazione contabile, alle scelte finanziarie, ai processi di controllo e ai connessi processi di valutazione delle performance aziendali. Più in particolare, secondo quanto analiticamente previsto dal manifesto degli studi, per la realizzazione di tali obiettivi vengono, anzitutto, fornite allo studente le indispensabili conoscenze fondamentali delle aree economico-aziendale, economica, giuridica e matematico-statistica (economia aziendale, contabilità e bilancio, microeconomia, matematica per l'azienda, economia e gestione delle imprese, diritto privato). A questi insegnamenti, durante il percorso di studi, si aggiungono ulteriori discipline orientate allo sviluppo di competenze riconducibili alle differenti aree funzionali aziendali (programmazione e controllo, marketing, analisi finanziaria) e a particolari classi di aziende (economie delle aziende pubbliche). Gli altri insegnamenti del corso di studio appartengono all'ambito aziendale (tecnologia e qualità), giuridico (diritto pubblico, diritto tributario, diritto commerciale), economico (macroeconomia, storia economica) e matematico-statistico (statistica), e puntano a fornire gli strumenti analitici e le ulteriori competenze professionali richieste per gli sbocchi professionali del corso. Al fine di garantire un'adeguata formazione professionalizzante del percorso di studi in "Economia aziendale", si è rispettata una prevalente attribuzione dei crediti formativi all'area economico-aziendale (64 CFU), mentre per le altre tre principali macro-aree stata effettuata una ripartizione tendenzialmente equilibrata, ovvero: 32 CFU all'area economica, 24 CFU all'area matematico-statistica e 32 CFU all'area giuridica. I restanti 28 CFU sono stati riservati ad altre conoscenze. VARIAZIONI DEI PERCORSI DI STUDIO IN FUNZIONE DEGLI ORIENTAMENTI CHE LO STUDENTE HA A DISPOSIZIONE Il percorso consente agli studenti, in funzione dei propri orientamenti, di prevedere delle variazioni scegliendo autonomamente 12 CFU da sostenere come materie a scelta. Al fine di indirizzare la scelta degli studenti, è stato predisposto un elenco di discipline che approfondiscono ulteriori tematiche di interesse nell'ambito dell'economia aziendale, contribuendo ad arricchire il bagaglio culturale e di competenze che caratterizza i profili professionali in uscita dal corso.

Descrittori di Dublino: I - Conoscenza e capacità di comprensione

Al termine del percorso di studi, i laureati avranno acquisito solide basi teoriche e concettuali nei principali campi disciplinari inerenti le problematiche dell'amministrazione e del controllo delle aziende private e pubbliche, oltre che la padronanza degli strumenti operativi essenziali nel campo della gestione aziendale. Tali conoscenze permetteranno d'inserirsi direttamente nel mondo del lavoro (in aziende operanti nel settore privato, nel settore pubblico e aziende del non-profit; studi professionali, studi di consulenza, ecc.). I laureati del Corso di Laurea in Economia aziendale acquisiscono anche conoscenze e capacità di comprensione in una serie di aree specifiche degli studi economici. Gli studenti che si laureano al Corso acquisiscono inoltre conoscenze e sviluppano capacità di comprensione della legislazione che investe le aziende private e pubbliche Infine i laureati di tale corso acquisiscono conoscenze e sviluppano capacità di comprensione degli strumenti matematici e statistici di base a supporto dell'analisi quantitativa dei fenomeni aziendali ed economici e aziendali. Le modalità a cui si farà ricorso per il trasferimento e l'acquisizione delle conoscenze e capacità sono: lezioni frontali e partecipate, seminari, testimonianze e discussione di casi studio. La verifica dei risultati dell'apprendimento, conoscenze e capacità avviene tramite: test, questionari, esercizi da svolgere, relazioni individuali o di gruppo e prove finali d'esame espresse in trentesimi.

II - Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Al termine del percorso di studi, i laureati avranno acquisito solide basi teoriche e concettuali nei principali campi disciplinari inerenti le problematiche dell'amministrazione e del controllo delle aziende private e pubbliche, oltre che la padronanza degli strumenti operativi essenziali nel campo della gestione aziendale. Tali conoscenze permetteranno d'inserirsi direttamente nel mondo del lavoro (in aziende operanti nel settore privato, nel settore pubblico e aziende del non-profit; studi professionali, studi di consulenza, ecc.) E' possibile, inoltre, accedere alle Lauree Magistrali dell'area economico-aziendale. I laureati del Corso di Laurea in Economia aziendale acquisiscono anche conoscenze e capacità di comprensione in una serie di aree specifiche degli studi economici. Durante il corso di studio acquisiscono inoltre conoscenze e sviluppano capacità di comprensione della legislazione che investe le aziende private e pubbliche Infine i laureati di tale corso acquisiscono conoscenze e sviluppano capacità di comprensione degli strumenti matematici e statistici di base a supporto dell'analisi quantitativa dei fenomeni aziendali ed economici e aziendali. I laureati possiederanno strumenti analitici e sistemici per l'applicazione delle conoscenze acquisite e avranno attinto ad un'adeguata capacità d'interpretazione dei fenomeni aziendali, d'individuazione delle problematiche rilevanti e di proposta di idonee soluzioni. Inoltre, le conoscenze teoriche e pratiche acquisite con gli studi di area economica permetteranno allo studente di analizzare e comprendere i temi chiave dell'economia e le scelte di politica economica. Le conoscenze acquisite in campo giuridico permetteranno allo studente di: - affrontare i temi chiave della regolamentazione giuridica delle aziende private e pubbliche; - comprendere il linguaggio tecnico-giuridico tipico dell'area commerciale e tributaria. Le modalità a cui si farà ricorso per favorire l'applicazione delle conoscenze e delle capacità acquisite sono: gruppi di studio e di lavoro, esercitazioni pratiche e attività di stage. La verifica dei risultati avviene tramite: relazioni individuali o di gruppo, sviluppo di progetti e, infine, la preparazione della relazione finale di laurea.

III - Autonomia di giudizio

I laureati dovranno essere in grado di applicare efficacemente strumenti di analisi quali-quantitativa che consentano loro di trattare adeguatamente dati economici, sociali ed aziendali, utili a sostenere la formulazione di propri giudizi. I laureati dovranno inoltre essere in grado di esprimere convinzioni ed opinioni in modo personale attraverso un processo di autonoma riflessione su dati ed informazioni raccolti, su temi tipici del campo di studi delle scienze economico aziendali ed, in generale, dei fenomeni sociali, etici e scientifici connessi alle attività economiche. Tali risultati saranno conseguiti attraverso l'utilizzo combinato di più strumenti didattici quali discussione di casi di studio, esercitazioni e project work. La verifica dell'acquisizione dell'autonomia di giudizio avviene tramite la valutazione del grado di autonomia e capacità di lavorare, anche in gruppo, durante il tirocinio e l'attività assegnata in preparazione della prova finale.

IV - Abilità comunicative

I laureati: •saranno in grado di trasferire chiaramente, in maniera sintetica e coerente ad interlocutori culturalmente e cognitivamente differenziati dati, informazioni, pensieri e concetti anche complessi relativi ad una teoria, una situazione concreta, un problema tecnico; •avranno acquisito solide competenze e strumentazioni per la gestione dei processi informativi e di comunicazione. Inoltre, avranno sviluppato l'ascolto attivo, nonché un'adeguata capacià di comprensione e riconoscimento del significato dei concetti espressi da altri interlocutori e del "non verbale" all'interno dei contesti nei quali le relazioni sociali si sviluppano. •dovranno avere consolidato le abilità linguistiche in ambiti locali ed internazionali anche attraverso periodi di studio e soggiorno all'estero attraverso gli strumenti di mobilità studentesca. Di fondamentale importanza si ritengono le capacità comportamentali e relazionali volte al lavoro di squadra ed al confronto cooperativo con persone di culture diverse. Tali risultati saranno conseguiti oltre che in occasione dello svolgimento dell'eventuale tirocinio-stage e tramite l'attività svolta dallo studente per la preparazione della prova finale, attraverso l'utilizzazione combinata di più strumenti didattici, quali lavori di gruppo, presentazione in aula di project work e casi di studio condotti presso imprese ed organizzazioni del territorio. La verifica sarà realizzata attraverso prove orali. Il laureato dovrà altresì avere una apprezzabile conoscenza di base della lingua inglese con padronanza del linguaggio specialistico relativo alle materie economiche. La relativa verifica è affidata a una prova di lingua inglese.

Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione.

ITALIANO

V - Capacità di apprendimento

Il laureato dovrà essere in grado di attivare processi motivazionali finalizzati ad ampliare ed approfondire il livello e la varietà delle conoscenze possedute. Dovrà essere in grado di dimostrare curiosità intellettiva, desiderio di conoscere, capacità di ricerca di informazioni e dati al fine di costruire propri modelli di gestione della conoscenza utili ai processi di autosviluppo professionale (formazione permanente) ed anche necessari ad intraprendere con successo ulteriori studi. Tali risultati sono conseguiti nel percorso di studio nel suo complesso, con riguardo in particolare allo studio individuale previsto, alla preparazione di progetti individuali, all'attività svolta per la preparazione della prova finale,attraverso l'utilizzo combinato di più strumenti didattici quali lezioni frontali e casi di studio di natura interdisciplinare. La capacità di apprendimento viene valutata attraverso forme di verifica continua durante le attività formative, richiedendo la presentazione di dati reperiti autonomamente, e mediante la valutazione della capacità di auto-apprendimento maturata durante lo svolgimento dell'attività relativa alla prova finale

Competenze associate alla funzione.

Esperto contabile/Consulente aziendale Il laureato triennale in economia aziendale, per quanto riguarda le competenze associate alle funzioni del consulente operante nel campo delle professioni contabili, è in grado di affrontare e risolvere le principali problematiche di contabilità, amministrazione e fiscali, nonché quelle di pianificazione e controllo direzionale e finanziario di aziende pubbliche e private. Figure manageriali in varie funzioni aziendali (amministrazione, controllo di gestione, finanza e controllo finanziario) I laureati triennali in economia aziendale conoscono le logiche di funzionamento e le finalità dei sistemi informativi aziendali, nelle loro connessioni con i sistemi decisionali e di valutazione dei risultati, e sanno affrontare le più importanti problematiche amministrative, contabili e di pianificazione e controllo delle aziende private e pubbliche. Impiegato in ambiti amministrativo, contabile e in altri ambiti in aziende private e pubbliche Attività di lavoro dipendente, in ambito amministrativo e gestionale in piccole e medie imprese private, pubbliche e non profit.

Funzione in contesto di lavoro.

Esperto contabile/Consulente aziendale Il profilo professionale di un laureato del Corso di laurea in Economia aziendale trova piena corrispondenza in buona parte delle figure professionali operanti nel campo delle professioni contabili, e segnatamente nell'esercizio della professione di Esperto Contabile (fascia B dell’albo “Dottore commercialista ed Esperto Contabile”), secondo quanto previsto dalle norme che disciplinano l’accesso all'albo professionale (tirocinio e superamento dell’esame di stato). Le competenze acquisite con il percorso di laurea sono prevalentemente quelle fondamentali, generali e specifiche, per lo svolgimento delle professioni contabili, arricchite da una formazione interdisciplinare di ambito economico, giuridico e quantitativo. Figure manageriali in varie funzioni aziendali (amministrazione, controllo di gestione, finanza e controllo finanziario) I laureati triennali in economia aziendale possono operare con funzioni manageriali in molteplici funzioni aziendali: - le competenze in materia di contabilità generale e bilancio di esercizio, nonché quelle di tipo giuridico (anche con riferimento all'ordinamento tributario) consentono ai laureati triennali in economia aziendale di ricoprire, dopo le prime esperienze sul campo, il ruolo di responsabile della funzione "Amministrazione e contabilità" di aziende pubbliche e private; - le competenze in materia di programmazione e controllo, pianificazione strategica e di marketing, associate a quelle statistico-matematiche, consentono ai laureati triennali in economia aziendale di ricoprire, dopo le dovute esperienze sul campo, il ruolo di responsabile della funzione di programmazione e controllo di aziende pubbliche e private; - le competenze in materia di analisi finanziaria, associate a quelle statistico-matematiche ed economiche, dopo le dovute esperienze sul campo, consentono al laureati triennali in economia aziendae di ricoprire il ruolo di responsabile della funzione finanza di aziende pubbliche e private Impiegato in ambiti amministrativo, contabile e in altri ambiti in aziende private e pubbliche Ill laureato in Economia aziendale dispone di un ampio ventaglio di competenze economico-aziendali, giuridiche e matematico-statistiche, e quindi di un profilo che favorisce ampie possibilità di collocamento nelle piccole e medie aziende(siano esse private, pubbliche o non profit), nelle quali occorre disporre di figure in possesso di competenze amministrative e gestionali variegate e, quindi, utilizzabili per affrontare problematiche di natura varia.