Elettrorigenera Avviso 1.1.5

P.O. FESR SICILIA 2014/2020

Obiettivo Tematico 1 – Ricerca, Sviluppo Tecnologico e Innovazione - Obiettivo specifico 1.1 - Incremento dell’attività di innovazione delle imprese - Azione 1.1.5 - Sostegno all'avanzamento tecnologico delle imprese attraverso il finanziamento di linee pilota e azioni di validazione precoce dei prodotti e di dimostrazione su larga scala - D.D.G. N.1349/5 DEL 14 GIUGNO 2017

 

Logo POFESR2.jpg

   


Titolo: “Elettrolizzatori rigenerativi per la conversione e l’accumulo in idrogeno del surplus di energia elettrica da fonti rinnovabili ed efficiente riutilizzo dell’energia in applicazioni residenziali" (Elettrorigenera) - Progetto n. 08ME2899200216

AREA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE "Energia"

CUP G28I18000760007


Importo Progetto Contributo P.O. FESR su Totale Progetto Importo Progetto UniMe Contributo P.O. FESR su Quota UniMe
€ 2.361.797,40 € 1.838.742,29 € 152.974,41 € 152.974,41

Obiettivi del Progetto

L'obiettivo generale è di realizzare un sistema di accumulo di energia basato su un elettrolizzatore rigenerativo. Il sistema opererà in modo reversibile, integrando in un unico dispositivo due funzionalità: scissione dell'acqua per produrre idrogeno e riconversione dell'idrogeno in elettricità (All. G Fig. 1-3). Il dispositivo sarà disegnato per operare su scala distribuita e con reattività adeguata per assorbire le fluttuazioni tipiche di una fonte rinnovabile e stabilizzare la rete. Si tratta di un sistema elettrochimico a membrana polimerica avente la capacità di operare sia come cella a combustibile che come elettrolizzatore (All. G Fig. 4). Alimentato da una fonte di energia rinnovabile, dovrà sviluppare idrogeno e ossigeno i quali, una volta immagazzinati, saranno utilizzati all'occorrenza, in modalità fuel cell, per la produzione di energia elettrica. L'obiettivo specifico del progetto riguarda lo sviluppo, la progettazione e la realizzazione di un sistema combinato da 3 kW (potenza massima nominale) per la produzione elettrolitica di idrogeno utilizzando l'eccesso di energia che non può essere immessa in rete (All. G Fig. 5). La riconversione di idrogeno in elettricità potrà avvenire a seconda della richiesta con elevata reattività ed efficienza. L'impianto sarà dimensionato per ottenere una capacità di accumulo fino a 30 kWh con un serbatoio di circa 0.5 Nm3 di idrogeno pressurizzato (15 bar) per lavorare sul surplus di energia di un tipico impianto fotovoltaico residenziale. La reattività del sistema dovrà essere dell'ordine di pochi secondi (<2 s) e dovrà poter immagazzinare energia su una ampia scala temporale (> 12 h) operando con efficienza entalpica superiore all'80% per la produzione elettrolitica di idrogeno. Mentre nella modalità di rielettrificazione (fuel cell) dovrà poter garantire una efficienza superiore al 50% con efficienza complessiva power-to-power prossima al 40%.
Responsabile Scientifico UniMe Prof.ssa Salomone Roberta
Dipartimento UniMe Economia

Partner del Progetto

  1. Salupo S.a.s. –Innovation Technology  (Soggetto Capofila)
  2. Nibali S.p.A (Ragusa)
  3. ATS Solutions S.R.L. (Belpasso - CT)
  4. SAB Inventions S.R.L (Bronte - CT)
  5. M&A Smart Energy S.R.L. (Messina)
  6. Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-ITAE Messina)
  7. Università degli Studi di Messina

 

Durata Progetto Inizio Progetto Fine Progetto
30 mesi dicembre 2019  giugno 2022
 
  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti