Grazia Vera
Spagnolo
Email: 
grazia.spagnolo@unime.it

ALTRE INFORMAZIONI

SSD: L-ANT/07
Profilo: Professori Associati

CURRICULUM

Curriculum

  • Laurea in Lettere Classiche, Facoltà di Lettere e Filosofia, Università di Messina, 110/110 cum laude, tesi in Archeologia e Storia dell’Arte greca e romana dal titolo “Busti fittili femminili di età greca in Sicilia” (rel. prof. E. De Miro).
  • Diploma di Perfezionamento in Archeologia Classica, Università di Catania, 50/50 cum laude, tesi su “Le terrecotte figurate dai recenti scavi nell’area della vecchia stazione di Gela” (rel. prof. E. De Miro).
  • Dottorato in Archeologia e Storia dell’Arte greca e romana, VII ciclo, sede amministrativa Università di Messina, tesi su "Le anfore da trasporto di età arcaica e classica dagli scavi di Gela" (tutor prof. E. De Miro).
  • Post-Dottorato in Archeologia e Storia dell’Arte greca e romana, presso il Dipartimento di Scienze dell'Antichità dell'Università di Messina.
  • Dal 1999 ad oggi: Ricercatore Confermato di Archeologia Classica (L-ANT/07), Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne, Università di Messina.
  • 2013: Abilitazione Scientifica Nazionale per il ruolo di professore di seconda fascia.
 
INTERESSI SCIENTIFICI
  • Archeologia della Sicilia greca con un focus particolare sulla colonia rodio-cretese di Gela: l’impianto urbanistico e l’articolazione spaziale delle aree funzionali della polis (luoghi di culto, quartieri residenziali, aree produttive, etc.); definizione del perimetro urbano e localizzazione del porto attraverso indagini multidisciplinari finalizzate alla ricostruzione del paesaggio antico intorno alla città, con riferimento al percorso dei fiumi e alla presenza di paludi e laghetti costieri; revisione dei termini cronologici delle fasi di vita dell’insediamento, soprattutto tra il periodo classico e quello ellenistico, attraverso un approccio contestuale ed un riesame della datazione dei reperti ceramici provenienti dai vecchi scavi alla luce del progresso delle conoscenze.
  • Anfora da trasporto e commercio di merci e derrate nel bacino del Mediterraneo occidentale durante il periodo arcaico e classico: classificazione tipologica dei contenitori provenienti da alcune delle colonie greche di Sicilia, come Gela, Akragas, Zancle-Messana e Mylai; localizzazione e caratterizzazione delle fabbriche anche attraverso analisi archeometriche eseguite su campioni ceramici in collaborazione con il Dipartimento di Fisica dell’Università di Messina e il Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali dell’Università di Catania.
  • Coroplastica votiva e terrecotte architettoniche del periodo arcaico e classico provenienti dagli scavi di Gela: problemi di inquadramento cronologico dei tipi iconografici; ricostruzione dei sistemi produttivi dei manufatti attraverso un approccio multidisciplinare comprendente analisi archeometriche in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali dell’Università di Catania.
  • Identità culturale e rapporti tra Greci e popolazioni anelleniche nella chora di Gela: il caso dell’insediamento di Monte Saraceno nella media Valle del Salso.
  • Ricerche archeologiche e topografiche nella Valle d’Agrò, sul versante ionico della provincia di Messina, e in particolare nell’insediamento tardo-romano di Scifì, con la collaborazione del Dipartimento di Geoscienze dell’Università di Malta e l’IBAM-CNR di Lecce.
  • Reperti e contesti cultuali e funerari di Zancle-Messana e di Gela secondo la prospettiva di ricerca della cosiddetta gender archaeology.
 
ATTIVITÀ DIDATTICA UNIVERSITARIA
  • Dal 2008/2009 ad oggi – Insegnamento del modulo di Archeologia della Magna Grecia e della Sicilia all’interno dell’insegnamento di Archeologia e storia dell’arte greca, della Magna Grecia e della Sicilia, nel Corso di Laurea Magistrale in Archeologia del Mediterraneo dell’Università di Messina.
  • Dal 2012/2013 ad oggi – Insegnamento di Archeologia della Magna Grecia e della Sicilia nel Corso di Laurea triennale in Lettere, curriculum archeologico, dell’Università di Messina.
  • Dal 2001/2012 al 2011/2012 – Insegnamento di Archeologia della Magna Grecia e della Sicilia nel Corso di Laurea triennale in Beni Culturali, curriculum archeologico, dell’Università di Messina.
  • Dal 2008 al 2017 – Attività didattica come membro del Collegio dei docenti della Scuola di Dottorato in Scienze archeologiche e storiche dell’Università di Messina.
  • 2016 – Lezioni di Archeologia nell’ambito della Summer SchoolScienza e beni culturali: dall’analisi non invasiva alla ricostruzione 3D”, organizzata dalle Università di Messina e Malta.
  • 2009/2010 – Insegnamento di Archeologia e storia dell’arte greca nel Corso di Laurea triennale in Lettere, curriculum classico, dell’Università di Messina.
  • 2005/2006 - Insegnamento di un modulo di Archeologia e storia dell’arte greca nel Corso di Laurea triennale in Operatore dei Beni Culturali dell’Università di Messina.
  • 2003/2004 e 2005/2006 - Insegnamento dei moduli di Archeologia greca e di Archeologia romana nel Corso di Laurea triennale in Editoria e Giornalismo dell’Università di Messina.
  • 2001/2002, 2004/2005, 2006/2007, 2007/2008 – Insegnamenti di Archeologia Classica e di Metodologia della ricerca archeologica nel Corso di Laurea triennale in Storia dell’Università di Messina.
  • Da 1998/1999 al 2001/2002 – Insegnamento di un modulo di Archeologia e Storia dell’Arte greca e romana nel Corso di Laurea quadriennale in Lettere Classiche dell’Università di Messina.
 
ALTRE ATTIVITÀ DIDATTICHE
  • Dal 2009 al 2010 – Lezioni su Archeologia di Gela e del suo territorio nell’ambito del progetto “Scuola-Museo”, organizzato dal Museo Archeologico di Gela.
  • 2005 – Lezioni su Catalogazione dei Beni Culturali nell’ambito del Corso “Catalogazione e archiviazione dei beni culturali attraverso le moderne tecnologie informatiche”, finanziato dalla Regione Siciliana presso l’istituto di scuola superiore “IPIA Enrico Fermi” di Gela.
  • 2003/2004 – Lezioni su Archeologia e Storia dell’Arte greca e romana nell’ambito dei Corsi I.F.T.S. “Restauro e conservazione di reperti archeologici” e “Esperto nella promozione e valorizzazione del patrimonio etno-antropologico, genealogico e librario”, finanziati dalla Regione Siciliana presso l’istituto si scuola superiore “Tecnico Statale Commerciale Enrico Fermi” di Barcellona Pozzo di Gotto (provincia di Messina).
  • 2000 – Lezioni sui Beni monumentali siciliani nell’ambito del Corso di formazione professionale in “Metodologie per lo studio del degrado dei beni culturali”, organizzato dall’Assessorato Regionale del Lavoro presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Messina.
  • 1999 – Lezioni su Archeologia della Sicilia e della Calabria nell’ambito del Corso di formazione professionale “Tecnico del Turismo culturale e ambientale”, organizzato dal “Consorzio Universitario per la Formazione Professionale e Imprenditoria Giovanile” di Messina.
  • 1998/1999 – Servizio come docente titolare della cattedra di Storia dell’Arte presso il “Liceo Classico” di Mazzarino (provincia di Caltanissetta).
 
ATTIVITÀ PROFESSIONALI
  • Dal 2000 ad oggi – Membro del comitato di redazione della rivista scientifica “Quaderni di Archeologia. Università di Messina” del Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università di Messina.
  • 2016 – Membro del comitato organizzatore della Summer SchoolScienza e beni culturali: dall’analisi non invasiva alla ricostruzione 3D”, organizzata dalle Università di Messina e Malta.
  • Dal 2013 al 2015 – Direzione scientifica (cum aliis) degli scavi nell’area di Molino a Vento (acropoli) a Gela su concessione dell’Assessorato Regionale Beni Culturali e Ambientali e in collaborazione con il Museo Archeologico di Gela.
  • 2010 – Membro del Comitato scientifico del Master di secondo livello “Metodologie e tecnologie innovative per l’archeologia” dell’Università di Messina.
  • 2010 – Collaborazione con il Museo Archeologico di Gela per l’allestimento dell’Antiquarium of Butera (provincia di Caltanissetta).
  • 2007 – Progetto scientifico e allestimento (cum aliis) del Museo Archeologico Comunale “S. Lauricella” di Ravanusa (provincia di Agrigento).
  • 2003 – Direzione scientifica (cum aliis) dello scavo archeologico nel sito di Monte Saraceno di Ravanusa (provincia di Agrigento) in collaborazione con la Soprintendenza Beni Culturali di Agrigento.
  • 2001-2002 – Direzione scientifica dello scavo archeologico dell’insediamento di Scifì (provincia di Messina) in collaborazione con la Soprintendenza Beni Culturali di Messina.
  • Dal 1995 al 1998 – Servizio prestato come archeologa catalogatrice presso la Soprintendenza Beni Culturali di Messina (ex art. 111, L.R. 25/1993).
  • 1993 e 1994 – Collaborazione con il Museo Archeologico di Agrigento come consulente scientifico nell’ambito del progetto di inventariazione informatizzata dei reperti esposti al museo.
  • 1993 - Collaborazione con la Soprintendenza Beni Culturali di Agrigento per la ricognizione archeologica del settore orientale della provincia di Agrigento nell’ambito del “Progetto Emergenza” dell’Assessorato Regionale Beni Culturali e Ambientali.
  • 1993 - Collaborazione con la Soprintendenza Beni Culturali di Agrigento nella direzione scientifica dello scavo nell’area del cosiddetto “Ginnasio” di Agrigento.
  • 1992 - Collaborazione con la Soprintendenza Beni Culturali di Caltanissetta nella direzione scientifica dello scavo nell’insediamento di Monte Polizzello.
  • 1991 – Progetto scientifico e allestimento (cum aliis) della mostra "Beni Culturali in cantiere" dell’Assessorato Regionale Beni Culturali e Ambientali a Palermo.
  • 1990 – Collaborazione con il Museo Archeologico di Lipari come consulente scientifico per la catalogazione informatizzata nell’ambito del “Progetto di adeguamento tecnologico”.
  • 1990 – Collaborazione con la Soprintendenza Beni Culturali di Agrigento e Caltanissetta per la sistemazione dei magazzini del Museo Archeologico di Gela.
  • 1986, 1990 - Collaborazione con la Soprintendenza Beni Culturali di Agrigento e Caltanissetta per la catalogazione scientifica su modelli RA di 684 reperti esposti al Museo Archeologico di Gela.
  • 1989 – Partecipazione alla missione di scavo italiana dell’Università di Catania nel sito di Haghia Triada (Creta).
  • Dal 1987 al 1989 – Servizio come archeologa nel Progetto "Individuazione e catalogazione dei beni archeologici in sei comprensori della Calabria" del Ministero dei Beni Culturali (ex art. 15 L.41/86).
  • Dal 1984 al 1986 e 1991 - Collaborazione con la Soprintendenza Beni Culturali di Agrigento e Caltanissetta per la direzione scientifica delle seguenti campagne di scavo a Gela: a) abitato arcaico nell’area di Bosco Littorio (1985, 1987) e di Via Venezia (1991); abitato e impianti produttivi di età arcaica e classica nell’area della stazione vecchia (1984, 1985, 1987); case ellenistiche in via Meli (1986) e presso Villa Iacona (1986); necropoli di VI-V sec. a.C. in via Palazzi (1985).


PUBBLICAZIONI PIÙ RECENTI
  • G. Spagnolo, G. Barone, P. Mazzoleni, E. Aquilia, Le anfore da trasporto e la ceramica medio-grossolana di Gela in età greca: caratterizzazione e tecniche produttive, in C. Ingoglia (a cura di), Risorse ambientali e impianti produttivi a Gela nell'antichità: risultati di un progetto di ricerca congiunto, Bari, in corso di stampa.
  •  G. Spagnolo, La produzione di anfore da trasporto a Gela, in M. Bernabò Brea et Alii (a cura di), A Madeleine Cavalier, Collection du Centre J. Bérard, Napoli 2018, pp. 353-367. 
  • G. Barone, P. Mazzoleni, S. Raneri, G. Monterosso, A. Santostefano, G. Spagnolo, V. Vasta, Exploring the Coroplasts’ ’Techne’ in Greek Architectural Terracottas from Sicily: an Archaeometric Approach, “Archaeometry” 60, 5. 2018, pp. 986-1001.
  •  C. Finocchiaro, G. Barone, P. Mazzoleni, G. Spagnolo, New insights on the archaic ‘Corinthian B’ amphorae from Gela (Sicily): the contribution of the analyses of Corfu raw materials, “Mediterranean Archaeology and Archaeometry” 18, 2018, pp. 179-189. 
  • V. Crupi, S. D’Amico, L. Denaro, P. Donato, D. Majolino, G. Paladini, R. Persico, M. Saccone, C. Sansotta, G. Spagnolo, V. Venuti, Mobile Spectroscopy in Archaeometry: Some Case Study, “Journal of Spectroscopy” 2018, p. 11. 
  • G. Spagnolo, Gender archaeology e queer archaeology: identità e differenza nell'interpretazione dei dati archeologici, in M. Gensabella Furnari (a cura di), Identità di genere e differenza sessuale. Percorsi di studio, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2017, pp. 41-58. 
  • G. Spagnolo, Una sepoltura infantile dalla necropoli meridionale: considerazioni sul corredo, in G. Tigano (a cura di), Da Zancle a Messina 2016. Nuovi dati di archeologia urbana, Palermo, Regione Siciliana, 2017, pp. 135-146. 
  • G. Barone, P. Mazzoleni, S. Raneri, G. Spagnolo, A. Santostefano, Coroplastic art in Sicily: an investigation on provenance and manufacturing technology of Greek architectural terracottas from Gela (Italy), “Mediterranean Archaeology and Archaeometry” 17, 2017, pp. 89-101. 
  • G. Spagnolo, Una cisterna di età classica a Gela: problemi cronologici e topografici, in Studi in onore di Graziella Fiorentini, “Sicilia Antiqua” IX, 2014, pp. 389-415. 
  • G. Spagnolo, Risorse naturali e approvvigionamento idrico a Gela in età greca, in A. Calderone (a cura di), Cultura e religione delle acque, Atti del Convegno interdisciplinare «Qui fresca l’acqua mormora…» (S. Quasimodo, Sapph. fr. 2,5) (Messina, 29-30 marzo 2011), Roma, Giorgio Bretshneider, 2012, pp. 343-374. 
  • G. Barone, P. Mazzoleni, G. Spagnolo, E. Aquilia, The transport amphorae of Gela: a multidisciplinary study on provenance and technological aspects, “Journal of Archaeological Science” 39, 2012, pp. 11-22. 
  • G. Spagnolo, Camarina, in F. D’Andria, P.G. Guzzo, G. Tagliamonte (a cura di), Magna Grecia. Città greche di Magna Grecia e Sicilia, Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana, 2012, pp. 206-210. 
  • G. Spagnolo, Gela, in F. D’Andria, P.G. Guzzo, G. Tagliamonte (a cura di), Magna Grecia. Città greche di Magna Grecia e Sicilia, Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana, 2012, pp. 211-217. 
  • G. Barone, V. Crupi, F. Longo, D. Majolino, P. Mazzoleni, G. Spagnolo, V. Venuti, E. Aquilia, Potentiality of non-destructive XRF analysis for the determination of Corinthian B amphorae provenance, "X-RAY Spectrometry" 40, 2011, pp. 333-337. 
  • G. Barone, C.M. Belfiore, P. Mazzoleni, G. Spagnolo, G. Tigano, M. Triscari, Le anfore commerciali dell’Occidente greco in età arcaica e classica: problemi di localizzazione delle fabbriche, in La ceramica e il mare. Il contributo dell’archeometria allo studio della circolazione dei prodotti nel Mediterraneo, Atti della 12a Giornata di Archeometria della Ceramica (Genova, 10-11 aprile 2008), Roma 2011, pp. 87-102. 
  • G. Barone, P. Mazzoleni, G. Spagnolo, Analysis on Raw Materials for the “Corinthian B” Amphorae Production in Corfu (Poster), XIII Colloque d’Archeometrie du Groupe des Méthodes Pluridisciplinaires Contribuant à l’Archéologie (GMPCA) (Liegi, 11-15 aprile 2011), pp. 275-276.
  • E. Aquilia, G. Barone, G. Spagnolo, P. Mazzoleni, Indagini archeometriche su anfore da trasporto greco-occidentali di forma “ionico-massaliota” da Gela, in M.P. Riccardi, E. Basso (a cura di), Scienza e Beni Culturali, Atti VI Congresso Nazionale di Archeometria (Pavia, 15-18 febbraio 2010), pp. 1-7.
  • G. Barone, V. Crupi, F. Longo, D. Majolino, P. Mazzoleni, G. Spagnolo, V. Venuti, E. Aquilia, Potentiality of non destructive XRF for determining the provenance of archaeological potteries: the case of “Corinthian B” amphorae (Poster), European Conference on X ray Spectrometry (EXRS) (Coimbra, 20-25 giugno 2010), p. 262.
  • G. Barone, C.M. Belfiore, P. Mazzoleni, A. Pezzino, C. Ingoglia, A. Ollà, G. Spagnolo, G. Tigano, Indagini archeometriche su reperti ceramici da Milazzo (ME), in G. Tigano (a cura di). Mylai II. Scavi e ricerche nell'area urbana (1996-2005), Messina 2009, pp. 273-301.
  •  G. Spagnolo, Introduzione, Visita del sito, Visita del Museo, in G. Spagnolo (a cura di), Monte Saraceno di Ravanusa. Guida al sito e al museo, Palermo 2008, pp. 3-48.

    Curriculum

    • Degree in Classics, Humanities Faculty, University of Messina, 110/110 cum laude.
    • Postgraduate Specialization in Classical Archaeology, University of Catania, 50/50 cum laude.
    • PhD in Archaeology and History of Greek and Roman Art, University of Messina.
    • Post-PhD fellowship in Archaeology and History of Greek and Roman Art, University of Messina.
    • Since 1999 to date: Researcher in Classical Archaeology at the Department of Ancient and Modern Civilizations, University of Messina.
    • 2013: National Qualification for Associate Professor in Classical Archaeology.
     
    RESEARCH INTERESTS
    • Archaeology of Greek Sicily with a special focus on the ancient settlement of Gela: town planning and spatial organization of the urban areas (cult places, housing districts, craftsmen’s workshops, etc.); definition of the urban perimeter and localization of the port basin through multidisciplinary investigations aimed at the reconstruction of the ancient landscape around the city, especially with reference to rivers, lagoons and marshes; review of the chronological terms of the phases of the settlement, mainly during the V-IV century B.C., through a contextual approach and the correction of the dating of ceramics from the old excavations in the light of the progress of knowledge.
    • Transport amphorae and trade in commodities in the western Mediterranean basin during the archaic and classical period: typological definition of the jars found in some of the Greek colonies in Sicily, as Gela, Akragas, Zancle-Messana and Mylai; localization and characterization of the production centres through petrographic and chemical analyses performed on ceramic samples in collaboration with the Physics Department of the University of Messina and the Biological, Geological and Environmental Sciences Department of the University of Catania.
    • Votive figurines and architectural terracottas of the archaic and classical period found in the archaeological excavations at Gela: problems of chronological attribution of some iconographical types; reconstruction of the technological processes of the local coroplastic production through a multidisciplinary approach comprising archaeometric investigations in collaboration with the Biological, Geological and Environmental Sciences Department of the University of Catania.
    • Cultural identity and relationship between Greek colonists and indigenous people in the Geloan chora: the case of the settlement on Monte Saraceno di Ravanusa in the middle valley of the Salso river.
    • Topographical and archaeological research on the Valle d'Agrò area, in the Ionian side of the province of Messina, and in particular on the late Roman settlement of Scifì, with the collaboration of the Department of Geosciences, University of Malta, and IBAM (Institute for Archaeological and Monumental Heritage)-CNR of Lecce.
    • Topics related to funerary and cult contexts and artifacts from Zancle-Messana and Gela according to the perspective of the gender archaeology.
     
    UNIVERSITY TEACHING ACTIVITY
    • From 2008/2009 to date - Course in Archaeology of Magna Graecia and Sicily, Master Degree in “Mediterranean Archaeology”, University of Messina.
    • From 2012/2013 to date - Course in Archaeology of Magna Graecia and Sicily, Bachelor Degree in “Classics”, University of Messina.
    • From 2001/2002 to 2011/2012 - Course in Archaeology of Magna Graecia and Sicily, Bachelor Degree in “Cultural Heritage”, University of Messina.
    • From 2008 to 2017 – Member of the PhD School “Archaeological and Historical Sciences”, University of Messina.
    • 2016 – Course in Archaeology as part of the Summer School “Scienza e beni culturali: dall’analisi non invasiva alla ricostruzione 3D”, Universities of Messina and Malta.
    • 2009/2010 - Course in Archaeology and History of Greek Art, Bachelor Degree in “Classics”, University of Messina.
    • 2005/2006 - Course in Archaeology and History of Greek Art, Bachelor Degree in “Cultural Heritage”, University of Messina.
    • 2003/2004 and 2005/2006 - Course in Greek Archaeology and course in Roman Archaeology, Bachelor Degree in “Journalism Sciences”, University of Messina.
    • 2001/2002, 2004/2005, 2006/2007, 2007/2008 – Course in Classical Archaeology and course in Methodology in archaeological research, Bachelor Degree in “History”, University of Messina.
    • From 1998/1999 to 2001/2002 – Course in Archaeology and History of Greek and Roman Art, Degree in “Classics”, University of Messina.
     
    OTHER TEACHING ACTIVITIES
    • From 2009 to 2010 – Course of lessons in Archaeology of Gela and its territory as part of the program “Scuola-Museo”, organized by the Archaeological Museum of Gela.
    • 2005 – Course of lessons in Cataloging of Cultural Heritage as part of the Course “Catalogazione e archiviazione dei beni culturali attraverso le moderne tecnologie informatiche”, financed by the Sicilian Region at the high school “Istituto IPIA Enrico Fermi” of Gela.
    • 2003/2004 – Courses of lessons in Archaeology and History of Greek and Roman Art as part of the Courses I.F.T.S. “Restauro e conservazione di reperti archeologici” and “Esperto nella promozione e valorizzazione del patrimonio etno-antropologico, genealogico e librario”, financed by the Sicilian Region at the high school “Istituto Tecnico Statale Commerciale Enrico Fermi” of Barcellona Pozzo di Gotto (province of Messina).
    • 2000 – Course of lessons in Sicilian Cultural Heritage as part of the professional training course “Metodologie per lo studio del degrado dei beni culturali”, organized by the Department of Labor of the Sicilian Region at the University of Messina.
    • 1999 – Course of lessons in Archaeology of Sicily and Calabria as part of the professional training course “Tecnico del Turismo culturale e ambientale”, organized by the “Consorzio Universitario per la Formazione Professionale e Imprenditoria Giovanile” of Messina.
    • 1998/1999 – Professor of Art History at the high school “Liceo Classico” of Mazzarino (province of Caltanissetta).
     
    PROFESSIONAL ACTIVITIES
    • From 2000 to date - Member of Secretary Board of the scientific journal “Quaderni di Archeologia. Università di Messina”, published by the Department of Ancient and Modern Civilizations, University of Messina.
    • 2016 – Member of the Organizing Committee of the Summer School “Scienza e beni culturali: dall’analisi non invasiva alla ricostruzione 3D”, Universities of Messina and Malta.
    • From 2013 to 2015 – Scientific direction (cum aliis) of the archaeological excavations in the Molino a Vento area (acropolis) at Gela in collaboration with the Archaeological Museum of Gela.
    • 2010 - Member of the Scientific Board for the Second Level Master Methodologies and innovative technologies for archaeology of University of Messina.
    • 2010 – Collaboration with the Archaeological Museum of Gela for the preparation of the exhibition of the Antiquarium of Butera (province of Caltanissetta).
    • 2007 – Scientific project and organization (cum aliis) of the Archaeological Museum “S. Lauricella” of Ravanusa (province of Agrigento).
    • 2003 – Scientific direction (cum aliis) of the archaeological excavation in the site of Monte Saraceno of Ravanusa (province of Agrigento) in collaboration with the Regional Superintendency for Cultural Heritage of Agrigento.
    • 2001-2002 – Scientific direction of the archaeological excavation in the site of Scifì (province of Messina) in collaboration with the Regional Superintendency for Cultural Heritage of Messina.
    • From 1995 to 1998 - Archaeologist at the Regional Superintendency for Cultural Heritage of Messina (ex art. 111, L.R. 25/1993).
    • 1993 and 1994 - Collaboration with the Archaeological Museum of Agrigento as a scientific consultant in the program of computerized cataloging of the artifacts exhibited at the museum.
    • 1993 - Collaboration with the Regional Superintendency for Cultural Heritage of Agrigento in the archaeological survey of the territory east of Agrigento for the “Progetto Emergenza”.
    • 1993 - Collaboration with the Regional Superintendency for Cultural Heritage of Agrigento in the scientific direction of the archaeological excavation in the so called “Ginnasio” area in Agrigento.
    • 1992 - Collaboration with the Regional Superintendency for Cultural Heritage of Caltanissetta in the scientific direction of the archaeological excavation in the indigenous settlement of Monte Polizzello.
    • 1991 – Scientific project and organization (cum aliis) of the exhibition "Beni Culturali in cantiere", financed by the Department of Cultural Heritage of the Sicilian Region at Palermo.
    • 1990 - Collaboration with the Archaeological Museum of Lipari as a consultant for cataloging artifacts in the Project “Progetto di adeguamento tecnologico”.
    • 1990 – Collaboration with the Regional Superintendency for Cultural Heritage of Agrigento and Caltanissetta in the reorganization of the deposits of the Archaeological Museum of Gela.
    • 1986, 1990 - Collaboration with the Regional Superintendency for Cultural Heritage of Agrigento and Caltanissetta in the scientific cataloging of 684 artifacts of the Archaeological Museum of Gela.
    • 1989 – Member of Italian Archaeological Mission of the University of Catania in Haghia Triada (Crete).
    • From 1987 to 1989 – Archaeologist in the Project of the National Ministry for Cultural Heritage "Individuazione e catalogazione dei beni archeologici in sei comprensori della Calabria" (ex art. 15 L.41/86).
    • From 1984 to 1986 and 1991 - Collaboration with the Regional Superintendency for Cultural Heritage of Agrigento and Caltanissetta in the scientific direction of the following archaeological excavations in Gela: a) archaic houses in the Bosco Littorio area (1985, 1987) and in Via Venezia (1991); archaic and classical houses and workshops in the old station area (1984, 1985, 1987); hellenistic houses in via Meli (1986) and in the Villa Iacona area (1986); burials of VI-V cent. B.C. in via Palazzi (1985).

    RECENT PUBLICATIONS
    • G. Spagnolo, G. Barone, P. Mazzoleni, E. Aquilia, Le anfore da trasporto e la ceramica medio-grossolana di Gela in età greca: caratterizzazione e tecniche produttive, in C. Ingoglia (a cura di), Risorse ambientali e impianti produttivi a Gela nell'antichità: risultati di un progetto di ricerca congiunto, Bari, in corso di stampa.
    •  G. Spagnolo, La produzione di anfore da trasporto a Gela, in M. Bernabò Brea et Alii (a cura di), A Madeleine Cavalier, Collection du Centre J. Bérard, Napoli 2018, pp. 353-367. 
    • G. Barone, P. Mazzoleni, S. Raneri, G. Monterosso, A. Santostefano, G. Spagnolo, V. Vasta, Exploring the Coroplasts’ ’Techne’ in Greek Architectural Terracottas from Sicily: an Archaeometric Approach, “Archaeometry” 60, 5. 2018, pp. 986-1001.
    •  C. Finocchiaro, G. Barone, P. Mazzoleni, G. Spagnolo, New insights on the archaic ‘Corinthian B’ amphorae from Gela (Sicily): the contribution of the analyses of Corfu raw materials, “Mediterranean Archaeology and Archaeometry” 18, 2018, pp. 179-189. 
    • V. Crupi, S. D’Amico, L. Denaro, P. Donato, D. Majolino, G. Paladini, R. Persico, M. Saccone, C. Sansotta, G. Spagnolo, V. Venuti, Mobile Spectroscopy in Archaeometry: Some Case Study, “Journal of Spectroscopy” 2018, p. 11. 
    • G. Spagnolo, Gender archaeology e queer archaeology: identità e differenza nell'interpretazione dei dati archeologici, in M. Gensabella Furnari (a cura di), Identità di genere e differenza sessuale. Percorsi di studio, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2017, pp. 41-58. 
    • G. Spagnolo, Una sepoltura infantile dalla necropoli meridionale: considerazioni sul corredo, in G. Tigano (a cura di), Da Zancle a Messina 2016. Nuovi dati di archeologia urbana, Palermo, Regione Siciliana, 2017, pp. 135-146. 
    • G. Barone, P. Mazzoleni, S. Raneri, G. Spagnolo, A. Santostefano, Coroplastic art in Sicily: an investigation on provenance and manufacturing technology of Greek architectural terracottas from Gela (Italy), “Mediterranean Archaeology and Archaeometry” 17, 2017, pp. 89-101. 
    • G. Spagnolo, Una cisterna di età classica a Gela: problemi cronologici e topografici, in Studi in onore di Graziella Fiorentini, “Sicilia Antiqua” IX, 2014, pp. 389-415. 
    • G. Spagnolo, Risorse naturali e approvvigionamento idrico a Gela in età greca, in A. Calderone (a cura di), Cultura e religione delle acque, Atti del Convegno interdisciplinare «Qui fresca l’acqua mormora…» (S. Quasimodo, Sapph. fr. 2,5) (Messina, 29-30 marzo 2011), Roma, Giorgio Bretshneider, 2012, pp. 343-374. 
    • G. Barone, P. Mazzoleni, G. Spagnolo, E. Aquilia, The transport amphorae of Gela: a multidisciplinary study on provenance and technological aspects, “Journal of Archaeological Science” 39, 2012, pp. 11-22. 
    • G. Spagnolo, Camarina, in F. D’Andria, P.G. Guzzo, G. Tagliamonte (a cura di), Magna Grecia. Città greche di Magna Grecia e Sicilia, Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana, 2012, pp. 206-210. 
    • G. Spagnolo, Gela, in F. D’Andria, P.G. Guzzo, G. Tagliamonte (a cura di), Magna Grecia. Città greche di Magna Grecia e Sicilia, Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana, 2012, pp. 211-217. 
    • G. Barone, V. Crupi, F. Longo, D. Majolino, P. Mazzoleni, G. Spagnolo, V. Venuti, E. Aquilia, Potentiality of non-destructive XRF analysis for the determination of Corinthian B amphorae provenance, "X-RAY Spectrometry" 40, 2011, pp. 333-337. 
    • G. Barone, C.M. Belfiore, P. Mazzoleni, G. Spagnolo, G. Tigano, M. Triscari, Le anfore commerciali dell’Occidente greco in età arcaica e classica: problemi di localizzazione delle fabbriche, in La ceramica e il mare. Il contributo dell’archeometria allo studio della circolazione dei prodotti nel Mediterraneo, Atti della 12a Giornata di Archeometria della Ceramica (Genova, 10-11 aprile 2008), Roma 2011, pp. 87-102. 
    • G. Barone, P. Mazzoleni, G. Spagnolo, Analysis on Raw Materials for the “Corinthian B” Amphorae Production in Corfu (Poster), XIII Colloque d’Archeometrie du Groupe des Méthodes Pluridisciplinaires Contribuant à l’Archéologie (GMPCA) (Liegi, 11-15 aprile 2011), pp. 275-276.
    • E. Aquilia, G. Barone, G. Spagnolo, P. Mazzoleni, Indagini archeometriche su anfore da trasporto greco-occidentali di forma “ionico-massaliota” da Gela, in M.P. Riccardi, E. Basso (a cura di), Scienza e Beni Culturali, Atti VI Congresso Nazionale di Archeometria (Pavia, 15-18 febbraio 2010), pp. 1-7.
    • G. Barone, V. Crupi, F. Longo, D. Majolino, P. Mazzoleni, G. Spagnolo, V. Venuti, E. Aquilia, Potentiality of non destructive XRF for determining the provenance of archaeological potteries: the case of “Corinthian B” amphorae (Poster), European Conference on X ray Spectrometry (EXRS) (Coimbra, 20-25 giugno 2010), p. 262.
    • G. Barone, C.M. Belfiore, P. Mazzoleni, A. Pezzino, C. Ingoglia, A. Ollà, G. Spagnolo, G. Tigano, Indagini archeometriche su reperti ceramici da Milazzo (ME), in G. Tigano (a cura di). Mylai II. Scavi e ricerche nell'area urbana (1996-2005), Messina 2009, pp. 273-301.
    •  G. Spagnolo, Introduzione, Visita del sito, Visita del Museo, in G. Spagnolo (a cura di), Monte Saraceno di Ravanusa. Guida al sito e al museo, Palermo 2008, pp. 3-48.

I dati visualizzati nella sezione sono recuperati dalla Procedura Gestione Carriere e Stipendi del Personale (CSA), dalla Procedura Gestione Studenti (ESSE3), da Iris e dal Sito Docenti MIUR.

Argomenti Correlati

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti