Giuseppa
Sorrenti
Email: 
giuseppa.sorrenti@unime.it

ALTRE INFORMAZIONI

SSD: IUS/08
Profilo: Professori Ordinari

CURRICULUM

Curriculum

CURRICULUM VITAE
Giusi Sorrenti
 
 
Nel 1994 si laurea in Giurisprudenza nell’Università degli studi di Messina, con la votazione di 110/110 e lode e la menzione accademica (Tesi: La ragionevolezza delle leggi - Relatore: Prof. A. Ruggeri).
            Vince la borsa di studio Panarello per giovani laureati in Diritto costituzionale.
Nel 1996 riceve la nomina a cultore della materia in Diritto costituzionale e Dottrina dello Stato presso la stessa Facoltà.
Nel 1997 si abilita all’esercizio della professione forense.
 
Nel 2000 consegue, al termine del relativo corso triennale, il titolo di Dottore di ricerca in Giustizia costituzionale e tutela internazionale dei diritti fondamentali (XII ciclo) presso l’Università di Pisa (Tesi: Proposizione delle questioni di legittimità costituzionale ed interpretazione “adeguatrice”).
 
Nel 2001 risulta vincitrice del concorso di Ricercatore universitario in Diritto costituzionale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Messina.
Nello stesso anno, a compimento di un corso quinquennale di lingua tedesca curato dall’Associazione Culturale Italo-Tedesca di Messina, che si conforma ai programmi e alle prove d’esame del Goethe Institut di Roma, consegue il Zertifikat Deutsch (con la votazione di 288/300).
Negli anni accademici 2001/2002 e 2002/2003 riceve l’incarico all’insegnamento di Giustizia costituzionale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Messina.
 
Nel 2002 risulta vincitrice del concorso di Professore associato in Diritto costituzionale banditodalla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Pisa.
Negli anni accademici 2002/2003 e 2003/2004 le viene affidato l’insegnamento di Diritto costituzionale regionale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Messina.
Nel 2004 tiene un ciclo di lezioni nell’ambito del corso di aggiornamento per dirigenti della Giunta della Regione Calabria, organizzato dalla “Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione”, sulla “Riforma del Titolo V, Parte II, della Costituzione italiana”.
Nell’anno accademico 2004/2005 le vengono affidati gli insegnamenti di Giustizia costituzionale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Messina e di Diritto costituzionale nell'ambito dei corsi di laurea triennale istituiti presso la stessa Facoltà, confermati per gli a.a. a venire.
A partire dallo stesso a.a. e fino all'a.a. 2010/2011 insegna Diritto costituzionale nella sede decentrata della Facoltà di Giurisprudenza di Messina istituita a Patti (ed ivi per un anno anche un modulo di Diritto pubblico comparato, concernente le forme di governo).
Dal 2005 è Professore associato confermato.
∙ È componente della Sottocommissione per l’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense presso laCorte d’Appello di Messina, sessione 2005/2006.
 
∙ È componente della Sottocommissione per l’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense presso laCorte d’Appello di Messina, sessione 2009/2010.
 
 
Nel triennio 2006-2008 ricopre l'incarico di Coordinatrice del Corso di laurea in Operatore giudiziario e delle Pubbliche Amministrazioni della Facoltà di Giurisprudenza di Messina.
Dall'anno accademico 2008/2009 è inizialmente contitolare con il Prof. Ruggeri dell'insegnamento di Diritto costituzionale II (europeo) nell'ambito del corso di laurea Magistrale in Giurisprudenza (lasciando contestualmente quello di Giustizia costituzionale) e successivamente titolare esclusiva, per lo stesso insegnamento, della cattedra A/L.
 
È autrice di pubblicazioni su temi attinenti specificamente alla giustizia costituzionale, alla tutela - anche "multilivello" - dei diritti umani, alla teoria dell'interpretazione giuridica,alle fonti del diritto,all'evoluzione dei poteri dello Stato, alla funzione giurisdizionale ed al diritto regionale; ha presentato relazioni ed interventi a Seminari e Convegni nazionali su argomenti attuali del Diritto costituzionale.
 
In particolare, a partire dal 2006, viene invitata a tenere lezioni sul tema della sua monografia in varie università italiane:
- Pisa (Corso di dottorato in "Giustizia costituzionale e tutela internazionale dei diritti umani", sett. 2006);
- Ferrara (lezione conclusiva dei corsi di diritto costituzionale, dic. 2006);
- Catania (Corso di Dottorato in "Diritto privato generale", mar. 2007);
- Milano (Relazione di sintesi su“Interpretazione conforme a Costituzione e ragionevolezza”al Convegno annuale dell'Associazione nazionale di costituzionalisti "Gruppo di Pisa", giu. 2008);
- Palermo (Corso di Dottorato in "Diritto internazionale e teoria del diritto", giu. 2011);
- Reggio Calabria (Corso di Dottorato, febbr. 2015).
Il 6 nov. 2009 le viene affidata una Relazione sullo stesso tema al Seminario annuale della Corte costituzionale, dal titolo “Corte costituzionale, giudici comuni e interpretazioni adeguatrici”.
 
Nel 2011 tiene a Messina una relazione sul referendum abrogativo come istituto di democrazia diretta nell’incontro organizzato dal Circolo messinese dell’Associazione Libertà & Giustizia.
Nel 2013, la sua seconda monografia viene presentata nell’Università degli Studi di Milano-Bicocca (discussant: Prof. Oliviero Mazza, ordinario di Diritto processuale penale;Prof. Elena Marinucci, ordinario di Diritto processuale civile, entrambi presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca).
A maggio 2013 tiene una lezione nei Corsi di Dottorato riuniti dell'Università di Milano-Bicocca, Dipartimento di Giurisprudenza, sul tema "La Cassazione civile e il rispetto del principio della ragionevole durata del processo".
 
A novembre 2014 tiene una Relazione nell’Università di Messina sugli effetti sul giudicato nazionale delle sentenze della Corte edu, nell’ambito delle Giornate di Studio su “Crisi dello Stato nazionale, dialogo intergiurisprudenziale, tutela dei diritti fondamentali”.
A luglio 2015 le viene affidata dalla Scuola Superiore della Magistratura (Presidente: Valerio Onida), nell’ambito del Corso di formazione dedicato al tema “CEDU: istruzioni per l’uso”, tenuto presso la sede centrale di Firenze-Scandicci, la relazione dal titolo: “I diritti fondamentali nella Costituzione, nella CEDU e nella Carta dei diritti fondamentali dell’UE”.
 
Nella tornata 2013 ha conseguito l’abilitazione alla I fascia per il settore concorsuale 12/C1, SSD IUS/08 - Diritto costituzionale.
 
Nel triennio giugno 2013/giugno 2016 è vicepresidente dell'Associazione nazionale di costituzionalisti "Gruppo di Pisa".
Dall’a.a. 2013-2014 è componente del Collegio dei docenti del Dottorato in Scienze giuridiche dell’Università degli Studi di Messina, di durata triennale, per i seguenti cicli:
- a.a. 2013-14, XXIX ciclo;
- a.a. 2014-15, XXX ciclo;
- a.a. 2015-16, XXXI ciclo;
- a.a. 2016-17, XXXII ciclo;
- a.a. 2017-18, XXXIII ciclo.
Dal 2015 è socia dell’Associazione Italiana dei Costituzionalisti.
A partire dall’a.a. 2015-2016 le viene affidato l’incarico all’insegnamento in lingua inglese European Constitutional and Comparative Law presso il Dipartimento di Giurisprudenza di Messina.
Dal gennaio 2016 coordina la Sezione Giurisprudenza Costituzionale dell’Osservatorio Costituzionale dell’AIC (Associazione Italiana Costituzionalisti).
È stata componente, per l’anno 2016, insieme ai Proff. Cristina Grisolia e Matteo Cosulich, della Commissione giudicatrice per l’assegnazione della IV edizione del Premio per la miglior tesi di dottorato (2015-2016), bandito dalla Collana di Studi “Sovranità, Federalismo, Diritti” – diretta dal Prof. Giorgio Grasso – con il patrocinio del Gruppo di Pisa.
Dal gennaio 2018 è Professore ordinario di Diritto costituzionale presso il Dipartimento di Giurisprudenza di Messina.
 
 
Ha organizzato varie Conferenze, Seminari, simulazioni processuali:
-      2011. Interpretazioni conformi della legge alla Costituzione e alla CEDU. Relatrice: Prof.ssa E. Lamarque (Università Milano-Bicocca)
-      2012. I diritti sociali dopo il trattato di Lisbona.Relatrice: Prof.ssa C. Salazar (Università Mediterranea, Reggio Calabria)
-      2013. Il pareggio di bilancio. Relatrice: Prof.ssa I. Ciolli (Università La Sapienza, Roma)
-      10/10/2014. La Corte accerchiata? La Corte costituzionale italiana tra la Corte di Strasburgo e i giudici comuni. Presentazione del libro di V. Ferreres Comella, Constitutional Court and Democratic Values. Relatori: Prof. G. Silvestri (Presidente Emerito della Corte costituzionale); Prof. V. Ferreres Comella (Università di Yale; Pompeu Fabra di Barcelona); Prof. M. Ruotolo (Università Roma tre)
-      2015. I profili processuali dei giudizi davanti alla Corte di Strasburgo. Relatore: Dott. Cancemi (Capo Divisione italiana presso la Corte edu)
-      2015. Simulazione processuale di giudizio davanti alla Corte edu (GC: caso Varvara), svolta nell'ambito delle iniziative dell'insegnamento di Diritto costituzionale II, cattedra A-L, con la partecipazione degli studenti di V anno
-      2017. Il caso Taricco e la minacciata attivazione dei “controlimiti”. Relatore: Prof. A. Ruggeri (Università di Messina)
-      2018. Le tecniche argomentative della Corte edu: l’argomentazione per principi. Relatore: dott. R. Chenal (funzionario Corte edu, ex membro CEPEJ, consegue “Fulbright” e “NYU Dean’s award” e svolge un LL.M. in Filosofia del Diritto presso la New York University)
-      2018. Simulazione processuale di giudizio davanti alla Corte edu (caso Cappato), svolta nell'ambito delle iniziative dell'insegnamento di Diritto costituzionale II, cattedra A-L, con la partecipazione degli studenti di IV-V anno
-      2019. Simulazione processuale di giudizio in materia di immigrazione, svolta nell'ambito delle iniziative dell'insegnamento di Diritto costituzionale II, cattedra A-L, con la partecipazione degli studenti di IV-V anno
-      2019. Un banco di prova per i principi di civiltà giuridica: workshop sull’immigrazione. Relatori: Prof.ssa C. Salazar (Università Mediterranea di Reggio Calabria), Prof. M. Benvenuti (Università “La Sapienza” di Roma), Prof.ssa G. Sorrenti,  Avv. Antonello Ciervo (patrocinatore in Cassazione, componente ASGI-Ass. Studi Giur. sull’Imm.), Prof. L. D’Andrea (Università di Messina).
 
 
Conoscenza delle lingue straniere:
Ottima conoscenza della lingua inglese (lezioni private impartite dal Prof. Nicholas Walsh a Messina; corsi di lingua inglese presso l'English Studio, High Holborn St., London, e il Bell International, London, entrambi accreditati dal British Council).
Buona conoscenza della lingua tedesca (Goethe Zertifikat-B1 presso il Goethe Institut)
Buona conoscenza della lingua francese scritta. Elementare conoscenza della lingua francese parlata.
 
Esperienze all’estero:
Londra, IALS (Institute of Advanced Legal Studies), 25 luglio-25 agosto 2014.
 
 
Corsi di Alta formazione internazionale:
 
Ciclo di Seminari su Comparative Constitutional Law, tenuto dal Prof. Mark Kotzur (allievo di Peter Häberle), University of Hamburg, nell’ambito del Dottorato di Ricerca in Diritto Pubblico dell’Università di Roma La Sapienza:
 
-      First Session – Methodological Issues in Comparative Constitutional Law: an Introduction, 3 ottobre 2016 (h 14.00-17.00); 10 ottobre 2016 (h 14.00-17.00).
-      Second Session (Seminars 3-4) - Fundamental Rights, Rule of Law and Democracy in the European Union: a Comparative Analysis Between Italy and Germany, 13 ottobre 2016 (h 13.00-15.00); 14 ottobre 2016 (h 9.00-11.00).
 

 
CURRICULUM VITAE
Giusi Sorrenti
 
 
Nel 1994 si laurea in Giurisprudenza nell’Università degli studi di Messina, con la votazione di 110/110 e lode e la menzione accademica (Tesi: La ragionevolezza delle leggi - Relatore: Prof. A. Ruggeri).
            Vince la borsa di studio Panarello per giovani laureati in Diritto costituzionale.
Nel 1996 riceve la nomina a cultore della materia in Diritto costituzionale e Dottrina dello Stato presso la stessa Facoltà.
Nel 1997 si abilita all’esercizio della professione forense.
 
Nel 2000 consegue, al termine del relativo corso triennale, il titolo di Dottore di ricerca in Giustizia costituzionale e tutela internazionale dei diritti fondamentali (XII ciclo) presso l’Università di Pisa (Tesi: Proposizione delle questioni di legittimità costituzionale ed interpretazione “adeguatrice”).
 
Nel 2001 risulta vincitrice del concorso di Ricercatore universitario in Diritto costituzionale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Messina.
Nello stesso anno, a compimento di un corso quinquennale di lingua tedesca curato dall’Associazione Culturale Italo-Tedesca di Messina, che si conforma ai programmi e alle prove d’esame del Goethe Institut di Roma, consegue il Zertifikat Deutsch (con la votazione di 288/300).
Negli anni accademici 2001/2002 e 2002/2003 riceve l’incarico all’insegnamento di Giustizia costituzionale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Messina.
 
Nel 2002 risulta vincitrice del concorso di Professore associato in Diritto costituzionale banditodalla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Pisa.
Negli anni accademici 2002/2003 e 2003/2004 le viene affidato l’insegnamento di Diritto costituzionale regionale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Messina.
Nel 2004 tiene un ciclo di lezioni nell’ambito del corso di aggiornamento per dirigenti della Giunta della Regione Calabria, organizzato dalla “Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione”, sulla “Riforma del Titolo V, Parte II, della Costituzione italiana”.
Nell’anno accademico 2004/2005 le vengono affidati gli insegnamenti di Giustizia costituzionale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Messina e di Diritto costituzionale nell'ambito dei corsi di laurea triennale istituiti presso la stessa Facoltà, confermati per gli a.a. a venire.
A partire dallo stesso a.a. e fino all'a.a. 2010/2011 insegna Diritto costituzionale nella sede decentrata della Facoltà di Giurisprudenza di Messina istituita a Patti (ed ivi per un anno anche un modulo di Diritto pubblico comparato, concernente le forme di governo).
Dal 2005 è Professore associato confermato.
∙ È componente della Sottocommissione per l’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense presso laCorte d’Appello di Messina, sessione 2005/2006.
 
∙ È componente della Sottocommissione per l’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense presso laCorte d’Appello di Messina, sessione 2009/2010.
 
 
Nel triennio 2006-2008 ricopre l'incarico di Coordinatrice del Corso di laurea in Operatore giudiziario e delle Pubbliche Amministrazioni della Facoltà di Giurisprudenza di Messina.
Dall'anno accademico 2008/2009 è inizialmente contitolare con il Prof. Ruggeri dell'insegnamento di Diritto costituzionale II (europeo) nell'ambito del corso di laurea Magistrale in Giurisprudenza (lasciando contestualmente quello di Giustizia costituzionale) e successivamente titolare esclusiva, per lo stesso insegnamento, della cattedra A/L.
 
È autrice di pubblicazioni su temi attinenti specificamente alla giustizia costituzionale, alla tutela - anche "multilivello" - dei diritti umani, alla teoria dell'interpretazione giuridica,alle fonti del diritto,all'evoluzione dei poteri dello Stato, alla funzione giurisdizionale ed al diritto regionale; ha presentato relazioni ed interventi a Seminari e Convegni nazionali su argomenti attuali del Diritto costituzionale.
 
In particolare, a partire dal 2006, viene invitata a tenere lezioni sul tema della sua monografia in varie università italiane:
- Pisa (Corso di dottorato in "Giustizia costituzionale e tutela internazionale dei diritti umani", sett. 2006);
- Ferrara (lezione conclusiva dei corsi di diritto costituzionale, dic. 2006);
- Catania (Corso di Dottorato in "Diritto privato generale", mar. 2007);
- Milano (Relazione di sintesi su“Interpretazione conforme a Costituzione e ragionevolezza”al Convegno annuale dell'Associazione nazionale di costituzionalisti "Gruppo di Pisa", giu. 2008);
- Palermo (Corso di Dottorato in "Diritto internazionale e teoria del diritto", giu. 2011);
- Reggio Calabria (Corso di Dottorato, febbr. 2015).
Il 6 nov. 2009 le viene affidata una Relazione sullo stesso tema al Seminario annuale della Corte costituzionale, dal titolo “Corte costituzionale, giudici comuni e interpretazioni adeguatrici”.
 
Nel 2011 tiene a Messina una relazione sul referendum abrogativo come istituto di democrazia diretta nell’incontro organizzato dal Circolo messinese dell’Associazione Libertà & Giustizia.
Nel 2013, la sua seconda monografia viene presentata nell’Università degli Studi di Milano-Bicocca (discussant: Prof. Oliviero Mazza, ordinario di Diritto processuale penale;Prof. Elena Marinucci, ordinario di Diritto processuale civile, entrambi presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca).
A maggio 2013 tiene una lezione nei Corsi di Dottorato riuniti dell'Università di Milano-Bicocca, Dipartimento di Giurisprudenza, sul tema "La Cassazione civile e il rispetto del principio della ragionevole durata del processo".
 
A novembre 2014 tiene una Relazione nell’Università di Messina sugli effetti sul giudicato nazionale delle sentenze della Corte edu, nell’ambito delle Giornate di Studio su “Crisi dello Stato nazionale, dialogo intergiurisprudenziale, tutela dei diritti fondamentali”.
A luglio 2015 le viene affidata dalla Scuola Superiore della Magistratura (Presidente: Valerio Onida), nell’ambito del Corso di formazione dedicato al tema “CEDU: istruzioni per l’uso”, tenuto presso la sede centrale di Firenze-Scandicci, la relazione dal titolo: “I diritti fondamentali nella Costituzione, nella CEDU e nella Carta dei diritti fondamentali dell’UE”.
 
Nella tornata 2013 ha conseguito l’abilitazione alla I fascia per il settore concorsuale 12/C1, SSD IUS/08 - Diritto costituzionale.
 
Nel triennio giugno 2013/giugno 2016 è vicepresidente dell'Associazione nazionale di costituzionalisti "Gruppo di Pisa".
Dall’a.a. 2013-2014 è componente del Collegio dei docenti del Dottorato in Scienze giuridiche dell’Università degli Studi di Messina, di durata triennale, per i seguenti cicli:
- a.a. 2013-14, XXIX ciclo;
- a.a. 2014-15, XXX ciclo;
- a.a. 2015-16, XXXI ciclo;
- a.a. 2016-17, XXXII ciclo;
- a.a. 2017-18, XXXIII ciclo.
Dal 2015 è socia dell’Associazione Italiana dei Costituzionalisti.
A partire dall’a.a. 2015-2016 le viene affidato l’incarico all’insegnamento in lingua inglese European Constitutional and Comparative Law presso il Dipartimento di Giurisprudenza di Messina.
Dal gennaio 2016 coordina la Sezione Giurisprudenza Costituzionale dell’Osservatorio Costituzionale dell’AIC (Associazione Italiana Costituzionalisti).
È stata componente, per l’anno 2016, insieme ai Proff. Cristina Grisolia e Matteo Cosulich, della Commissione giudicatrice per l’assegnazione della IV edizione del Premio per la miglior tesi di dottorato (2015-2016), bandito dalla Collana di Studi “Sovranità, Federalismo, Diritti” – diretta dal Prof. Giorgio Grasso – con il patrocinio del Gruppo di Pisa.
Dal gennaio 2018 è Professore ordinario di Diritto costituzionale presso il Dipartimento di Giurisprudenza di Messina.
 
 
Ha organizzato varie Conferenze, Seminari, simulazioni processuali:
-      2011. Interpretazioni conformi della legge alla Costituzione e alla CEDU. Relatrice: Prof.ssa E. Lamarque (Università Milano-Bicocca)
-      2012. I diritti sociali dopo il trattato di Lisbona.Relatrice: Prof.ssa C. Salazar (Università Mediterranea, Reggio Calabria)
-      2013. Il pareggio di bilancio. Relatrice: Prof.ssa I. Ciolli (Università La Sapienza, Roma)
-      10/10/2014. La Corte accerchiata? La Corte costituzionale italiana tra la Corte di Strasburgo e i giudici comuni. Presentazione del libro di V. Ferreres Comella, Constitutional Court and Democratic Values. Relatori: Prof. G. Silvestri (Presidente Emerito della Corte costituzionale); Prof. V. Ferreres Comella (Università di Yale; Pompeu Fabra di Barcelona); Prof. M. Ruotolo (Università Roma tre)
-      2015. I profili processuali dei giudizi davanti alla Corte di Strasburgo. Relatore: Dott. Cancemi (Capo Divisione italiana presso la Corte edu)
-      2015. Simulazione processuale di giudizio davanti alla Corte edu (GC: caso Varvara), svolta nell'ambito delle iniziative dell'insegnamento di Diritto costituzionale II, cattedra A-L, con la partecipazione degli studenti di V anno
-      2017. Il caso Taricco e la minacciata attivazione dei “controlimiti”. Relatore: Prof. A. Ruggeri (Università di Messina)
-      2018. Le tecniche argomentative della Corte edu: l’argomentazione per principi. Relatore: dott. R. Chenal (funzionario Corte edu, ex membro CEPEJ, consegue “Fulbright” e “NYU Dean’s award” e svolge un LL.M. in Filosofia del Diritto presso la New York University)
-      2018. Simulazione processuale di giudizio davanti alla Corte edu (caso Cappato), svolta nell'ambito delle iniziative dell'insegnamento di Diritto costituzionale II, cattedra A-L, con la partecipazione degli studenti di IV-V anno
-      2019. Simulazione processuale di giudizio in materia di immigrazione, svolta nell'ambito delle iniziative dell'insegnamento di Diritto costituzionale II, cattedra A-L, con la partecipazione degli studenti di IV-V anno
-      2019. Un banco di prova per i principi di civiltà giuridica: workshop sull’immigrazione. Relatori: Prof.ssa C. Salazar (Università Mediterranea di Reggio Calabria), Prof. M. Benvenuti (Università “La Sapienza” di Roma), Prof.ssa G. Sorrenti,  Avv. Antonello Ciervo (patrocinatore in Cassazione, componente ASGI-Ass. Studi Giur. sull’Imm.), Prof. L. D’Andrea (Università di Messina).
 
 
Conoscenza delle lingue straniere:
Ottima conoscenza della lingua inglese (lezioni private impartite dal Prof. Nicholas Walsh a Messina; corsi di lingua inglese presso l'English Studio, High Holborn St., London, e il Bell International, London, entrambi accreditati dal British Council).
Buona conoscenza della lingua tedesca (Goethe Zertifikat-B1 presso il Goethe Institut)
Buona conoscenza della lingua francese scritta. Elementare conoscenza della lingua francese parlata.
 
Esperienze all’estero:
Londra, IALS (Institute of Advanced Legal Studies), 25 luglio-25 agosto 2014.
 
 
Corsi di Alta formazione internazionale:
 
Ciclo di Seminari su Comparative Constitutional Law, tenuto dal Prof. Mark Kotzur (allievo di Peter Häberle), University of Hamburg, nell’ambito del Dottorato di Ricerca in Diritto Pubblico dell’Università di Roma La Sapienza:
 
-      First Session – Methodological Issues in Comparative Constitutional Law: an Introduction, 3 ottobre 2016 (h 14.00-17.00); 10 ottobre 2016 (h 14.00-17.00).
-      Second Session (Seminars 3-4) - Fundamental Rights, Rule of Law and Democracy in the European Union: a Comparative Analysis Between Italy and Germany, 13 ottobre 2016 (h 13.00-15.00); 14 ottobre 2016 (h 9.00-11.00).

    Curriculum


I dati visualizzati nella sezione sono recuperati dalla Procedura Gestione Carriere e Stipendi del Personale (CSA), dalla Procedura Gestione Studenti (ESSE3), da Iris e dal Sito Docenti MIUR.
  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti