Introduzione

Il Dottorato in Scienze Cognitive è ininterrottamente attivo dal XVIII ciclo e propone una formazione ad ampio spettro a partire dal cognitive turn. Le scienze cognitive costituiscono infatti un campo di studi che non si rifà a settori specifici ma ad ambiti di ricerca rispondenti a problemi complessi e intrinsecamente multidisciplinari. L’oggetto unitario di studio è la natura e il funzionamento della mente in un qualunque sistema naturale o artificiale, ma viene qui indagato da una molteplicità di approcci. Filosofia, psicologia, neuroscienze, linguistica e informatica, costituiscono le architravi del cognitivismo classico. Più di recente esso si è esteso alle scienze sociali e a quelle dell’evoluzione, producendo nuove discipline come la bioetica, la neuroestetica, l’etologia cognitiva, la neuropedagogia: tutti oggetti della formazione dottorale qui proposta. Più che in un insieme di contenuti, le scienze cognitive si riconoscono in un metodo interdisciplinare fondato sull’integrazione tra il rigore delle scienze naturali e tecnologiche e l’ampiezza dello spettro interpretativo delle scienze umane, adottato come obiettivo formativo fondamentale del Dottorato. La ripartizione in due curricula (filosofico-naturalistico e tecnologico-sociale) coerenti per l’orizzonte contenutistico e metodologico delinea un quadro formativo del tutto congruente con il settore ERC SH4 The Human Mind and its complexity: cognition, psychology, linguistics, philosophy and education.

Curriculum 1: Filosofie del linguaggio e della mente, psicologia e scienze dell'evoluzione

Nel Curriculum 1 convergono gli interessi di ricerca in scienze cognitive pertinenti alle interazioni interdisciplinari tra le discipline filosofiche, psicologiche, pedagogiche (Area11) e quelle proprie del naturalismo scientifico, in particolare neuroscienze, etologia e biologia evoluzionista. Il metodo è teoricosperimentale e fa uso di laboratori (NISC).

Curriculum 2: Teorie e tecnologie sociali, territoriali, dei media e delle arti performative

Nel Curriculum 2 convergono gli interessi di ricerca in scienze cognitive pertinenti alle interazioni interdisciplinari tra le tecnologiche, mediatiche, sociali, territoriali ed artistiche unificate da matodologie unitarie atte ad indagare la dimensione performativa dei processi cognitivi e delle loro pratiche sociali. Il metodo è di natura teoricosperimentale ed utilizza laboratori informatici, cartografici e multimediali (videofotoweb).

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Contatti

Prof. Antonino Pennisi
Direttore del Dottorato in Scienze Cognitive
antonio.pennisi@unime.it