Introduzione

Descrizione e obiettivi del corso

Il Dottorato in Scienze Cognitive è ininterrottamente attivo dal XVIII ciclo e propone una formazione ad ampio spettro a partire dal cognitive turn. Le scienze cognitive costituiscono infatti un campo di studi che non si rifà a settori specifici ma ad ambiti di ricerca rispondenti a problemi complessi e intrinsecamente multidisciplinari. L’oggetto unitario di studio è la natura e il funzionamento della mente in un qualunque sistema naturale o artificiale, ma viene qui indagato da una molteplicità di approcci. Filosofia, psicologia, neuroscienze, linguistica e informatica, costituiscono le architravi del cognitivismo classico. Più di recente esso si è esteso alle scienze sociali e a quelle dell’evoluzione, producendo nuove discipline come la bioetica, la neuroestetica, l’etologia cognitiva, la neuropedagogia: tutti oggetti della formazione dottorale qui proposta. Più che in un insieme di contenuti, le scienze cognitive si riconoscono in un metodo interdisciplinare fondato sull’integrazione tra il rigore delle scienze naturali e tecnologiche e l’ampiezza dello spettro interpretativo delle scienze umane, adottato come obiettivo formativo fondamentale del Dottorato. La ripartizione in due curricula (filosofico-naturalistico e tecnologico-sociale) coerenti per l’orizzonte contenutistico e metodologico delinea un quadro formativo del tutto congruente con il settore ERC SH4 The Human Mind and its complexity: cognition, psychology, linguistics, philosophy and education.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti

I Dottori di ricerca in scienze cognitive trovano impiego sia nel campo della ricerca teorica ed applicata di ciascuno degli ambiti di cui le scienze cognitive sono costitute, tra cui le neuroscienze, la linguistica, l'intelligenza artificiale, la filosofia e la psicologia, sia in quello della riabilitazione e della cura alle persone nonché nel campo della tecnologia degli "artefatti cognitivi", ossia tutti quei dispositivi che mirano ad aumentare le capacità cognitive umane. Gli ambiti della ricerca prima menzionati sono tra i più densi di opportunità nel panorama di oggi. Benché siano praticati più all'estero, anche in Italia le neuroscienze, la bioingegneria e la robotica, tanto per citare alcune esperienze di sicuro riconoscimento sociale, costituiscono autentiche opportunità lavorative. Il campo della riabilitazione cognitiva è già sviluppato e presumibilmente lo sarà ancora di più in futuro, via via che crescerà la consapevolezza sociale verso le disabilità e i metodi per la loro cura. L'uso delle tecnologie degli "artefatti cognitivi", infine, si sta rivelando uno dei settori ad alta tecnologia più capaci di garantire occupazione: la costruzione di ontologie per il web, la simulazione del comportamento dei mercati, la progettazione di artefatti ergonomici sono alcuni degli esempi. Per avviare i dottorandi a intraprendere un percorso occupazionale nelle direzioni descritte il Dottorato ha intrapreso protocolli di collaborazioni, tirocinii e stage con alcune imprese.

Descrizione delle attività di formazione

Linguistica
Percorsi per l’acquisizione di competenze linguistiche, per esposizione e redazione dei risultati di ricerca. In dettaglio:
- laboratori specifici (italiano e/o inglese con supporto di lettori di madre lingua) a livelli di avanzamento; sono promosse iniziative anche in connessione con altri centri di ricerca
- addestramento all’inglese scientifico e al suo uso nei principali data-base bibliografici on-line (es.SBA, PubMed)
- soggiorni all’estero di ricerca e perfezionamento linguistico
Informatica
Percorsi per l'acquisizione di competenze informatiche per la ricerca, soprattutto software. In particolare:
- panoramica sull'utilizzo dell'informatica come veicolo di conoscenze, partendo dai database relazionali, fino ai knowledge-base logici, concludendo con sistemi di ontologie e organizzazione semantica orientati al mondo web
- corso di statistica per la ricerca sperimentale in ambito umanistico e cognitivo
- corsi di base relativi all’utilizzo di programmi per la ricerca neurocognitiva

Gestione della ricerca, della conoscenza dei sistemi di ricerca e dei sistemi di finanziamento

Valorizzazione dei risultati della ricerca e della proprietà intellettuale

L'attuale offerta del dottorato prevede due curricula:

Curriculum 1: Filosofie del linguaggio e della mente, psicologia e scienze dell'evoluzione

Curriculum 2: Teorie e tecnologie sociali, territoriali, dei media e delle arti performative

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Contatti

Prof.ssa Alessandra Falzone
Coordinatrice del Dottorato in Scienze Cognitive
amfalzone@unime.it