Offerta formativa e articolazione in CFU
Offerta formativa e articolazione in CFU
 
L’impegno complessivo è di 180 crediti formativi, distribuiti uniformemente sui tre anni di corso (60 CFU per ogni singolo anno). L’attività formativa prevede l’acquisizione di 36 CFU annui ottenuti grazie alla frequenza di attività formative offerte dall’Università Messina e/o da parte delle Università italiane ed estere partecipanti al Dottorato.

I 36 CFU del primo, secondo e terzo anno, dovranno essere conseguiti con la frequenza di lezioni, attività formative e di training, seminari di approfondimento nelle aree disciplinari (SSD) dei singoli indirizzi. Ogni CFU equivale a 6 ore di lezioni frontali. Il restante numero di crediti formativi (24 CFU) nei primi due anni viene attribuito dal collegio docenti alle attività connesse con la ricerca specifica dei singoli dottorandi, incluse le attività di partecipazione a congressi, seminari, scuole, soggiorni all’estero.

Le attività di formazione saranno designate nello specifico per ogni singolo Dottore di Ricerca, e parte del suo piano individuale della carriera che sarà definito dai co-tutori entro il primo anno di attività. Le attività specifiche terranno conto sia delle capacità ed esperienze individuali che della ricerca che dovrà essere fatta e metodologie relative. Il piano di carriera definirà anche i periodi di scambio e formazione nelle istituzioni ospitanti, in particolare quelli che partecipano al dottorato.

I 36 crediti formativi annuali saranno articolati come di seguito:

  • Corsi formativi di base, tra quelli disponibili presso l'Università, per approfondire le conoscenze di base teorico-sperimentali relative all'ambito scientifico in cui viene fatta la tesi di Dottorato (6 CFU)
  • Corsi specialistici dedicati all'acquisizione delle conoscenze relative alle metodologie sperimentali da utilizzare nell'ambito della ricerca per la tesi di Dottorato (18 CFU)
  • Training formativi dedicati agli aspetti relativi alla sicurezza nella sperimentazione, ricerca in ambito accademico ed industriale, quaderni di laboratorio e registrazione delle attività di ricerca, confidenzialità e gestione proprietà intellettuali, etica della ricerca (6 CFU)
  • Corsi integrativi linguistici (6 CFU)
Gli ulteriori 24 crediti formativi sono così distribuiti:
  •  attività individuale di ricerca, da discutere nella relazione per il passaggio agli anni successivi al primo (12 CFU)
  • stesura rapporti sull'attività effettuata durante la tesi (4 CFU)  
  •  partecipazione ad attività connesse con la ricerca a scelta del dottorando: convegni, congressi, soggiorni all’estero, meetings di progetti internazionali (8 CFU)
Per l’ultimo anno di corso 16 CFU vengono attribuiti alla stesura della tesi di Dottorato e i restanti 8 CFU vengono attribuiti alle attività a scelta del dottorando.

Legenda per l’attribuzione dei crediti alle attività formative a scelta

I crediti formativi saranno attribuiti dal Consiglio del Dottorato in base alla valutazione specifica dell'attività (durata, tipologia, qualità, contributo specifico del Dottorando)

  • Partecipazione a convegno, congresso o seminario, meetings di progetto (da 1 a 4 CFU)
  • Soggiorno di ricerca all’estero (da 2 a 8 CFU)
  • Frequenza di corsi di specializzazione o di attività formative certificabili connesse con l’attività formativa e di ricerca (da 1 a 4 CFU)
  • Pubblicazione di articoli scientifici su rivista o di capitoli di libro (si considererà la data di accettazione) (da 1 a 6 CFU)
  •  Attività di tutorato degli studenti nei corsi di Laurea e Laurea magistrale dell’Università di Messina (da 1 a 3 CFU)
  • Attività di didattica integrativa (da 1 a 4 CFU).
Si precisa che le attività formative a scelta non possono superare la totalità di 8 CFU per ogni singolo anno di corso. I crediti formativi in esubero, dunque, non saranno computati ai fini del raggiungimento della soglia annua.

Il Collegio del Corso di Dottorato in "ADVANCED CATALYTIC PROCESSES FOR USING RENEWABLE ENERGY SOURCES" (ACCESS) approva le attività didattiche associate ad ogni anno di corso (Piano delle Attività), e definisce per i crediti formativi a scelta i CFU da attribuire nel range definito. Le attività possono prevedere un esame o verifica con idoneità da parte dei singoli docenti. I crediti relativi ai corsi istituzionali sono specificati nel Manifesto degli Studi annuale e hanno valore nell’anno in cui il corso è frequentato. La lingua ufficiale è inglese, eccetto per corsi formativi di base, tra quelli disponibili presso l'Università, nel cui caso è normalmente la lingua italiana. Questi corsi sono selezionati previa verifica da parte dello studente del Dottorato a seguire il corso in questa lingua. Il Calendario delle lezioni sarà pubblicizzato sulla pagina WEB del Dottorato https:// /www.unime.it/it/dottorato/advanced-catalytic-processes-using-renewable-e... nella sezione Didattica erogata

Offerta Formativa Prevista
 

1° Anno

Denominazione attività/insegnamento CFU SSD Ore Lezione frontale
Corso formativo di base: Complementi di Chimica Industriale 6 CHIM/04 36
Corso specialistico: Sintesi di nanomateriali ed elettrodi 6 CHIM/04 36
Corso specialistico: Reattoristica ed elaborazione cinetica 6 ING-IND/25 36
Corso specialistico: Caratterizzazione avanzata di nanomateriali 6 CHIM/04 36
Training formativo: Sicurezza nella sperimentazione e laboratorio 6 CHIM/04 36
Corso integrativo linguistico 6    
Attività individuale di ricerca 12    
Stesura rapporto attività di tesi 4    
Attività formative a scelta 8    
 

 
I corsi previsti potranno essere eventualmente divisi in moduli didattici. Le attività di formazione saranno designate nello specifico per ogni singolo Dottore di Ricerca, e saranno parte del piano individuale della carriera che sarà definito entro il primo anno di attività. Le attività specifiche terranno conto sia delle capacità ed esperienze individuali che della ricerca che dovrà essere fatta e metodologie relative. Variazioni al piano delle attività, nel rispetto dei CFU, potranno quindi essere adottate ai fine di un migliore adeguamento alle specifiche esigenze della formazione del Dottorando.  Il piano di carriera definirà anche i periodi di scambio e formazione nelle istituzioni ospitanti, in particolare quelli che partecipano al dottorato.
 
Modalità di scelta del soggetto della tesi
I vincitori dell'ammissione al Dottorato, in base all'ordine determinato al momento della selezione, potranno scegliere tra una serie di temi di ricerca in numero minimo eguale al numero dei posti a concorso, con indicazione dei co-tutori, il periodo previsto di mobilità ed attività prevista, le conoscenze richieste per la tematica.
 
Modalità delle verifiche per l'ammissione all'anno successivo
Presentazione di un rapporto sulle attività sperimentali effettuate, dei corsi e training seguiti, delle attività formative addizionali, incluse meeting, conferenze, Summer School, etc. e presentazione orale con discussione dei risultati al Consiglio del Dottorato.
 

 

2° Anno

Denominazione attività/insegnamento CFU SSD Ore Lezione frontale
Corso formativo di base: Catalisi Industriale 6 CHIM/04 36
Corso specialistico: Processi di trasporto di carica in materiali     6 FIS/01 36
Corso specialistico: Ingegneria e progettazione di nanomateriali 6 ING-IND/27 36
Corso specialistico: Metodologie avanzate analitico-industriali 6 CHIM/04 36
Training formativi: ricerca in ambito accademico ed industriale, quaderni di laboratorio e registrazione delle attività di ricerca 6 CHIM/04 36
Corso integrativo linguistico 6    
Attività individuale di ricerca 12    
Stesura rapporto attività di tesi 4    
Attività formative a scelta 8    
 

 
I corsi previsti potranno essere eventualmente divisi in moduli didattici. Le attività di formazione saranno designate nello specifico per ogni singolo Dottore di Ricerca, e saranno parte del piano individuale della carriera. Variazioni al piano delle attività, nel rispetto dei CFU, potranno quindi essere adottate ai fine di un migliore adeguamento alle specifiche esigenze della formazione del Dottorando. Il piano individuale della carriera, oltre ai corsi da seguire, definirà anche nello specifico le varie attività complementari previste, quale partecipazione a congressi, Summer School, meeting di progetti nel cui ambito è svolta la tesi, attività complementari previste per gestione della ricerca, collaborazioni per la ricerca, soggiorni brevi per attività di ricerca e programma mobilità.
 
Modalità di preparazione della tesi
L'attività di tesi, sulla tematica scelta, sarà a carattere sperimentale-teorico, sotto la supervisione di almeno due co-tutori, uno dell'Università di Messina ed un secondo dell'Università od Industria in cui il Dottorando trascorrerà un periodo di mobilità di almeno 3 mesi, ma tipicamente di un anno. E' prevista una riunione periodica in cui il Dottorando riferirà le attività effettuate ai co-tutori e discuterà l'ulteriore sperimentazione da effettuare. Il Dottorando sarà anche affiancato da ricercatori esperti per il training su specifiche attività necessarie alla sua sperimentazione. 
 
Modalità delle verifiche per l'ammissione all'anno successivo
Presentazione di un rapporto sulle attività sperimentali effettuate, dei corsi e training seguiti, delle attività formative addizionali, incluse meeting, conferenze, Summer School, etc. e presentazione orale con discussione dei risultati al Consiglio del Dottorato.

 

3° Anno

 

Denominazione attività/insegnamento CFU SSD Ore Lezione frontale
Corso formativo di base: Progettazione processi sostenibili 6 CHIM/04 36
Corso specialistico: Metodologie di testing di elettrodi e catalizzatori 6 CHIM/04 36
Corso specialistico: Progettazione di dispositivi per transizione energetica e l'uso diretto di energia rinnovabile 6 ING-IND/25 36
Corso specialistico: Analisi della relazione struttura-reattività  6 CHIM/04 36
Training formativo: confidenzialità e gestione proprietà intellettuali, etica della ricerca 6 CHIM/04 36
Corso integrativo linguistico 6    
Stesura tesi Dottorato 16    
Attività formative a scelta 8    
 

 

I corsi previsti potranno essere eventualmente divisi in moduli didattici. Le attività di formazione saranno designate nello specifico per ogni singolo Dottore di Ricerca, e saranno parte del piano individuale della carriera. Variazioni al piano delle attività, nel rispetto dei CFU, potranno quindi essere adottate ai fine di un migliore adeguamento alle specifiche esigenze della formazione del Dottorando.

 

Modalità di ammissione all'esame finale
Lo studente viene ammesso all'esame finale se i) passa positivamente l'esame di valutazione delle attività del terzo anno, fatto con le stesse modalità indicate negli anni precedenti per l'ammissione all'anno successivo, ii) ottiene una valutazione positiva di ammissione all'esame finale da parte dei co-tutori, iii) ottiene una valutazione positiva da parte di almeno due referee esterni, sulla base della tesi di Dottorato che è stata inviata a loro, e iv) ha ottenuto un numero minimo di pubblicazione e/o partecipazione a conferenza, secondo le indicazioni contenute nel piano individuale della carriera sulla base delle caratteristiche dell'argomento della tesi di Dottorato. Il Consiglio di Dottorato valuterà, sulla base di queste indicazioni, l'ammissione all'esame finale, eventualmente soggetta alla revisione della tesi di Dottorato.

 

Modalità di svolgimento dell'esame finale
L'esame finale consisterà in una presentazione pubblica dell'attività di ricerca e formativa effettuata nell'ambito della tesi di Dottorato, in fronte ad una Commissione di valutazione indicata dal Consiglio di Dottorato, che comprende almeno un membro non italiano e che esclude la partecipazione dei co-tutori. A seguito della presentazione, vi sarà una discussione del candidato delle domande presentate dai membri della commissione di valutazione, a cui è stato fornito una motivata valutazione delle tesi da parte dei co-tutori e dei referee esterni.  

 

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti