Erasmus: What and How

Erasmus+ è il programma per gli scambi interculturali dell'Unione Europea inerente l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport per il periodo 2014-2020. Fra gli obiettivi del programma vi è quello di offrire maggiori opportunità di mobilità ai fini dell'apprendimento e rafforzare la cooperazione tra mondo dell'istruzione e della formazione e mondo del lavoro. Le mobilità possono prevedere un periodo di studio presso un istituto partner o un tirocinio o l'acquisizione di esperienza quale assistente o tirocinante all'estero. E' sostenuta inoltre la mobilità organizzata sulla base di diplomi congiunti, doppi o multipli di alta qualità. Il sito ufficiale di riferimento dove reperire tutte le informazioni sul programma ERASMUS+ è il Portale di Ateneo sezione INTERNATIONAL. Questa pagina serve solo a facilitare la comprensione iniziale del processo ERASMUS+ agli studenti, che devono comunque leggere la documentazione ufficiale, l'unica che fa testo ai fini dello scambio.

Cosa deve fare lo studente:

  1. Decide se trascorrere un semestre di studio, sviluppare la tesi o un tirocinio all'estero. In base a questa scelta dovrà attendere il relativo bando pubblicato dall’Ateneo;
  2. Sceglie una destinazione in base a: a) le competenze linguistiche di cui è in possesso, b) le discipline che intende studiare all’estero (in caso di Erasmus+ studio) oppure le attività che intende svolgere (tirocinio oppure tesi di laurea);
  3. Presentare domanda entro I termini di scadenza del bando. Ai bandi (studio o tirocinio) viene data ampia risonanza a cura dell’Unità Operativa Relazioni Internazionali e dei referenti dipartimentali;
  4. In caso di ammissione lo studente sottoscrive un contratto di accettazione con l'Ateneo;
  5. D’accordo con il referente del Corso di Laura redige il "Learning Agreement" in cui sono indicate le discipline da studiare all’estero. Gli esami sostenuti con esito positivo all’estero vengono riconosciuti automaticamente al rientro dello studente in sede. E’ bene ricordare che le discipline studiate all’estero devono essere viste come una estensione dell’insieme delle discipline a disposizione in sede e non una semplice sostituzione;
  6. Rispettare le condizioni del contratto e del Learning Agreement per ricevere la borsa di studio Erasmus+ comprensiva dei contributi dell’Ateneo e del Dipartimento MIFT;

Cosa fare prima di presentare la domanda:

  1. Pianificare con cura il periodo all’estero (cosa fare, quando farlo)
  2. Dotarsi delle necessarie competenze linguistiche con largo anticipo anche in funzione della sede
  3. Controllare la pubblicazione dei bandi
  4. Consultare I referenti per l’internazionalizzazione del Corso di Laurea, del Dipartimento MIFT e dell’Ateneo.

Per un elenco delle sedi consorziate, si prega di scaricare il documento al link in fondo alla pagina.
Ulteriori informazioni sono reperibili sui siti dei singoli Corsi di Studio

Referente: Prof. G. Fiumara
Delegato Internazionalizzazione del MIFT

Documento aggiornato al 27 giugno 2018

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Contatti