Tirocini a distanza e attività sostitutive. NEWS

In seguito alle più recenti disposizioni dell’Ateneo [Nota Rettorale del 16 novembre 2020] tutte le attività formative di tirocinio curriculare previste dal Regolamento dei corsi di studio e quelle extra piano, comunque finalizzate al conseguimento dei crediti formativi da parte dello studente, devono svolgersi in modalità a distanza.
Nel caso di tirocinio svolto nella misura del 60% del totale delle ore previste, alla data della nota Rettorale, si considera effettuato l'intero tirocinio previsto dal Corso di studio e sarà considerato valido per l'acquisizione dei crediti formativi previsti.
In caso contrario, ai fini del raggiungimento della misura del 60% del totale delle ore previste, le ore di tirocinio mancanti potranno essere completate con le seguenti modalità:
a) seguendo laboratori formativi in attività trasversali al cui svolgimento l'Università concorre, anche in collaborazione con Enti esterni, ed ai quali vengono riconosciuti crediti formativi;
b) concordando con il tutor universitario e/o con quello aziendale prove/attività sostitutive a distanza;
c) chiedendo al Corso di Studio il riconoscimento di attività formative svolte all’esterno dell' Ateneo e coerenti con il progetto formativo.
I tirocini di nuova attivazione potranno avviarsi esclusivamente se è possibile lo svolgimento delle attività a distanza, e previa verifica di coerenza delle attività da erogare "da remoto" con le finalità del percorso formativo.

Sostituzione del tirocinio con altre attività
Gli studenti che devono sostenere l'esame di laurea nelle sessioni di dicembre 2020 e di marzo 2021, ai fini del raggiungimento della misura del 60% del totale delle ore di tirocinio previste, devono acquisire i CFU relativi al tirocinio curriculare, ove non già svolto nella misura del 60%, potranno sostituirlo fino al raggiungimento di detta percentuale con altre attività anche di tipo pratico (esercitazioni, seminari, laboratori etc.) autorizzate dal Coordinatore del Corso di laurea.
Per ulteriori informazioni si rinvia alla pagina dedicata alle Attività sostitutive del tirocinio.

Formazione obbligatoria sulla sicurezza del lavoro
Si richiama l’attenzione anche sulla necessità, secondo le indicazioni del COP Unime, di dare attuazione a quanto stabilito dal D.Lgs. 81/2008 e dall'Accordo Conferenza Stato Regione e Province autonome del 25 luglio 2012, in base ai quali l'Università, quale ente promotore, è tenuto a fornire ai tirocinanti una formazione generale in materia di sicurezza sul lavoro di 4 ore.
Pertanto, per ogni avvio di tirocinio di formazione ed orientamento, il Coordinatore del Corso deve inoltrare al COP l’elenco nominativo degli studenti che sono in procinto di svolgere il tirocinio, specificando se siano in possesso di un attestato di formazione sulla sicurezza del lavoro o meno.
Gli studenti che ne siano sprovvisti dovranno fruire della formazione obbligatoria prima dell’avvio del tirocinio. Il COP provvederà ad attivare gli Uffici competenti [Servizio Prevenzione e Protezione dell'Ateneo] per la programmazione e l’erogazione del corso obbligatorio sulla sicurezza del lavoro propedeutico all’avvio del tirocinio.
Lo svolgimento a distanza del tirocinio non esonera dal corso che, in ogni caso, è una formazione utile e necessaria e per la quale riceverete un attestato.

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti