Debito OFA: prorogata al 31 marzo 2022 la scadenza per gli studenti immatricolati al I anno nel 2020/21

Con delibera del Senato Accademico del 28 dicembre 2021, è stata prorogata al 31 marzo 2022 la scadenza per assolvere il debito OFA da parte degli studenti immatricolati al I anno nel 2020/21. Si ricorda che il mancato assolvimento del debito OFA entro tale termine, per gli studenti immatricolati al I anno nel 2020/21 determinerà sul libretto ESSE3, per l’a.a. 2021-2022, lo stato di studente-ripetente al 1° anno. Gli studenti possono ancora assolvere il debito attraverso due diverse modalità (valide anche per gli studenti immatricolati al I anno del CdS nell'a.a. 2021-2022, i quali possono però provvedere entro il 31/12/2022):

· Secondo quanto deliberato dal Senato Accademico nella seduta dell’8 aprile 2020, sostenendo l’esame individuato da ciascun CdS:

· Per il CdS in Beni archeologici: territorio, insediamenti, cultura materiale: Letteratura italiana

· Per il CdS in Filosofia: Introduzione alla Storia della Filosofia

· Per il CdS in Lettere: Letteratura italiana

· Per il CdS in Lingue, Letterature straniere e Tecniche della Mediazione linguistica: Lingua inglese I

· Per il CdS in Scienze dell’Informazione: Comunicazione pubblica e Tecniche giornalistiche: C.I. Sociologia e Comunicazione (oppure Sociologia della Comunicazione per gli studenti immatricolati al I anno del CdS nell'a.a. 2021-2022)

L’assolvimento degli OFA potrà essere attestato dal docente, secondo la sua valutazione, anche in caso di mancato superamento dell’esame utile per valutare il debito. Il docente, infatti, potrà annotare nel registro che, pur a fronte del mancato superamento dell’esame, il debito OFA risulta assolto.

· Superando il test TOLC-SU (Test Online Cisia). https://www.unime.it/sites/default/files/Presentazione%20Informazioni%20...

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Contatti

Gli Uffici dei Dipartimenti amministrativi che curano la gestione delle carriere di studenti, specializzandi e dottorandi, fino a nuova disposizione, garantiranno i servizi di ricevimento dell’utenza esclusivamente con modalità telematica. A tal fine, sono già stati potenziati i servizi di comunicazione digitale quali Live chat d’Ateneo e Conference Call con studenti mediante Teams.