Il Teatro della Commedia Il Purgatorio . Laboratorio teatrale sui versi di Dante

Il Teatro della Commedia
Il Purgatorio

Laboratorio teatrale sui versi di Dante
a cura di Dario Tomasello e Paolo Pizzimento

Luogo: Dipartimento di Scienze Cognitive, Psicologiche, Pedagogiche e degli Studi Culturali (Via Concezione 6).
Periodo: Ottobre – Dicembre 2019
Allievi: Studenti dell’Università di Messina e delle Scuole Medie Superiori di Messina (15 attori, 30 uditori).
Informazioni: orientamento@unime.it; 090/6768272

Il presente progetto, sviluppato nell’ambito delle iniziative di orientamento in ingresso del DAMS, intende portare avanti le attività laboratoriali già dedicate all’Inferno e culminate nelle performance ospitate dal Dipartimento di Scienze Cognitive e dal CUS di Messina tra giugno e luglio 2019.
Oggetto di questo nuovo piano di lavoro sarà la seconda cantica della Divina Commedia, il Purgatorio.
L’idea alla base di questa iniziativa poggia – a maggior ragione adesso, dopo i positivi riscontri della prima parte del Teatro della Commedia – sulla necessità improrogabile di leggere Dante, di appropriarsi di Dante, di rincontrarlo oggi conoscendo la distanza che ci separa da lui, ovvero un tempo lunghissimo capace paradossalmente di dirci, attraverso il Poema sacro, l’essenziale sul presente; proprio perché l’opera dantesca, a dispetto di tante facili esegesi, di contemporaneo non ha niente. Questa distanza pretende, dunque, uno sforzo; ma è uno sforzo che, appunto, va affrontato sul terreno del confronto diretto con il Poeta, nella consapevolezza dell’urgenza, cui ci si richiama, di mettersi in cammino.
Il modello di questa iniziativa è rappresentato dal «Cantiere Dante», che una delle più importanti realtà teatrali italiane, il «Teatro delle Albe» di Ravenna, sta portando avanti dal 2017. I fondatori della Compagnia, Marco Martinelli ed Ermanna Montanari dichiarano che il teatro è presente nella sostanza più intima del lavoro dantesco. La parola théatron, che significa “visione”, racchiude proprio quella che Dante definisce la «mirabile visione»: mirabile teatro, quindi, capace di accogliere nel suo campo visivo l’umanità intera nelle sue molteplici esperienze.
Il Teatro della Commedia ha esplorato, con gli studenti messinesi, il basso osceno e sanguinante dell’Inferno; si apre, adesso, al trascolorare malinconico del Purgatorio prima di ascendere al Paradiso, là dove visione e parola si trasmutano nell’indicibile.
Noi proveremo a continuare il viaggio intrapreso, a esplorare ancora una volta la sostanza intrinsecamente drammatica della scrittura dantesca, riunendo un gruppo selezionato di studenti dell’Ateneo messinese e dei principali Istituti superiori cittadini (in un numero non superiore a 15 per quanto riguarda gli attori e di 30 per gli uditori).
La modalità di selezione insiste sulla diretta proposta da parte dei docenti di lettere e di filosofia dei singoli istituti, con la possibilità di un’ulteriore scrematura (in caso di un numero di studenti selezionati superiore a quello preventivato). In caso di richieste superiori al numero di posti disponibili, gli studenti verranno ammessi tenendo conto, nell’ordine, dei seguenti criteri:
    •    media ottenuta nell’anno scolastico 2017/2018;
    •    minore età in caso di posizione ex aequo.
Il laboratorio culminerà con una dimostrazione di lavoro conclusiva prevista nel periodo natalizio e ospitata dalle strutture del CUS di Messina. Una performance capace di coinvolgere la città nell’itinerario intrapreso.

CALENDARIO DEGLI INCONTRI
(passibile di eventuali variazioni)

Giovedì 24 ottobre
Giovedì 31 ottobre
Giovedì 7 novembre
Giovedì 14 novembre
Giovedì 21 novembre
Giovedì 28 novembre
Giovedì 5 dicembre
Giovedì 12 dicembre
Dimostrazione finale: 19 dicembre

 

Allegati: 
Giovedì, Ottobre 24, 2019
  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti