Offerta Didattica

 

CIVILTÀ LETTERARIA DELL'ITALIA MEDIEVALE E MODERNA

LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA

Classe di corso: LM-14 - Filologia moderna
AA: 2021/2022
Sedi: MESSINA
SSDTAFtipologiafrequenzamoduli
L-FIL-LET/11CaratterizzanteLiberaLiberaNo
CFUCFU LEZCFU LABCFU ESEOREORE LEZORE LABORE ESE
6600363600
Legenda
CFU: n. crediti dell’insegnamento
CFU LEZ: n. cfu di lezione in aula
CFU LAB: n. cfu di laboratorio
CFU ESE: n. cfu di esercitazione
FREQUENZA:Libera/Obbligatoria
MODULI:SI - L'insegnamento prevede la suddivisione in moduli, NO - non sono previsti moduli
ORE: n. ore programmate
ORE LEZ: n. ore programmate di lezione in aula
ORE LAB: n. ore programmate di laboratorio
ORE ESE: n. ore programmate di esercitazione
SSD:sigla del settore scientifico disciplinare dell’insegnamento
TAF:sigla della tipologia di attività formativa
TIPOLOGIA:LEZ - lezioni frontali, ESE - esercitazioni, LAB - laboratorio

Obiettivi Formativi

Il corso si propone di consolidare la conoscenza della letteratura italiana dal Novecento ai giorni nostri, favorendo il raggiungimento di mature competenze di carattere metodologico. Attraverso lo studio di movimenti e autori canonici, che, per la complessità e stratificazione del loro sistema testuale possono meglio prestarsi a strategie di analisi più specialistiche, si mira ad affinare la strumentazione teorica e tecnica e potenziare le capacità interpretative. Alla fine dell’insegnamento lo studente avrà acquisito un bagaglio culturale ed espressivo adeguato agli argomenti trattati, che lo metta in condizione di operare con autonomia di giudizio e arricchire la propria abilità comunicativa

Learning Goals

The course aims to strengthen the knowledge of Italian literature from the twentieth century to the present day and to promote the achievement of mature methodological skills. Through the study of canonical authors suitable, due to the complexity and stratification of their textual system, to exercise more specialized strategies of analysis, aims to refine the theoretical and technical instrumentation and improve interpretative skills. At the end of the teaching, the student will have acquired a cultural and expressive background appropriate to the topics treated, which will enable him to operate with autonomy of judgment and enrich his communicative ability

Metodi didattici

Lezioni frontali con materiali forniti in forma cartacea o su piattaforma elettronica

Teaching Methods

Lectures, texts delivered on paper or electronic devices

Prerequisiti

Conoscenze di base del quadro storico-letterario del Novecento italiano ed europeo

Prerequisites

Basic knowledge of 20th century Italian and European literary history

Verifiche dell'apprendimento

Colloquio finale (nelle date del calendario ufficiale) sugli argomenti oggetto del corso, durante il quale si accerterà la conoscenza dei contenuti del programma d’esame e l’autonoma capacità di rielaborarli criticamente

Assessment

Oral exam at the end of the course (on the dates in the official timetable) which aims to assess the knowledge of the topics in the program and the autonomous ability to critically elaborate them

Programma del Corso

TITOLO: Scritture del paesaggio nella letteratura italiana novecentesca. Il corso mira a mappare e interpretare criticamente le principali peculiarità del "landscape writing" nella letteratura italiana della seconda metà del ventesimo secolo con qualche breve rimando ad alcuni testi degli anni Zero. Ci si soffermerà soprattutto sui procedimenti visuali di tipo ecfrastico (Quasimodo), pittorico (C. Levi / Romano) e/o fototestuale (Romano) messi in atto dagli scrittori nei loro testi a “dominante descrittiva” con particolare riguardo ai paesaggi montani e a quelli mediterranei tra Grecia e Magna Grecia. Un altro importante filone d’indagine sarà quello eco-letterario, inerente cioè la disamina di alcune opere da cui emerge un diffuso interesse verso la questione ambientale (Levi / Zanzotto.), di cruciale importanza nella società odierna.

Course Syllabus

TITLE: Landscape writings in twentieth-century Italian literature. ABSTRACT: The course aims to map and critically interpret the main peculiarities of landscape writing in the Italian literature of the second half of the 20th century with some brief references to some texts of the 2000s. We will focus mainly on the visual procedures of the ecphrastic type (Quasimodo), pictorial type (C. Levi / Romano) and/or phototextual type (Romano) implemented by the writers in their “descriptive dominant” texts with particular regard to the mountain and Mediterranean landscapes between Greece and Magna Graecia. Another important line of investigation will be the eco-literary one, that is, inherent in the examination of some works from which a widespread interest in the environmental issue emerges (Levi / Zanzotto.), which is of crucial importance in today’s society.

Testi di riferimento: Andrea Zanzotto, Dietro il paesaggio (1951), a cura di Emanuele Zinato, Padova University Press, Padova 2021; Luoghi e paesaggi, a cura di Matteo Giancotti, Bompiani, Milano 2016. Salvatore Quasimodo, dalle Poesie: Il falso e vero verde (1956); La terra impareggiabile (1958), in Id., Poesie e discorsi sulla poesia, a cura di G. Finzi, Mondadori (“I Meridiani”), Milano 2005, pp. 159-232. Dai Discorsi sulla poesia: Una poetica (1950, ivi, pp. 279-281). Carlo Levi, Cristo si è fermato a Eboli (1945), Einaudi, Torino 2014; Sul disegno di legge “Costituzione di una Commissione di indagine per la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico, archeologico, artistico e del paesaggio”. (Senato della Repubblica, seduta del 14 aprile 1964) in Rosalba Galvagno, Mitografie di Carlo Levi, Biblioteca di Sinestesie, Avellino 2021, pp. 305-326. Lalla Romano, La penombra che abbiamo attraversato (1972), in Ead., Opere, a cura di Cesare Segre, Mondadori (“I Meridiani”), Milano 2001, vol. I, pp.855-1039; Ead., Nuovo romanzo di figure, Einaudi, Torino 1997 (studio di almeno dieci fototesti). Lo studente leggerà integralmente due delle seguenti opere in un’edizione a sua scelta: A. Zanzotto, Galateo in bosco; C. Levi, Le parole sono pietre; L. Romano, Diario di Grecia o Ead., Le lune di Hvar; G. Bassani, Italia da salvare. Scritti civili e battaglie ambientali; P.P. Pasolini, Scritti corsari; I. Calvino, La formica argentina; La nuvola di smog; La poubelle agréée (dai Racconti) o Id., La speculazione edilizia; A. Ortese, Le Piccole Persone. In difesa degli animali e altri scritti; M. Rigoni Stern, Le vite dell’altipiano. Racconti di uomini, boschi e animali; S. D’Arrigo, Horcynus Orca; P. Cognetti, Otto montagne; A. Lanza, Suite Etnapolis. STUDI CRITICI: Per un inquadramento teorico sul paesaggio letterario e sull’ecocritica lo studente leggerà: Michael Jakob, Paesaggio e letteratura, Olschki, Firenze 2017 (studio del capitolo primo, Il concetto, pp. 7-49) e Niccolò Scaffai, Ecologia e modernità nel Novecento letterario italiano, in Id., Letteratura e ecologia. Forme e temi di una relazione narrativa, Carocci, Roma 2017, pp. 167-218. Per un approfondimento su Zanzotto: Andrea Cortellessa, Zanzotto. Il canto nella terra, Laterza, Bari 2021 (lettura complessiva e approfondimento di due capitoli a scelta); Matteo Giancotti, Radici, eradicazioni. Introduzione a A. Zanzotto, Luoghi e paesaggi, cit., pp. 5-26; Giulio Iacoli, Verso una definizione per le poetiche paesaggistiche. Jaccottet, Zanzotto e le prose rivelatrici, in Id., A verdi lettere. Idee e stili del paesaggio letterario, Franco Cesati, Firenze 2016, pp. 49-65. Per lo studio critico di Quasimodo: Gilberto Finzi, Itinerario di Salvatore Quasimodo, in S. Quasimodo, Poesie e discorsi sulla poesia, cit., pp. XXI-XLVI; Novella Primo, “Dilegua l’età dell’alloro”. Salvatore Quasimodo tra Grecia e Sicilia, «Chroniques Italiennes», vol. 24, 2012, pp. 1-19. Per un approfondimento su Lalla Romano: Cesare Segre, Introduzione a L. Romano, Opere, cit., pp. XI-LVIII; Monica Farnetti, Riscattare fotografie. I romanzi di figure di Lalla Romano in Anna Dolfi (a c. di), Letteratura e fotografia II, Bulzoni, Roma 2005, pp. 91-106. Per Carlo Levi: Rosalba Galvagno, Mitografie di Carlo Levi, cit. (cap. I Sul confino, pp. 23-86 e cap. III, Sull’arte e il ritratto. L’arte e gli italiani, pp. 185-229). Lo studente approfondirà lo studio del profilo bio-bibliografico di ciascuno degli autori in programma (Zanzotto, Quasimodo, C. Levi, Romano e i due scrittori delle opere a scelta); i testi di difficile reperibilità e/o altro materiale integrativo potranno essere forniti nel corso delle lezioni e resi disponibili nella piattaforma e-learning” (o comunque su una piattaforma web istituzionale).

Elenco delle unità didattiche costituenti l'insegnamento

Docente: NOVELLA PRIMO

Orario di Ricevimento - NOVELLA PRIMO

GiornoOra inizioOra fineLuogo
Giovedì 11:00 13:00Stanza 565
Note: La docente riceve previo appuntamento da concordare scrivendo all'indirizzo di posta elettronica novella.primo@unime.it.
  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti