Offerta Didattica

 

[1063/2014] - INGEGNERIA E SCIENZE INFORMATICHE

Classe: 
LM-32 Ingegneria Informatica & LM-18 Informatica
Codice Corso: 
1063
Ordinamento: 
2014
Anno Accademico: 
2020
Sede: 
Università degli Studi di Messina
Coordinatore: 

Prof. Dario Bruneo

Lingua: 
Inglese
Laboratori e Aule Informatiche: 
Biblioteche: 
Sale studio: 

Prova finale

Per essere ammesso a sostenere la prova finale per il conseguimento della Laurea Magistrale in Ingegneria e Scienze Informatiche, lo studente deve avere acquisito tutti i crediti previsti dal Manifesto degli Studi, ad eccezione di quelli assegnati alla prova finale, ed essere in regola con il pagamento delle tasse e dei contributi universitari.

La prova finale per il conseguimento della Laurea Magistrale consiste nella discussione pubblica della tesi, anche mediante supporto multimediale, e prevede domande da parte della Commissione. Ai fini del superamento della prova finale è necessario conseguire il punteggio minimo di 66/110. Il punteggio massimo è di 110/110 con eventuale attribuzione della lode.

Requisiti

Per l’ammissione al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria e Scienze Informatiche si richiede:

- il possesso di laurea triennale nelle classi L-8 o L-31 conseguita su tutto il territorio nazionale che garantisce accesso diretto al CdS magistrale;
oppure
- il possesso di laurea triennale o diploma universitario o titolo di studio equivalente di durata triennale, conseguiti su tutto il territorio nazionale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo e un numero minimo di CFU pari a 30 tra i seguenti settori scientifico disciplinari:
◦ MAT/02; MAT/03; MAT/05; MAT/07; FIS/01;
 e un numero minimo di CFU pari a 40 tra i seguenti settori scientifico disciplinari:
◦ ING-INF/01; ING-INF/04; ING-INF/05; INF/01;

La verifica della preparazione dello studente (ex art. 6, comma 2 della 270/04) viene effettuata, dopo l’immatricolazione, da un’apposita Commissione nominata in seno al Consiglio di CdS.

La verifica risulta soddisfatta per coloro che abbiano riportato una votazione di laurea triennale maggiore o uguale ad 85 su 110 e un livello di conoscenza della lingua inglese B2, attestato dal superamento di esami o di prove idoneative universitarie o da attestazioni riconosciute a livello europeo o internazionale.
Nell’eventualità che dalla verifica emergano carenze nella preparazione, il Consiglio di CdS, su proposta della Commissione, individua dei percorsi integrativi all’interno della laurea magistrale dipendenti dal risultato della verifica della personale preparazione, che devono comunque condurre al conseguimento della laurea magistrale con 120 CFU, senza attività formative aggiuntive.

Obiettivi

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria e Scienze Informatiche si propone di completare i percorsi didatticoculturali iniziati con le lauree triennali nelle classi L-8 ed L-31, e formare professionisti dell'Informatica con competenze specifiche e capacità progettuali.
Lo sviluppo del corso con modalità interclasse consente di stabilire una più forte e proficua interazione tra le aree disciplinari afferenti alle due classi e un arricchimento delle tematiche relative al moderno approccio del realizzare e gestire sistemi informatici complessi.
I laureati magistrali otterranno competenze in: analisi e formalizzazione di problemi complessi, in vari contesti applicativi; progettazione e sviluppo di algoritmi e di sistemi informatici di elevata qualità, anche di tipo innovativo, per la loro soluzione; progettazione in ambiti correlati con l'informatica, nei settori dell'industria, dei servizi, dell'ambiente, della sanità, dei beni culturali e della pubblica amministrazione.

Il corso mira a fornire competenze in:
- sistemi distribuiti, con particolare riferimento al cloud computing e condivisione delle risorse, e alla configurazione e gestione di sistemi di calcolo adattabili alle esigenze degli utenti;
- sistemi wireless e internet delle cose, acquisizione delle competenze per la gestione e l'analisi di big data generati da oggetti collegati in Internet;
- sistemi multimediali, approfondendo in particolare le tematiche relative al web;
- aspetti teorico-scientifici della matematica e delle altre scienze di base e la capacità di utilizzare tale conoscenza per interpretare e descrivere problemi complessi e/o che richiedono un approccio interdisciplinare;
- aspetti teorico-scientifici dell'ingegneria, sia in generale sia in modo approfondito relativamente a quelli dell'ingegneria informatica, e la capacità di identificare, formulare e risolvere anche in modo innovativo problemi complessi e/o che richiedono un approccio interdisciplinare;
- ideazione, pianificazione, progettazione e gestione di sistemi, processi e servizi complessi e/o innovativi, con particolare riferimento ai sistemi informativi distribuiti, alle reti di calcolatori ed alla produzione e analisi di dati da essi prodotti;
- progettazione e gestione di esperimenti di elevata complessità.

Il corso di studio viene prevalentemente erogato in lingua inglese. Tale scelta ha anche l’obiettivo di facilitare l'inserimento dei laureati in un mercato del lavoro di respiro internazionale.

Risultati

A conclusione di ciascun semestre, o nel caso di corsi annuali alla fine del corso, sono previsti gli esami di profitto che accerteranno, in aggiunta ai risultati delle prove in itinere, il raggiungimento degli obiettivi formativi previsti
dall’insegnamento.

Sbocchi professionali

Gli sbocchi occupazionali e le attività professionali del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria e Scienze Informatiche sono quelle di esperto informatico dotato di specifiche conoscenze professionali, orientate a mirati settori dell'informatica, che sia in grado di occuparsi, all'interno di un'azienda, della ricerca e sviluppo di prodotti e processi innovativi, della organizzazione di laboratori, dello sviluppo di prodotti ed anche dell'organizzazione aziendale.

Il laureato in Ingegneria e Scienze Informatiche sarà in grado di seguire e prevedere le nuove tendenze nel campo della ricerca applicata per individuare e sviluppare strategie di ricerca e/o di trasferimento tecnologico. La preparazione fornita consentirà di operare in piena autonomia e di svolgere attività di consulenza ad alto livello nel settore della progettazione, nella gestione ed esercizio di sistemi informatici complessi con ampia autonomia, anche assumendo responsabilità di progetti e strutture.
Il corso prepara alle professioni tipiche dell'ICT ed in particolare alle figure professionali che rientrano nella classificazione ISTAT di Informatici e Telematici, Ingegneri progettisti di calcolatori e loro periferiche, come di seguito riportati:
2.1.1.4.1 - Analisti e progettisti di software
2.1.1.4.2 - Analisti di sistema
2.1.1.4.3 - Analisti e progettisti di applicazioni web
2.1.1.5.1 - Specialisti in reti e comunicazioni informatiche
2.1.1.5.3 - Amministratori di sistemi
2.1.1.5.4 - Specialisti in sicurezza informatica
2.2.1.4.2 - Ingegneri progettisti di calcolatori e loro periferiche

Parere delle parti sociali

Il corso di studi fin dalla sua attivazione ha dato rilievo all'attivita' di consultazione con organizzazioni rappresentative di beni e servizi. Tale attivita' e' stata attuata sia in sinergia con il Dipartimento di Ingegneria che con azioni proprie.

Un evento collegiale e' avvenuto il 22 Marzo 2016 presso l'Aula Magna del Dipartimento di Ingegneria, sito in Contrada Di Dio (Villaggio S. Agata), dove si è svolta la consultazione sull'Offerta Didattica dell'intero Dipartimento di Ingegneria.
Durante la consultazione si e' presentata tutta l'offerta formativa del Dipartimento di Ingegneria rivolgendosi ad un insieme di controparti che hanno interessi per piu' settori dell'ingegneria. In questa maniera si e' anche potuto evidenziare la coerenza dei progetti formativi e delle finalità che si vogliono perseguire a più ampio respiro.
Per il corso di laurea ha partecipato il coordinatore.
Il riscontro maggiore avuto dall'audience presente è stato relativamente alla definizione di un percorso integrato con l'offerta formativa erogata in collaborazione con il Politecnico di Hong-Kong. L'iniziativa è stata giudicata lodevole anche in considerazione del fatto che alcune delle aziende di respiro internazionale, presenti con loro rappresentati alla riunione, hanno dichiarato l'esistenza di loro sedi in estremo oriente.

Il corso di laurea comunque mantiene il proposito, già perseguito negli anni precedenti, di mantenere rapporti con soggetti vari (aziende private, studi professionali, enti di ricerca pubblici e privati, etc.) presenti sul territorio al fine di ricavare impressioni e suggerimenti 
sull'organizzazione della offerta formativa, prediligendo una organizzazione agile di questo tipo di attività. Poiché la composizione del collegio è tale che molti dei componenti intrattengono, per la loro normale attività di ricerca, stretti rapporti con un gran numero di 
aziende a vario titolo, il coordinatore stimola con continuità i docenti del Consiglio di Corso di Studi affinché durante gli incontri che i singoli componenti hanno nella loro attività istituzionale si discuta anche l'offerta didattica del corso magistrale per raccogliere i pareri 
dalle controparti incontrate.

Spesso questo porta anche ad invitare aziende del settore a svolgere dei seminari di presentazione delle proprie attività produttive durante cui si presentano le figure che il corso di laurea si propone di formare con l'attuale piano degli studi.
I piu' recenti di questi incontri sono stati:
- 8 Maggio 2018, Signo Motus, aula 324 del Dipartimento di Ingegneria 
(http://www.unime.it/it/dipartimenti/ingegneria/evidenza/signo-motus-incontra-studenti-e-laureati-ingegneria-seminario);
- 10 Maggio 2018, NCS Lab, aula 315 del Dipartimento di Ingegneria 
(

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti