Offerta Didattica

 

LETTERE

STORIA DELL'EUROPA ORIENTALE

Classe di corso: L-10 - Lettere
AA: 2020/2021
Sedi: MESSINA
SSDTAFtipologiafrequenzamoduli
M-STO/03Affine/IntegrativaLiberaLiberaNo
CFUCFU LEZCFU LABCFU ESEOREORE LEZORE LABORE ESE
6600363600
Legenda
CFU: n. crediti dell’insegnamento
CFU LEZ: n. cfu di lezione in aula
CFU LAB: n. cfu di laboratorio
CFU ESE: n. cfu di esercitazione
FREQUENZA:Libera/Obbligatoria
MODULI:SI - L'insegnamento prevede la suddivisione in moduli, NO - non sono previsti moduli
ORE: n. ore programmate
ORE LEZ: n. ore programmate di lezione in aula
ORE LAB: n. ore programmate di laboratorio
ORE ESE: n. ore programmate di esercitazione
SSD:sigla del settore scientifico disciplinare dell’insegnamento
TAF:sigla della tipologia di attività formativa
TIPOLOGIA:LEZ - lezioni frontali, ESE - esercitazioni, LAB - laboratorio

Obiettivi Formativi

Acquisire le nozioni essenziali sulla specificità tematica e spazio-temporale della disciplina e la conoscenza delle principali linee di sviluppo della millenaria storia dell’Europa orientale, con particolare attenzione alle vicende politiche e sociali dei paesi dell’area nel corso degli ultimi due secoli.

Learning Goals

Students should acquire the basic knowledge of the specific themes and spacetime coordinates of the history of Eastern Europe and should understand the mainlines of its development, focusing on the political and social problems of the East-European countries in the last two centuries.

Metodi didattici

Lezioni frontali supportate da ausili audiovisivi concernenti mappe storiche e filmati relativi a momenti e protagonisti della storia dei paesi dell'Europa orientale. Uso di PowerPoint.

Teaching Methods

*

Prerequisiti

Conoscenza di base delle linee fondamentali della storia europea, dal Medioevo a oggi.

Prerequisites

Basic knowledge of European history, from the Middle Ages to the present day.

Verifiche dell'apprendimento

La verifica delle conoscenze conseguite avviene attraverso un esame orale sugli argomenti trattati durante il corso e sul contenuto specifico dei volumi scelti. 

Assessment

*

Programma del Corso

Il corso ripercorre le tappe fondamentali dello sviluppo storico dell’Europa orientale, caratterizzata da precipue peculiarità di sviluppo nel corso dei secoli, dalla caduta dell’Impero romano d’Occidente all’attualità. Dopo una prima parte dedicata alla storia delle origini dei vari popoli ed etnie che compongono le diverse aree di questa parte dell’Europa (orientale/russa, centro-orientale, sud-orientale), ci si soffermerà soprattutto sulla ricostruzione delle vicende politiche, economiche e sociali degli ultimi due secoli, a partire dall’epoca in cui, a seguito della lotta che li vede opposti ai grandi imperi multinazionali (l’asburgico, l’ottomano e il russo), molti di questi popoli realizzano il loro “risorgimento” nazionale, costituendosi in Stati indipendenti e conoscendo tuttavia una travagliata vicenda politico-istituzionale fino al giorno d’oggi.

Course Syllabus

*

Testi di riferimento: a)  Lo studente, oltre all’ausilio di un qualsiasi Atlante storico, utilizzerà come testo di riferimento generale: - A. Pitassio, Corso introduttivo allo studio della storia dell’Europa orientale, Morlacchi, Perugia 2011. Per una più articolata conoscenza dell’evoluzione politica dei paesi dell’Europa orientale nei secoli XIX e XX potrà servirsi, facoltativamente, anche dei seguenti testi: G. Lami, Storia dell'Europa orientale. Da Napoleone alla fine della prima guerra mondiale, Le Monnier, Milano 2019; F. Guida, L’altra metà dell’Europa. Dalla Grande Guerra ai giorni nostri, Laterza, Roma-Bari 2015. b) Sceglierà inoltre, tra quelli qui di seguito indicati, un testo di approfondimento su questioni metodologiche, su temi specifici di storia dell’Europa orientale oppure riguardanti un’area o un paese in particolare: P. Fornaro, L’“altra” Europa. Temi e problemi di storia dell’Europa orientale, Rubbettino, Soveria Mannelli 2008; P. Fornaro (a cura di), La tentazione autoritaria: istituzioni, politica e società nell'Europa centro-orientale tra le due guerre mondiali, Rubbettino, Soveria Mannelli 2004; S. Fedele - P. Fornaro (a cura di), Lo stalinismo: parabola di un mito, Rubbettino, Soveria Mannelli 2006; S. Fedele - P. Fornaro (a cura di), L’autunno del comunismo. Riflessioni sulla rivoluzione ungherese del 1956, Istituto “Gaetano Salvemini”, Messina 2007; S. Fedele - P. Fornaro (a cura di), La Primavera di Praga. Quarant’anni dopo, Rubbettino, Soveria Mannelli 2009; S. Fedele - P. Fornaro (a cura di), Dalle crisi dell’impero sovietico alla dissoluzione del socialismo reale, Rubbettino, Soveria Mannelli 2000; R. Bartlett, Storia della Russia. Dalle origini agli anni di Putin, Oscar Mondadori, Milano 20152; G. Cigliano, La Russia contemporanea. Un profilo storico (1855-2005), Carocci, Roma 2008; A. Graziosi, L’Unione Sovietica 1914-1991, il Mulino, Bologna 2011; R. Tuchtenhagen, Storia dei Paesi baltici, il Mulino, Bologna 2008; F. Guida, La Russia e l’Europa centro-orientale (1815-1914), Carocci, Roma 2003; G. Altarozzi – C. Sigmirean (a cura di), Il Risorgimento italiano e i movimenti nazionali in Europa. Dal modello italiano alla realtà dell’Europa centro-orientale, Edizioni Nuova Cultura, Roma 2013; P. Fornaro (a cura di), Prodromi di guerra. Nazionalità in fermento nell’Europa centro-orientale agli inizi del XX secolo, Atti del Seminario internazionale di studi, in «Annuario dell’Istituto di Studi Italo-Romeno», VIII, 2011, Presa Universitarǎ Clujeanǎ, Cluj Napoca © 2012, pp. 1-129;   C. La Mantia, Polonia, “Storia d’Europa nel XX secolo”, Unicopli, Milano 2006; J.W. Mason, Il tramonto dell’impero asburgico, il Mulino, Bologna 2000; M. Bellabarba, L’impero asburgico, il Mulino, Bologna 2014; M. Clementi, Cecoslovacchia, “Storia d’Europa nel XX secolo”, Unicopli, Milano 2007; P. Fornaro, Ungheria, “Storia d’Europa nel XX secolo”, Unicopli, Milano 2006; F. Guida, Romania, “Storia d’Europa nel XX secolo”, Unicopli, Milano 2009; R. Mantran (a cura di), Storia dell’Impero ottomano, Argo, Lecce 2011 (saggi scelti da concordare); E. Hösch, Storia dei paesi balcanici. Dalle origini ai giorni nostri, Einaudi, Torino 2005; R.J. Crampton, Bulgaria. Crocevia di culture, Beit, Trieste 2010; A. Pitassio, Storia della Bulgaria contemporanea, Aguaplano, Passignano s.T. 2012; R. Clogg, Grecia. Dall’indipendenza a oggi, Beit, Trieste 2015; A.G. Noto, La ricezione del risorgimento greco in Italia (1770-1844). Tra idealità filelleniche, stereotipi e Realpolitik, Edizioni Nuova Cultura, Roma 2015; J.  Pirjevec, Serbi, croati, sloveni. Storia di tre nazioni, il Mulino, Bologna 2002; S.K. Pavlowitch, Serbia. La storia al di là del nome, Beit, Trieste 2010; L. Steindorff, Croazia. Storia nazionale e vocazione europea, Beit, Trieste 2008; J. Hosler, Slovenia. Storia di una giovane identità europea, Beit, Trieste 2008; C. Carmichael, Bosnia e Erzegovina. Alba e tramonto del secolo breve, Beit, Trieste 2016; A. Biagini, Storia dell’Albania contemporanea, Bompiani, Milano 20054; E.J. Zürcher, Storia della Turchia. Dalla fine dell'impero ottomano ai giorni nostri, Donzelli, Roma 2007; S. Petrungaro, Balcani. Una storia di violenza?, Carocci, Roma 2012; A. Baldinetti – A. Pitassio (a cura di), Dopo l'Impero Ottomano. Stati-nazione e comunità religiose, Rubbettino, Soveria Mannelli 2006; A. Basciani – A. D'Alessandri (a cura di), Balcani 1908. Alle origini di un secolo di conflitti, Beit, Trieste 2010; E. Ivetic, Le guerre balcaniche, il Mulino, Bologna 2006; G. Del Zanna, La fine dell’impero ottomano, il Mulino, Bologna 2012 M. Dogo (a cura di), Schegge d'impero, pezzi d'Europa. Balcani e Turchia fra continuità e mutamento, 1804-1923, Libreria Editrice Goriziana, Gorizia 2006 M. Flores, Il genocidio degli armeni, il Mulino, Bologna 2015 S. Trinchese (a cura di), Le cinque dita del sultano. Turchi Armeni Arabi Greci ed Ebrei nel continente mediterraneo del ‘900, Textus, L’Aquila 2005.

Elenco delle unità didattiche costituenti l'insegnamento

Docente: ANDREA GIOVANNI NOTO

Orario di Ricevimento - ANDREA GIOVANNI NOTO

GiornoOra inizioOra fineLuogo
Venerdì 10:30 11:30Il docente riceve gli studenti in presenza dopo ogni lezione e gli altri giorni su appuntamento, tramite la piattaforma Microsoft Teams, previa prenotazione mediante e-mail all'indirizzo di posta elettronica anoto@unime.it
Note:
  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti