Offerta Didattica

 

LETTERE

STORIA DEL TEATRO GRECO E ROMANO

Classe di corso: L-10 - Lettere
AA: 2015/2016
Sedi: MESSINA
SSDTAFtipologiafrequenzamoduli
L-FIL-LET/05BaseLiberaLiberaNo
CFUCFU LEZCFU LABCFU ESEOREORE LEZORE LABORE ESE
6600363600
Legenda
CFU: n. crediti dell’insegnamento
CFU LEZ: n. cfu di lezione in aula
CFU LAB: n. cfu di laboratorio
CFU ESE: n. cfu di esercitazione
FREQUENZA:Libera/Obbligatoria
MODULI:SI - L'insegnamento prevede la suddivisione in moduli, NO - non sono previsti moduli
ORE: n. ore programmate
ORE LEZ: n. ore programmate di lezione in aula
ORE LAB: n. ore programmate di laboratorio
ORE ESE: n. ore programmate di esercitazione
SSD:sigla del settore scientifico disciplinare dell’insegnamento
TAF:sigla della tipologia di attività formativa
TIPOLOGIA:LEZ - lezioni frontali, ESE - esercitazioni, LAB - laboratorio

Obiettivi Formativi

OBIETTIVI FORMATIVI Il Corso intende fornire metodiche di approccio a quel particolare tipo di ‘scrittura’ costituita dai testi teatrali, la cui caratteristica fondamentale è la rappresentazione scenica. Attraverso la scelta di alcune messe-in-scena, si eviterà la semplice lettura del testo e si proporranno tutti gli elementi extratestuali che completano l’efficacia comunicativa e che fanno del ‘testo teatrale’ un testo distinto e diverso dagli altri, anche in relazione agli strumenti critici di analisi, a partire dalla messa in scena che impegna il propositore del testo (dallo scrittore al regista) per finire al destinatario (dal critico allo spettatore).

Learning Goals

LEARNING GOALS: the Course means to supply some approaching methodologies to the whole theatrical texts characterized by the scenic performance. Through a selection of some staging, the simple reading will be avoided. On the contrary all the extra-textual elements will be developed in order to complete the communicative effectiveness and make the "dramatic text" a unique text and different from the other ones, also in reference to the instruments of critical analysis, from the staging involving the textual proposer (from writer to director) until the addressee (from critics to audience).

Metodi didattici

METODI DIDATTICI I metodi didattici saranno adeguati agli obiettivi formativi. La didattica tradizionale che ha fatto dei testi nati per la rappresentazione ‘testi di lettura’nelle aule scolastiche ed universitarie è totalmente abbandonata in questo insegnamento, a favore di una didattica che privilegia la tensione drammaturgica e la misurazione del testo con la messa in scena. La parola concorrerà come uno degli otto elementi di cui parlava Aristotele nella Poetica a creare il ‘testo tragico’: il resto lo faranno i tentativi di immaginare i ‘testi perduti’: musica, canto, costumi, scenografia, ballo, recitazione, movimento, spettacolo.

Teaching Methods

TEACHING METHODS: didactic methods will suit the formative aims. Traditional didactics which made texts for performance simple readings in classrooms at school or university will be totally abandoned in this teaching because it will adopt a methodology characterized by dramatic tension and text measuring in reference to staging. Word will become one of the eight elements mentioned by Aristotle in his Poetics in order to create a "tragic text"; the rest will be done by the attempts of imaging the other "lost texts": music, singing, costumes, scenography, dancing, acting, movement, performance.

Prerequisiti

PREREQUISITI Buona conoscenza dell’inquadramento storico-letterario della letteratura greca e della letteratura latina.

Prerequisites

PREREQUISITES: a good knowledge of Greek and Latin historical and literary background.

Verifiche dell'apprendimento

VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO Colloquio orale sugli argomenti trattati durante l’attività didattica frontale e nei testi di riferimento elencati nel programma del Corso. I Colloqui si svolgeranno nelle date riportate sul calendario degli appelli degli esami.

Assessment

ASSESSMENT: oral examination about the topics treated during the didactic activity and in reference texts listed in the programme of the Course. Examinations will occur according to the academic calendar for exams dates.

Programma del Corso

CONTENUTI DEL CORSO Teatro e spettacolo in Grecia e a Roma: autori e messa in scena, personaggi e attori, occasioni e Realien alle origini della drammaturgia occidentale. Saranno in particolare sviluppati i seguenti argomenti: Il coraggio dei poveri, la tracotanza dei ricchi: la lettura della vittoria dei Greci nei Persiani di Eschilo. Lettura e commento della tragedia saranno accompagnati dalla proiezione di un video con brani dell'omonima tragedia di Eschilo, messa in onda dalla RAI nel 1975 per la regia di Vittorio Cottafavi. Ifigenia variazioni sul mito: Euripide, Racine, Goethe, Ritsos. Lettura e commento della tragedia euripidea e delle sue riscritture saranno accompagnati dalla proiezione di un video con illustrazione del mito di Ifigenia attraverso l’ opera cinematografica del regista greco .M. Cacoyoannis (1977). “Pessoa lettore dell’ Ifigenia di Euripide”. Attori, ruoli, scene, macchine da spettacolo nelle Baccanti di Euripide, con proiezione del video Le Baccanti per la regia di Micha van Hoecke, con gli interpreti P. Villoresi e Chiara Muti. Medea tra mito, scena e cronaca. Saranno letti brani della Medea di Euripide, di Seneca, di C. Alvaro. Clitennestra o del crimine di Marguerite Yourcenar. L’Aulularia di Plauto, con proiezione della messa in scena del LATUM (diretto da P. Radici Colace), per la regia di R. Gangemi (V. Emanuele 1998).

Course Syllabus

COURSE CONTENT Theater and performance in Greece and Rome: authors and staging, characters and actors, festivals and Realien to the origins of Western drama. They will be developed in particular on the following topics: The courage of the poor, the arrogance of the rich: the reading of the victory of the Greeks in the Persians of Aeschylus. Reading and commentary of the tragedy will be accompanied by the screening of a video with music of Aeschylus's tragedy, broadcast by RAI in 1975 and directed by Vittorio Cottafavi. Iphigenia variations on the myth: Euripides, Racine, Goethe, Ritsos. Reading and commentary of the Euripides tragedy and its rewriting will be accompanied by the screening of a video illustration of the myth of Iphigenia through the 'film work of director greek .M. Cacoyoannis (1977). "Pessoa reader of 'Iphigenia of Euripides". Actors, roles, scenes, machinery show in The Bacchae of Euripides, with video projection The Bacchae directed by Micha van Hoecke, with interpreters P. Villoresi and Chiara Muti. Medea myth, scene and record. Will read passages from the Medea of ​​Euripides, Seneca, C. Alvaro, Clytemnestra or the crime of Marguerite Yourcenar The Aulularia Plautus, with projection of the staging of latum (directed by P. Roots Colace), directed by R. Gangemi (V. Emanuele 1998).

Testi di riferimento: TESTI DI RIFERIMENTO -V. Di Benedetto – E. Medda, La tragedia sulla scena. La tragedia greca in quanto spettacolo teatrale, Torino 2002, pp. 5-260 -P. Radici Colace- A. Anania, “Hosper prosopon” La maschera, paragone e metafora della realtà nel mondo classico, “AAPel ”, LXXIII (1997), pp. 161-184 -La riscrittura e il teatro dall'antico al moderno e dai testi alla scena, a cura di P. RADICI COLACE , A. ZUMBO, Messina 2003, pp. 13-53; 127-149; 223-253 -Voce Architettura teatrale, a c. di P. Radici Colace, in Dizionario delle Scienze e delle Tecniche di Grecia e a Roma, diretto da P. RADICI COLACE, a c. di P.R.Colace, S.M.Medaglia, L.Rossetti, S.Sconocchia, Roma-Pisa 2010, pp. 181-183.

Elenco delle unità didattiche costituenti l'insegnamento

STORIA DEL TEATRO GRECO E ROMANO

Docente: PAOLA COLACE

Orario di Ricevimento - PAOLA COLACE

GiornoOra inizioOra fineLuogo
Mercoledì 10:50 12:50Stanza n. 436, piano IV, Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne
Note: E'possibile contattare il docente in qualsiasi altro momento per e-mail (colacep@unime.it) e al cellulare: 333.49.903.49
  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti