Scheda Master II livello
HAPPINESS AT WORK

Il corso si propone la formazione in termini di integrazione delle proprie abilità personologiche di base. Esso si rivolge a varie figure professionali ed in particolar modo a coloro che desiderano migliorare le loro competenze nella gestione delle relazioni e delle rappresentazioni emozionali con particolare riferimento all’empatia e al riconoscimento emozionale; ai Dirigenti che già occupano una professione dirigenziale e che desiderano implementare qualità psicologiche finalizzate alla riduzione dello stress, al miglioramento delle relazioni umane nell’ambito lavorativo, alla prevenzione del burn out e/o si occupano di risorse umane e job crafting.
Brochure Master
Locandina Master
Video presentazione Master

Informazioni alta formazione

SEDE: Dipartimento di Scienze Biomediche, Odontoiatriche e delle Immagini Morfologiche e Funzionali

COORDINATORE: Prof. Salvatore Settineri

Bando

Scadenza domanda di partecipazione: 08.11.2019

Tassa di iscrizione: € 1.800,00

LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA, LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA, LAUREA  MAGISTRALE IN CONSULENZA E GESTIONE DI IMPRESA / BUSINESS CONSULTING AND MANAGEMENT, MANAGEMENT DEL TURISMO E DELL'AMBIENTE, SCIENZE RIABILITATIVE DELLE PROFESSIONI SANITARIE, SCIENZE COGNITIVE E TEORIE DELLA COMUNICAZIONI, SCIENZE PEDAGOGICHE, SCIENZE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI
Ulteriori requisiti richiesti:
-Conoscenze informatiche elementari (base)
-Conoscenza inglese di base (A1)
 

Obiettivi specifici:
a) Conoscenza del proprio profilo tipologico;
b) Capacità di rendere coscienti i propri meccanismi di difesa e dei complessi che stanno alla base di relazioni negative;
c) Implementare le capacità creative e saper individuare nell’ambiente di lavoro i contributi personali ed altrui che incrementano la positiva qualità di vita in ambito lavorativo;
d) Saper conoscere gli elementi psicologici lavorativi che stanno alla base dei disturbi psicosomatici
e) Saper riconoscere i meccanismi relazionali dei piccoli gruppi alla base di comportamenti devianti;
f) Saper tracciare indicatori emozionali;
g) Uso di tecniche semplici per i processi di interiorizzazione dei processi emozionali;
h) Comprensione degli opposti tipologici e dei presupposti nella comprensione dell’altro;
i) Analisi fenomenologica dei pregiudizi.
 
Obiettivi formativi e di apprendimento:
Formazione al riconoscimento del proprio stile di lavoro, alla capacità di aiutare gli altri a raggiungere competenze attraverso le quali possano esprimere le proprie attitudini, riconoscimento della ricaduta positiva in termini di produzione ed incremento della resilienza;
Valorizzazione e misurazione delle qualità emozionali positive;
Valutazione biografica nel riconoscimento del comportamento attuale;

L’oggettivazione delle conseguenze delle qualità emozionali positive.
  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti