Organizzazione
Il "Centro per la migrazione, l'integrazione sociale e la comunicazione interculturale" è stato istituito dall’Università degli Studi di Messina nel 2016 al fine di istituzionalizzare, qualificare e rafforzare l'impegno dell'Ateneo per il progresso del sistema sociale ed economico. Attraverso il Centro, UniME intende mettere a sistema il complesso di idee, azioni ed interventi per la valorizzazione del capitale umano espresso, in particolar modo, dai cittadini titolari di asilo e/o rifugio politico, protezione internazionale, sussidiaria e umanitaria e, più in generale per lo sviluppo di attività ed iniziative finalizzate all'integrazione multiculturale sotto molteplici aspetti. Nel primo biennio di attività è stata strutturata la necessaria interazione con i diversi uffici di Ateneo competenti ciascuno per specifici servizi di interesse consentendo così di strutturare servizi integrati per favorire l’accesso all’alta formazione universitaria in favore degli studenti stranieri migranti ed è stata promossa una specifica progettualità volta alla realizzazione di azioni mirate al raggiungimento delle finalità espresse. Con delibere del 30 ottobre 2018, l’Università degli Studi di Messina ha qualificato la trasformazione amministrativa del CEMI in Centro autonomo in regime di amministrazione contabile centralizzata e bilancio unico di Ateneo, favorendone così una più efficace ed efficiente gestione. Nell’attuale fase di transizione, le funzioni e le attività amministrative che ne sottendono l’agire fanno capo all’Unità Speciale Ricerca scientifica e Internazionalizzazione.

Cap:

Struttura superiore
Strutture afferenti
I dati visualizzati nella sezione sono recuperati dalla Procedura Gestione Carriere e Stipendi del Personale (CSA).
  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti