• IL CORSO DI STUDIO IN BREVE

    Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze Storiche. Società, Culture e Istituzioni d'Europa si propone di offrire agli studenti una

    preparazione approfondita sulle società, sulle culture e sulle istituzioni d'Europa, in una prospettiva aperta anche alle

    problematiche e alle dinamiche storiche, religiose e sociopolitiche di alcune aree territoriali extraeuropee, con particolare

    attenzione al Mediterraneo.

    In tale prospettiva, il Corso di Studio intende offrire ai laureati una conoscenza approfondita delle principali aree di studio

    della storia medievale, moderna e contemporanea, articolata secondo un ampio spettro tematico e problematico, capace di

    rendere lo studente pienamente consapevole della complessità e varietà dei processi storici delle società umane. Tale

    conoscenza si accompagna all'acquisizione da parte dello studente di competenze nel campo della metodologia della ricerca

    storica, dell'utilizzo critico delle fonti, del confronto tra modelli interpretativi e orientamenti storiografici, della capacità di

    sperimentare approcci innovatori, di dialogare proficuamente con le scienze politiche e sociali, di interagire con il dibattito

    scientifico internazionale. Obiettivo finale è quello di creare, attraverso questo percorso di studio, figure dotate delle

    competenze utili ad espletare efficacemente le funzioni richieste da un vasto raggio di attività, nei campi della ricerca, della

    didattica, della conservazione dei beni culturali, della pubblica amministrazione, dell'editoria sia in campo umanistico che

    tecnico.

    Il Corso di Studio, ponendo particolare attenzione alla dialettica dei saperi, in una dimensione inter e multi-disciplinare,

    modulata tra discipline caratterizzanti, affini e integrative, struttura il proprio percorso formativo in Corsi, con lezioni,

    esercitazioni e seminari, attività a scelta dello studente e tirocini formativi, finalizzati a coadiuvare e supportare lo studente nel

    suo inserimento nel mondo del lavoro.

    L'elevata qualità di tale progetto formativo, nella sua organicità, consente, infatti, ai laureati magistrali in Scienze Storiche.

    Società, Culture e Istituzioni d'Europa di potersi inserire con duttilità in un mercato del lavoro che sempre di più richiede figure

    di operatori culturali e di esperti delle scienze umane da impiegarsi in modo duttile negli ambiti più diversi.

  • Internazionalizzazione

    Per promuovere la formazione degli studenti e favorire progetti di collaborazione internazionale, anche attraverso l'adesione degli studenti al Programma Erasmus, il Corso di Studio pianifica e coordina le proposte di accordi-quadro con alcune Università straniere.
    In particolare il CdS ha istituito una Commissione preposta alla “Incentivazione dell’internazionalizzazione”, composta dai proff. V. Sestini, M. Geraci e S. Bottari. La Commissione ha il compito di favorire e promuovere gli scambi di studenti e docenti tra le Università in partenariato (Università di Gent, Burgos, Cordoba, Huelva, Tarragona, Lille, Rouen, Toulose, Volos, Varsavia, Cluj-napoca, Malaga).
    Gli studenti, per avviare tali collaborazioni, potranno rivolgersi  al Referente del CdS per la Mobilità Internazionale, prof. Valentina Sestini, che predispone Learning e Training Agreements, al Coordinatore del Corso di Laurea, prof. M. Monaca, e/o ai componenti della Commissione.

    Link utili:
    U. ORG. REL. INTERNAZIONALI
    CHECKLIST STUDENTI ERASMUS
     

  • Tirocinio

    Per gli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Storiche è obbligatorio svolgere un periodo di tirocinio, per un totale di 75 ore pari a CFU 3. A tal fine il Consiglio del Corso di Laurea si è sempre attivato per stipulare Convenzioni, in particolare con strutture archivistiche, museali, bibliotecarie, enti di ricerca, istituzioni scolastiche, sia pubblichi sia privati, dell’Aerea dello Stretto, nei Capoluoghi di Messina e Reggio Calabria, nei Comuni delle loro province e nei Comuni dell’area dei Nebrodi.

    Inoltre, per delibera del Consiglio di Dipartimento, tutte le Convenzioni stipulate dagli altri Corsi di Studio, sono accessibili anche agli studenti del Corso di L.M. in Scienze Storiche.

    Per pianificare la scelta della tipologia della sede di tirocinio, propedeutica perun futuro inserimento nel mondo del lavoro, è consigliabile rivolgersi al Coordinatore prof. M. Monaca per definire la tipologia di tirocinio più idonea al percorso di ogni singolo studente.

  • SBOCCHI OCCUPAZIONALI

    I laureati nel Corso di Laurea in Scienze Storiche potranno svolgere il ruolo di:
    -  Storici, Ricercatori e Specialisti nel settore delle Scienze storiche, storico-religiose, demoetnoantropologiche e socio-politiche. I laureati in Scienze storiche possono svolgere il ruolo di Ricercatori e Specialisti nel settore dell'indagine storica, nei suoi diversi ambiti, programmando, attivando e realizzando progetti di ricerca a carattere innovativo e sperimentale, presso Enti o Centri di ricerca, di carattere pubblico o privato, come Independent Researcher o come membro di un team a carattere multidisciplinare. In particolare potranno trovare impiego come: - Storici, esperti nel reperimento e nella catalogazione delle fonti, nella ricostruzione e nella comprensione dei fenomeni storici; - Ricercatori presso Enti e Istituti di ricerca a carattere nazionale ed internazionale; - Opinionisti e specialisti nel settore dell'informazione tecnica specifica (storica, storico-politica, demoetnoantropologica, sociologica, religiosa); Funzionari nel settore dei servizi e dell'industria culturale e degli istituti di cultura e di ricerca di tipo specifico; in centri di studi e di ricerca, pubblici e privati; in istituzioni dell'Unione Europea, governative, regionali e locali.
    - Archivisti, Bibliotecari, e conservatori in musei o enti. I laureati in Scienze Storiche possono svolgere mansioni di responsabilità in istituzioni preposte alla conservazione e tutela del patrimonio, artistico, archivistico e librario, quali musei, archivi di Stato e di enti locali, sovrintendenze archivistiche, biblioteche, ovvero attività in organismi pubblici o privati operanti nei settori di gestione del patrimonio e nella catalogazione e conservazione dei beni e dei testi. Inparticolare potranno trovare impiego come funzionari in enti addetti alla conservazione, valorizzazione dei beni culturali, quali archivi, biblioteche e musei, e nei settori dei servizi culturali e del turismo, anche in riferimento al recupero e alla conservazione di beni materiali e immateriali connessi alla difesa delle tradizioni e delle identità territoriali.
     
    - Redattori di testi tecnici, revisori di testi e addetti nellindustria editoriale 
    I laureati in Scienze Storiche possono trovare impiego nel settore dell'editoria tecnica e della comunicazione scientifica e svolgere il ruolo di redattori di testi tecnici, revisori di testi e addetti nell'industria editoriale. In particolare potranno trovare impiego presso case editrici, testate giornalistiche, radiofoniche e televisive, enti addetti alla comunicazione pubblica, anche multimediale, ed anche nell'industria editoriale, con particolare attenzione alla diffusione dell'informazione e della cultura storica. 
     
    - Addetti nel settore della didattica e della mediazione culturale. Il laureato in Scienze Storiche potrà trovare impiego nel settore della didattica in istituti pubblici e privati e della mediazione culturale. In particolare potranno trovare impiego di docenza presso Istituti o Enti, previo completamento dell'iter formativo e del percorso abilitante previsto dalla normativa,  e di consulenza presso Enti e Istituti di ricerca impegnati nel settore della migrazione e della interculturalità. 

     

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Allegati

Archivio Offerta Didattica

Seleziona l'anno accademico per consultare le schede corso in archivio.