Prospettive

Sbocchi professionali

I laureati nel corso di laurea potranno esercitare attività pedagogica di consulenza, di direzione e di coordinamento in strutture pubbliche e private, scolastiche e non scolastiche, relativamente a tutte le dimensioni dei problemi educativi (attività di servizio, di progetti, di programmi culturali direttamente o indirettamente destinati alla formazione, od anche di attività di supporto all'accesso e alla diffusione del sapere e della cultura); di valutazione e monitoraggio di interventi educativi e formativi di vario livello; di supporto a forme di campagne informative nei predetti campi.
I  laureati nei corsi di laurea magistrale della classe potranno svolgere attività di:
ricerca, di ricerca-azione, di progettazione, di coordinamento, di consulenza, di valutazione, di documentazione nell'ambito di servizi, sistemi formativi, centri e strutture di ricerca, enti, istituzioni ed organizzazioni pubbliche e private connessi all'educazione, alla formazione, alle forme sociali della prevenzione, alla valorizzazione delle risorse umane ed al rapporto con il mondo del lavoro e dell'impresa;
progettazione, intervento, ricerca e valutazione nell'ambito dei servizi educativi e formativi di varia natura connessi agli aspetti dei disagio, della marginalità e dell'integrazione tra le culture sul territorio;
- promozione, progettazione, coordinamento, valutazione di progetti culturali ed interculturali connessi a temi e problemi educativi e formativi in riferimento alle varie fasce d'età avviati da enti locali, istituzioni culturali, fondazioni, associazioni.
II corso prepara alla professione di:

  • Ispettori scolastici e professioni assimilate
  • Alti specialisti dell'educazione e della formazione
  • Formatori ed esperti nella progettazione formativa e curricolare
  • Consiglieri dell'orientamento 
  • Specialisti in scienze sociali

I laureati possono prevedere come occupazione l'insegnamento nella scuola, una volta completato il processo di abilitazione all'insegnamento e superati i concorsi previsti dalla normativa vigente.

Parere delle parti sociali

L’incontro formale con le parti sociali e le organizzazioni rappresentative del mondo del lavoro si è svolto presso i locali del Dipartimento COSPECS. Nel corso di tale incontro alcuni docenti e il Coordinatore del Corso hanno illustrato ai rappresentati delle organizzazioni e delle parti sociali presenti le linee scientifico-culturali che hanno guidato alcuni ulteriori (rispetto a quelli già messi in atto nel precedente anno accademico).
Più in generale hanno riconfermato (rispetto appunto a quanto comunicato nelle riunioni relative al precedente anno accademico) l’interesse dei docenti del Corso a curvare l’offerta formativa e i contenuti didattici degli insegnamenti erogati in direzione di una sempre maggiore attenzione, critica e insieme operativa alle necessità emergenti in seno alla società civile e al mondo del lavoro.
Per quanto riguarda la laurea Magistrale in Scienze pedagogiche si è discusso soprattutto sulla specificità professionalizzante del ruolo del Pedagogista in vista delle nuove indicazioni ministeriali sulla possibilità di approvazione, a livello parlamentare, dell’albo dei Pedagogisti, che prevede l’inserimento del profilo professionale del pedagogista all’interno delle strutture pubbliche che si occupano, a vario titolo, di educazione, nonché l’esercizio di attività professionali di counseling pedagogico.
 I rappresentanti del mondo del lavoro e delle organizzazioni presenti hanno espresso il proprio apprezzamento per l’indirizzo scientifico-culturale e didattico del corso, ribadendo nello stesso tempo alcuni punti di riflessione. In primo luogo è stato manifestata l’esigenza di un maggior coordinamento tra Corso di studi e strutture ospitanti tirocinanti; quindi sono stati indicati specifici nuovi ambiti di potenziale azione della figura del Pedagogista; infine è stata manifestata l’esigenza di giungere ad una programmazione coordinata tra università e enti, Istituti Superiori di secondo grado,  istituzioni e organizzazioni operanti sul territorio per quel che riguarda le aree di intervento e le azioni da intraprendere. I docenti e il Coordinatore hanno manifestato apprezzamento per le indicazioni ricevute, sottolineando come, nel corso dell’ultimo anno, si sia intensificato il dialogo, attraverso una serie di incontri durante i quali, oltre a produrre un formale e scritto apprezzamento dell’offerta didattica, hanno dato dei suggerimenti riguardo le discipline contenute nel piano di studi.
 

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Archivio Offerta Didattica

Seleziona l'anno accademico per consultare le schede corso in archivio.