Il corso di studi

Le informazioni relative al precedente corso in Scienze dell'Informazione: Comunicazione pubblica e Tecniche giornalistiche, sono disponibili in archivio 

Titolo: 
[4096/2011] - SCIENZE DELL'INFORMAZIONE: TECNICHE GIORNALISTICHE E SOCIAL MEDIA
Classe: 
L-20 - Scienze della comunicazione
Tipo: 
Corso di laurea
Sede: 
Dipartimento di Civiltà antiche e moderne
Lingua: 
italiano
Coordinatore: 

Prof. Marco Centorrino

Modalità: 

In presenza

Anni Attivi: 
3

Requisiti

- Per l’ammissione al Corso di Laurea triennale in “Scienze dell’Informazione: Tecniche giornalistiche e Social Media” si richiede il possesso del titolo di scuola secondaria superiore previsto dalla normativa in vigore o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo dagli organi competenti dell’Università.
- La verifica della preparazione personale (ex art. 6, comma 1 del D.M. 270/04) viene effettuata mediante test CISIA o equivalenti.
- Nel caso in cui la verifica della preparazione personale non sia positiva saranno assegnati degli obblighi formativi aggiuntivi (OFA) da soddisfare nel primo anno di corso. Le modalità di recupero delle eventuali carenze nella preparazione iniziale sono rese note sul sito del Corso di Studio. In caso di mancato assolvimento degli OFA, lo studente sarà iscritto al primo anno ripetente.

Obiettivi

Il Corso di Laurea triennale in “Scienze dell’Informazione: Tecniche giornalistiche e Social Media” si propone di fornire nozioni legate ai processi di comunicazione, all’analisi dei contesti, ai cambiamenti connessi alla rivoluzione digitale. Tutto ciò attraverso un progetto formativo centrato su tematiche che fanno riferimento, da un lato, alle dinamiche informative proprie dell’industria culturale e, dall’altro, alle esigenze di visibilità e di contatto con l’utenza di riferimento che coinvolge sempre più enti, aziende e organizzazioni, pubblici e privati.
Il percorso è suddiviso in due curricula incentrati, rispettivamente, sul giornalismo e sul social media management. È prevista una formazione comune, rivolta ad approfondire le dinamiche della comunicazione, anche all’interno delle organizzazioni complesse.
Dopo questa formazione comune sarà possibile scegliere uno dei due percorsi nei quali, per un verso, è previsto l’approfondimento di tecniche giornalistiche settoriali, per l’altro, gli studenti hanno l’opportunità di acquisire conoscenze riguardanti ulteriori capacità nella gestione di media audiovisivi, competenze nell’ambito dell’evoluzione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione pubblica e d’impresa.
Le materie affini e integrative completano i due percorsi, offrendo specifici approfondimenti e unendoli attorno a un piano didattico che prevede approfondimenti teorici e applicazioni pratiche, in termini di scrittura giornalistica, redazione di un piano di comunicazione, analisi del contesto territoriale, analisi dei fenomeni politici e sociali, pianificazione di una social media strategy.
È previsto, altresì, lo svolgimento di un periodo di tirocinio presso enti e aziende convenzionate, che consente agli studenti di iniziare a misurarsi con il mondo del lavoro.

Risultati

I laureati del CdS devono essere in grado di:

- pianificare strategie di comunicazione, con particolare riferimento ai media digitali, partendo da un’analisi dei contesti e dei target attraverso strumenti qualitativi e quantitativi;
- redigere testi informativi sia di carattere generalista sia di carattere specialistico, incentrati su linguaggi e strutture narrative idonei rispetto ai target di riferimento;
- orientarsi nei meccanismi dell’industria culturale tradizionale e delle nuove industrie culturali che caratterizzano il mercato del digitale;
- selezionare e gestire strumenti e canali per veicolare contenuti verso i target di riferimento;
- muovere all’interno dei meccanismi generati dalla cultura partecipativa e che, in particolare, trovano applicazione nello scenario della rete;
- rapportarsi con norme giuridiche ed etiche che riguardano il settore della comunicazione;
- operare in contesti di lavoro nazionali e internazionali;
- orientarsi nel settore delle pubbliche amministrazioni.
Tali competenze vengono acquisite non solo attraverso lezioni frontali, ma anche mediante esercitazioni nelle quali gli studenti vengono coinvolti individualmente o in piccoli gruppi. Sono proposti esercizi di scrittura, di utilizzo degli strumenti digitali, di pianificazione delle strategie di comunicazione.
L'acquisizione di queste competenze viene verificata attraverso esercitazioni orali e scritte, esami curriculari e attraverso la stesura e discussione della tesi di laurea.

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Archivio Offerta Didattica

Seleziona l'anno accademico per consultare le schede corso in archivio.