Sbocchi professionali

Il profilo professionale di Dottore in Scienze e Tecniche Psicologiche Cliniche e Preventive (L-24) è regolamentato dal D.P.R. del 5 giugno 2001, n. 328 (CAPO X Art. 51) e dalla legge dell’11/07/2003, n.170 (art. 3) e prevede, dopo il conseguimento dell’abilitazione all’esercizio della professione psicologo sezione B, di svolgere le seguenti funzioni:
a) partecipazione alla programmazione e alla verifica di interventi psicologici e psicosociali;
b) realizzazione di interventi psicoeducativi volti a promuovere il pieno sviluppo dei potenziali di crescita personale, di inserimento e di partecipazione sociale;
c) utilizzo del colloquio, di interviste, metodi osservativi diretti e indiretti, dei test psicologici e altri strumenti di analisi, ai fini della valutazione del comportamento, della personalità, dei processi cognitivi e di interazione sociale, delle opinioni e degli atteggiamenti, dell'idoneità psicologica a specifici compiti e condizioni;
d) utilizzo, con persone disabili, di strumenti psicologici per sviluppare o recuperare competenze funzionali di tipo cognitivo, pratico, emotivo e relazionale, per arrestare la regressione funzionale in caso di malattie croniche, per reperire forme di facilitazione e supporti utili a migliorare la qualità di vita;
e) utilizzo di strumenti psicologici per l'orientamento scolastico e professionale, per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane;
f) utilizzo di strumenti psicologici per realizzare interventi preventivi e formativi sulle tematiche del disagio, per modificare e migliorare il comportamento in situazione di persone o gruppi a rischio;
g) cura della raccolta, del caricamento e dell'elaborazione statistica di dati psicologici ai fini di ricerca.
Sbocchi occupazionali:
Conseguita l'abilitazione e dopo l'iscrizione al relativo albo professionale sez. B, potrà svolgere la propria attività professionale, con la supervisione di uno psicologo sez. A presso:
- Centri di ricerca e di promozione del benessere psicologico;
- Centri di riabilitazione;
- Servizi per la prevenzione del disagio psicosociale;
- Aziende ospedaliere, ASP, case di cura;
- Servizi materno-infantili, consultori, istituzioni educative.
In generale, potrà lavorare presso enti pubblici e privati finalizzati alla cura, alla prevenzione e alla promozione della salute e del benessere, nei servizi diretti alla persona, ai gruppi e alle comunità esistenti nel Servizio Sanitario Nazionale, nella sanità privata, nelle aziende e le organizzazioni del terziario sociale, negli istituti pubblici e privati di ricerca e di studio.
Inoltre, il corso di laurea offre ai propri allievi una solida preparazione di base utile per proseguire gli studi nei corsi magistrali di psicologia (LM-51).

 

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Archivio Offerta Didattica

Seleziona l'anno accademico per consultare le schede corso in archivio.