Prospettive

Accesso ad ulteriori studi
Il laureato triennale in Management d’Impresa ha la possibilità di accedere agli studi di secondo ciclo (laurea magistrale) e ai master universitari di primo livello.
Per essere ammessi a un corso di secondo ciclo è inoltre necessario possedere requisiti curricolari e di preparazione personale specifici per ogni corso di laurea magistrale, descritti nei regolamenti di ciascun corso. Con riferimento all’attuale offerta formativa del Dipartimento, il laureato in Economia Aziendale possiede i requisiti curriculari necessari per iscriversi al corso di laurea in Consulenza e Gestione d’Impresa (LM-77), in Management del Turismo e dell’Ambiente (LM-77) e Scienze Economiche e Finanziarie (LM-56).
I master di primo livello attualmente attivati presso il Dipartimento di Economia sono Esperto per le Professioni Economico-Aziendali e Economia Bancaria e Finanziaria. Tenuto conto delle competenze acquisite nel triennio, il naturale proseguimento degli studi è nel corso di laurea in Consulenza e Gestione d’Impresa (LM-77) o nel master universitario di primo livello in Esperto per le Professioni Economico-Aziendali.
 
Sbocchi professionali
Il Corso di laurea in Management d’Impresa prepara alle seguenti professioni (tra parentesi il codice Istat):

  • Contabili - (3.3.1.2.1)
  • Tecnici dell'organizzazione e della gestione dei fattori produttivi - (3.3.1.5.0)
  • Approvvigionatori e responsabili acquisti - (3.3.3.1.0)
  • Tecnici del marketing - (3.3.3.5.0)

Il laureato in Management d’Impresa può partecipare agli esami di abilitazione all'esercizio della professione di Esperto Contabile e di Consulente del Lavoro.
 
Parere delle parti sociali
La consultazione con le parti sociali è un’attività che è svolta in modo continuativo dal Direttore del Dipartimento di Economia e dai Coordinatori dei vari corsi di studio al fine di verificare l’aderenza dei percorsi di studio alle esigenze del mondo del lavoro.
Annualmente, inoltre, in genere prima dell’approvazione del RAD e dei Manifesti degli Studi, ha luogo un incontro presso il Dipartimento nel corso del quale viene presentata la proposta di offerta formativa per l’anno accademico successivo al fine di cogliere suggerimenti riguardo a possibili modifiche.
In data 30 gennaio 2017 si è proceduto ad un incontro/consultazione con gli esponenti delle organizzazioni rappresentative delle professioni e della produzione di beni e servizi. Nel corso di tale incontro il direttore del Dipartimento di Economia, presentando l'offerta formativa A.A. 2017/18, ha messo in evidenza che per il CdS in "Management d'Impresa" non si intendevano apportare sostanziali modifiche.
I rappresentanti delle parti sociali hanno ritenuto che l'impianto del corso triennale in "Management d'Impresa" rispetti le esigenze di competenze professionali da loro richieste. Gli stessi hanno inoltre sottolineato la necessità di ampliare l'offerta formativa per perfezionare alcuni aspetti specifici, anche con la creazione di nuovi percorsi dedicati.
 

Sbocchi professionali

Gli sbocchi occupazionali e le attività professionali del Corso di Laurea Triennale in Management d’Impresa sono riconducibili a tre aree principali:

1) Figure manageriali nelle varie funzioni aziendali
Il profilo del laureato in Management d’Impresa potrà trovare corrispondenza in buona parte delle figure professionali con funzioni di organizzazione, gestione, rilevazione e governo di imprese/aziende di diverso tipo (private, pubbliche, non profit) e settore, fino ai livelli amministrativi di vertice delle aziende di piccole dimensioni e ai livelli intermedi di aziende di maggiore dimensione e complessità. In particolare, si intende promuovere l'inserimento dei laureati in attività che, dopo una prima fase di ingresso nell'organizzazione ed acquisizione di competenze specifiche, consentano lo sviluppo di un percorso manageriale, con un crescente livello di autonomia e responsabilità nella gestione delle risorse economiche ed umane.

Le competenze acquisite con il percorso di laurea sono prevalentemente quelle fondamentali, generali e specifiche, in ambito aziendale, arricchite da una formazione interdisciplinare di ambito economico, giuridico e quantitativo.

Le competenze associate alla funzione sono relative a figure professionali e carriere manageriali con competenze specifiche per operare nelle varie funzioni (amministrazione, direzione, marketing, ecc.) della generalità di aziende di diverso tipo (imprese pubbliche e private, di varia dimensione ed operanti in vari settori).

2) Consulente d'impresa nelle varie aree della gestione aziendale
Il laureato in Management d’Impresa avrà conoscenze e competenze necessarie all'avvio di una carriera nell'ambito della consulenza direzionale di ampio spettro (contabile, amministrativa, gestione strategica, gestione per la qualità, ecc.).

Come qualunque altra laurea in classe L18, è consentito l'accesso all'esame di Stato per l'iscrizione alla sezione B dell'Albo dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili. Inoltre, la laurea consente l'accesso agli esami abilitanti per la professione di agro-tecnico laureato.

Le competenze acquisite con il percorso di laurea sono prevalentemente quelle fondamentali, generali e specifiche, in ambito aziendale, arricchite da una formazione interdisciplinare di ambito economico, giuridico e quantitativo.

Le competenze associate alla funzione sono le seguenti:

  • attività di consulenza d'impresa nelle varie aree della gestione aziendale;
  • attività professionali regolamentate.

Gli sbocchi occupazionali principali sono i seguenti:

  • consulente di impresa;
  • agro-tecnico laureato;
  • esperto contabile;
  • libera professione.

3) Impiegato in ambito economico, amministrativo e gestionale dei settori privati, pubblici e del non profit
Il profilo del laureato in Management d'Impresa dispone di un ampio ventaglio di competenze che favorisce il suo collocamento nella diffusa realtà delle piccole e medie aziende (siano esse private, pubbliche o non profit), dove occorre avere diverse competenze gestionali e saperle applicare in diverse tipologie di settori economici.

I laureati acquisiranno, infatti, le competenze richieste per gli impiegati, in posizione di linea e di staff, con compiti di gestione ed amministrazione.

Le competenze acquisite con il percorso di laurea sono prevalentemente quelle fondamentali, generali e specifiche, in ambito aziendale, arricchite da una formazione interdisciplinare di ambito economico, giuridico e quantitativo.

Le competenze acquisite con il percorso di laurea consentono lo svolgimento di attività di lavoro dipendente, interne ed esterne alle imprese, di supporto a finalità operative o conoscitive in ambitoeconomico, amministrativo e gestionale dei settori privati, pubblici e del non profit.

Gli sbocchi occupazionali previsti sono nelle imprese dei settori privati, pubblici e del non profit.

Parere delle parti sociali

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Archivio Offerta Didattica

Seleziona l'anno accademico per consultare le schede corso in archivio.