Il corso di studi
Titolo: 
[1024/2020] - INGEGNERIA CIVILE
Classe: 
L-7
Tipo: 
Triennale
Sede: 
Messina
Lingua: 
italiano
Coordinatore: 

Prof. Orazio Pellegrino

Modalità: 

Corso di studio convenzionale

Anni Attivi: 
3
Accesso: 

Per essere ammessi al Corsi di Laurea in Ingegneria Civile si richiede il possesso del titolo di scuola secondaria superiore previsto dalla normativa in vigore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo dagli organi competenti

Regolamenti: 

Requisiti

Per essere ammessi al Corsi di Laurea in Ingegneria Civile si richiede il possesso del titolo di scuola secondaria superiore previsto dalla normativa in vigore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo dagli organi competenti dell'Università.
La verifica della preparazione iniziale si svolge mediante test on-line (TOLC-I Test on-line per l'iscrizione ai corsi di Ingegneria) predisposti dal CISIA che organizza e gestisce il Test Nazionale per l'accesso ai Corsi di Studio in Ingegneria di tutte le sedi universitarie consorziate.
Tutti gli studenti che si iscrivono al corso di Ingegneria Civile devono obbligatoriamente sostenere/aver sostenuto il test TOLC-I.
Lo studente può sostenere il test TOLC-I presso qualsiasi università italiana aderente al CISIA e il risultato conseguito ha validità nazionale nelle sedi aderenti.
Tutte le informazioni sui test nazionali e l'elenco delle sedi aderenti sono pubblicate sul sito http://www.cisiaonline.com/
Il test TOLC-I può essere sostenuto anche a partire dal penultimo anno di frequenza della scuola secondaria superiore secondo il calendario predisposto da ciascuna sede universitaria aderente al CISIA.
I test TOLC-I si svolgono presso la sede del Dipartimento di Ingegneria dell'Università di Messina da febbraio a novembre con cadenza mensile. È, in ogni caso, prevista una sessione di test TOLC-I nel mese di settembre, prima dell'inizio delle lezioni. Il calendario dei test TOLC-I è consultabile alla pagina web http://www.unime.it/it/dipartimenti/ingegneria/test-tolc
Gli studenti che conseguono un punteggio maggiore o uguale a 7 nella sezione "Matematica" del test TOLC-I sono iscritti senza debito Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA).
Il mancato raggiungimento del punteggio minimo non compromette la possibilità di iscriversi al corsi di Ingegneria Civile dell'Università di Messina ma comporta l'attribuzione del debito OFA.
L'assolvimento del debito OFA avviene mediante il superamento di uno specifico test (test OFA) oppure mediante il superamento dell'esame di un corso nel SSD MAT/05 (Analisi Matematica) erogato il primo anno di corso.
L'estinzione del debito OFA deve comunque avvenire entro il primo anno di corso.
Il mancato assolvimento degli eventuali OFA entro il primo anno comporta l'iscrizione al I anno di corso in qualità di ripetente.
Sessioni di test per il recupero degli OFA sono organizzate in collaborazione con il CISIA. L'elenco delle date previste per i test OFA è consultabile sul sito del Dipartimento di Ingegneria
https://www.unime.it/it/dipartimenti/ingegneria/test-di-recupero-ofa
È possibile partecipare a un test OFA solo se è già stato sostenuto un test TOLC-I. La partecipazione al test OFA è gratuita.
Per partecipare al test OFA, lo studente deve prenotarsi seguendo la procedura predisposta nella propria area riservata sulla piattaforma ESSE3.
Gli OFA si considerano assolti se si ottiene un punteggio almeno pari a 5.
Lo studente che abbia ottenuto un risultato insufficiente al test OFA può chiedere di prendere visione del proprio elaborato. La richiesta deve essere presentata entro 7 giorni dalla data di svolgimento della prova. La consultazione, che avverrà in presenza di un docente, è limitata alle domande per le quali è stata data una risposta errata.
Prima dell'inizio dell'anno accademico, nel mese di settembre, verranno svolti "corsi intensivi" per le discipline di base matematica, fisica e chimica della durata di due settimane. I corsi sono fortemente consigliati per prepararsi allo studio delle materie di base e per colmare eventuali lacune evidenziate dal mancato superamento del test TOLC-I.
https://www.unime.it/it/dipartimenti/ingegneria/corsi-intensivi-informaz...

Obiettivi

Il Corso di Laurea in Ingegneria Civile forma laureati che hanno la capacità di conoscere gli aspetti metodologici delle scienze di base e delle scienze dell'ingegneria civile, nonché di possedere competenze operative idonee per svolgere attività professionale, anche concorrendo alle attività di progettazione, produzione, manutenzione e gestione in diversi settori di interesse dell'ingegneria civile.
Tale formazione arriva e all'applicazione di metodi, tecniche e strumenti aggiornati, omogenei ai dispositivi normativi e pienamente sufficienti per consentire rapporti di collaborazione professionale con gli attori, anche di elevato livello culturale, coinvolti nel settore delle costruzioni civili ed utilizzando procedure di lavoro avanzate ed innovative. In particolare, i laureati devono:
- conoscere adeguatamente gli aspetti metodologico-operativi della matematica e delle altre scienze di base al fine di descrivere ed interpretare i problemi dell'ingegneria;
- conoscere gli aspetti metodologico-operativi delle scienze dell'ingegneria civile, in modo da identificare, formulare e risolvere i problemi, utilizzando metodi, tecniche e strumenti moderni ed aggiornati alle vigenti normative;
- utilizzare tecniche ingegneristiche di base per la simulazione dei fenomeni di interesse e per la progettazione, verifica e manutenzione di componenti e sistemi, anche utilizzando strumenti di modellazione digitale integrata;
- essere capaci di comprendere le ripercussioni delle soluzioni adottate nei riguardi dell'ambiente, nonché la resilienza rispetto ai fenomeni di invecchiamento e degrado di materiali e componenti;
- essere capaci di interagire con le tecnologie informatiche e conoscere le metodologie più opportune per il monitoraggio, il rilevamento e il trattamento dei dati;
- essere capaci di condurre analisi sperimentali, esaminando ed interpretando i risultati finali;
- possedere gli strumenti cognitivi di base per l'aggiornamento continuo delle proprie conoscenze.

Le attività formative prevedono:
- attività dedicate all'acquisizione di conoscenze metodologiche-operative nella analisi matematica, nella fisica, nella geometria, nell'elettrotecnica dedicata all'edilizia e ai cantieri, nella chimica applicata ai materiali da costruzione e nella rappresentazione grafica, nella meccanica razionale in modo da acquisire gli strumenti che consentiranno di poter interpretare e controllare le più comuni problematiche dell'ingegneria civile.
- attività dedicate all'acquisizione di conoscenze metodologiche-operative nelle discipline caratterizzanti dell'ingegneria civile che si fondano sugli studi matematici e fisici dell'anno precedente, quali la scienza delle costruzioni, la fisica tecnica ambientale, l'architettura tecnica e la topografia.
- attività dedicate all'acquisizione di conoscenze metodologiche-operative di base nelle discipline affini-integrative di interesse interdisciplinare. A tal proposito, nel terzo anno, si conferisce la possibilità di seguire due differenti orientamenti, di cui il primo riguarda maggiormente discipline dell'area civile ed il secondo quelle prettamente edili, anche se vi è tuttavia, una base di insegnamenti comuni, quali l'idraulica, la meccanica delle terre, il secondo modulo di scienza delle costruzioni e la tecnica delle costruzioni.
Fanno parte dell'orientamento civile discipline quali fondamenti di strade, geotecnica, un ulteriore approfondimento dell'idraulica e la modellazione strutturale.
L'orientamento edile comprende, invece, il rilievo architettonico, la storia dell'architettura, il restauro architettonico e la tecnica urbanistica.
Vi devono essere anche competenze trasversali non disciplinari che si devono ritenere indispensabili e trasversali a tutte le discipline del corso di laurea e riguardanti:
- la comprensione dell'impatto delle soluzioni ingegneristiche nel contesto sociale, economico e fisico-ambientale;
- la conoscenza delle proprie responsabilità professionali ed etiche;
- la conoscenza dei contesti aziendali e professionali e della cultura d'impresa nei suoi aspetti economici, gestionali e organizzativi;
- la conoscenza delle trasformazioni globali in atto e dei principi dell'economia circolare;
- capacità relazionali e decisionali;
- capacità di comunicare efficacemente, in forma scritta e orale, in lingua italiana.
Gli aspetti teorici sono completati con esercitazioni ed attività in laboratorio in grado di sviluppare una sufficiente capacità di operare nel campo delle costruzioni civili ed edili di media complessità con ordinari schemi di calcolo.
Gli stage, i tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali e la prova finale contribuiscono al completamento degli obiettivi formativi del corso.
Si vuole sottolineare che il tecnico laureato è in grado di inserirsi in diversi ambiti professionali ma il percorso formativo è stato concepito con il fine di un perfezionamento successivo da attuarsi con la laurea magistrale, ritenuta indispensabile per un mondo del lavoro che, nel settore dell'ingegneria civile, richiede figure fortemente specializzate.

Risultati

Il Corso di Laurea in Ingegneria Civile dell'Università di Messina (classe L-7 - Ingegneria civile e ambientale) forma ingegneri civili con una solida preparazione scientifica in grado di svolgere attività professionale, anche concorrendo alle attività di progettazione, produzione e gestione in diversi settori di interesse dell'ingegneria civile.
Il percorso di formazione consente di raggiungere un duplice obiettivo: da un lato una conoscenza approfondita delle discipline di base dell'ingegneria, imprescindibile per la prosecuzione degli studi nei corsi di laurea magistrali e, dall'altro, una completa acquisizione degli aspetti metodologici-operativi necessari per comprendere ed attuare attività di programmazione, progettazione ed esecuzione di interventi ed opere che vanno dalla scala territoriale fino al singolo manufatto.
Ad 1 anno dal conseguimento del titolo quasi tutti i laureati dichiarano di voler completare la loro formazione con il conseguimento del titolo magistrale che rappresenta il "naturale" proseguimento della laurea di primo livello e tale tendenza dei laureati in tale disciplina è confermata anche a livello degli altri atenei regionali e nazionali.
  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Archivio Offerta Didattica

Seleziona l'anno accademico per consultare le schede corso in archivio.