Prospettive

Sbocchi professionali

La figura professionale verso cui è indirizzato il percorso formativo è quella di tecnico/ingegnere junior con una solida preparazione di base in ambito scientifico/ingegneristico/economico/organizzativo in grado di svolgere compiti di gestione/controllo/progettazione nei processi di produzione. Si caratterizza per una mentalità interdisciplinare e flessibile, derivante da una forte integrazione della cultura tecnologica di base, tipica dell'ingegneria, con competenze economiche e organizzative tale da consentirgli di adattarsi alla rapida evoluzione tecnologica che caratterizza i settori produttivi dell'ingegneria industriale (imprese manifatturiere; imprese di servizi e pubblica amministrazione per l'approvvigionamento e la gestione dei materiali, per l'organizzazione e l'automazione aziendale e della produzione, per la logistica, per il project management ed il controllo di gestione, per l'analisi di settori, per la valutazione degli investimenti, per il marketing industriale) o di completare proficuamente la propria preparazione professionale all'interno di successivi percorsi formativi specifici di secondo livello.
Le competenze specifiche associate a questa figura professionale sono:
- analizzare i processi aziendali chiave per la competitività aziendale e per questi individuare possibili miglioramenti organizzativi;
- svolgere un'attività di natura consulenziale mirata alla valutazione critica ed indipendente delle funzionalità e dell'economicità dei sistemi d'impresa, avendo attenzione alle problematiche connesse alla sicurezza, alla qualità prestazionale e alla conformità agli standard consolidati;
- applicare i modelli e le tecniche di analisi dei dati, i modelli organizzativi, l'economia aziendale e le tecniche di contabilità industriale e di analisi dei costi, per supportare le decisioni d'impresa;
- proporre soluzioni con un corretto bilanciamento tra benefici attesi, costi e rischi;
- identificare e implementare soluzioni informatiche e tecnologie digitali per la gestione aziendale;
- pianificare, gestire e controllare le attività relative ai processi di approvvigionamento, gestione delle scorte e distribuzione dei prodotti finiti;
- collaborare all'analisi dei processi produttivi, alla progettazione dei piani d'intervento indirizzati ad un miglioramento dell'organizzazione produttiva.
Il corso di laurea in Ingegneria Gestionale prepara alla professione di: Tecnico della produzione manifatturiera - (3.1.5.3.0) e Tecnico dell'organizzazione e della gestione dei fattori produttivi - (3.3.1.5.0).

 

Parere delle parti sociali

La progettazione del Corso di laurea triennale in Ingegneria Gestionale si è basata su una serie di indagini volte a valutare la richiesta di tale percorso formativo da parte delle principali parti interessate. L'analisi della domanda e le consultazioni con le parti interessate sono state quindi condotte in più fasi sia valutando gli studi di settore, che inviando tramite mail un questionario ad una platea di medie e grandi aziende operanti sul territorio nazionale e internazionale nei settori meccanico, chimico, energetico, biomedicale, informatico, logistica e trasporti e a studi di ingegneria e servizi di consulenza
Il confronto con le parti sociali ha consentito quindi di attivare un proficuo processo di perfezionamento dell'offerta formativa così da allinearla alle richieste del mondo della produzione di beni e servizi e delle professioni mediante rimodulazione di CFU dei vari insegnamenti o inserimento di nuovi.
Sono state evidenziate da parte dei partecipanti le potenzialità anche in termini di impatto economico e sociale che la presenza del corso di studi in Ingegneria Gestionale rappresenta per il territorio ai fini della formazione di capitale umano adeguato che potrebbe stimolare le aziende di grandi dimensioni ad aprire sedi distaccate nel territorio e di opportunità per la crescita e il miglioramento delle competenze delle risorse umane già in forza agli enti pubblici che possono essere stimolate ad acquisire conoscenze più aderenti alle attuali esigenze del mondo lavorativo attraverso il riconoscimento delle competenze.
Il CdS in Ingegneria Gestionale si doterà di un Comitato di indirizzo composto da rappresentanti del mondo della produzione di beni e servizi e delle professioni in modo tale da avere un confronto dinamico e costante con le parti sociali al fine di ricevere feedback immediati per il miglioramento continuo del corso di laurea in termini non solo di validità o eventuale rimodulazione in itinere dell'offerta formativa ma anche di rapporti col territorio.
I rappresentanti delle organizzazioni consultate hanno espresso unanime valutazione positiva sulla progettazione del Corso di laurea triennale evidenziando che la figura professionale in uscita risponde alle attuali e future esigenze del mercato del lavoro.

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Archivio Offerta Didattica

Seleziona l'anno accademico per consultare le schede corso in archivio.