Tirocini curriculari - Area Enti/Aziende

REGOLAMENTO
PER L’ATTIVAZIONE E LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO FORMATIVO CURRICULARE
PER IL CdL IN INFORMATICA
(INFORMAZIONI PER GLI ENTI/AZIENDE E I RESPONSABILI DI STRUTTURE DELL’ATENEO)
(approvato nella seduta del CCdL del 28/07/2017 - modificato il 20/11/2017)

La procedura si articola nelle seguenti fasi:
 
FASE 1
Stipula della convenzione con l’Università degli Studi di Messina
(indispensabile per gli Enti/Aziende non ancora convenzionati con l'Università)
 
Gli Enti/aziende sono invitate a contattare il Responsabile amministrativo per i tirocini del Dipartimento MIFT per tutte le informazioni sulla procedura per la stipula della convezione.
 

FASE 2
Presentazione della proposta di tirocinio curriculare
 
Gli Enti/aziende sono tenuti a compilare il seguente modulo
https://goo.gl/forms/Ogu55xerUqKHNsb83
 
Per i tirocini interni, i Responsabili delle Strutture sono tenuti ad utilizzare il seguente modulo
https://goo.gl/forms/wz0SwCXke3LfGEHc2
 
Si ricorda che a norma di legge il numero massimo di ore mensili è di 160 (8 ore al giorno per 5 giorni lavorativi a settimana) e le attività devono essere svolte dal tirocinante obbligatoriamente entro 12 mesi dalla data di inizio del tirocinio.
 
FASE 3
Approvazione della proposta di tirocinio curriculare
 
La Commissione per i tirocini del CdL esamina le proposte pervenute. Quelle approvate vengono pubblicate sul sito del CdL nell’apposita sezione “Tirocini disponibili”.
In caso di mancata approvazione della proposta, l’Ente/azienda sarà contattato per ulteriori dettagli.
 
FASE 4
Selezione del tirocinante
 
Gli studenti interessati alla proposta inviano (entro l’eventuale scadenza indicata nella proposta) un e-mail alla “persona di riferimento” dell’Ente ospitante e, per conoscenza, all’indirizzo didattica.mift@unime.it, con Oggetto: “Informatica tirocini”, indicando, oltre a cognome, nome e numero di matricola, le posizioni scelte ed allegando il curriculum vitae (in formato pdf) e il “Piano di Studio” scaricato da ESSE3 (in formato pdf). L’Ente/azienda comunica al Responsabile amministrativo per i tirocini il nominativo dello studente selezionato.
 
Esclusivamente per i tirocini interni, il numero massimo di posizioni contemporanee è di 2 per ciascun Tutor dell’Ente ospitante (due posizioni si considerano contemporanee, se i periodi di attività si sovrappongono per non meno della metà della durata totale di una delle due).
Per quanto non espressamente specificato, si rimanda alla normativa vigente (Legge 24 giugno 1997, n. 196, art. 18; D.M. 25 marzo 1998, n. 142; D.L. 13 agosto 2011, n. 138, convertito in legge 14 settembre 2011 n. 148; Legge 28 giugno 2012 n. 92, recante disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita).
 
FASE 5
Attivazione del tirocinio
 
Prima dell’inizio del tirocinio, con congruo anticipo, lo studente deve presentare personalmente al Responsabile Amministrativo per i tirocini il “Progetto Formativo e di Orientamento”.
Questo documento deve essere presentato in triplice originale.
Il documento deve essere debitamente compilato in ogni sua parte, soprattutto per ciò che concerne gli “obiettivi e modalità”, che devono essere conformi alla descrizione riportata nella proposta di tirocinio; il documento deve anche essere debitamente firmato, nell’ordine, da:

  1.  
  2. Responsabile dell’Ente ospitante (con timbro, obbligatorio solo se l’Ente ospitante è esterno all’Ateneo),
  3. Tutor accademico,
  4. Coordinatore del CdL, per il soggetto promotore.

 
Non saranno presi in considerazione moduli difformi dall’originale o compilati parzialmente.
Il Responsabile Amministrativo per i tirocini procede al protocollo del documento e lo trasmette al Coordinatore del CdL e alla Commissione per i tirocini.
Lo studente non potrà iniziare le attività di tirocinio prima di aver completato la FASE 5.
 
FASE 6
Svolgimento del tirocinio
 
Durante lo svolgimento del tirocinio, dovrà essere compilato il “Registro delle Attività di Tirocinio” dettagliando adeguatamente l’attività svolta nelle singole giornate. Detto Registro deve recare, sulle pagine ove è presente la firma del Tutor, anche il timbro dell’Ente ospitante (il timbro è obbligatorio solo se l’Ente ospitante è esterno all’Ateneo).
Non saranno presi in considerazione registri difformi dall’originale o compilati parzialmente.
 
Dopo aver effettuato il 50% delle ore previste, lo studente redigerà un report, firmato dal Tutor dell’Ente ospitante, sull’attività svolta e lo consegnerà al Tutor accademico.
 
Lo studente può svolgere fino ad un massimo di 6 ore di lavoro al giorno per i tirocini interni e fino a 8 ore di lavoro al giorno per tirocini presso Enti esterni all’Ateneo (numeri maggiori di ore di lavoro possono essere autorizzate dalla Commissione per i tirocini solo se adeguatamente motivate).
 
Lo studente è tenuto a svolgere le attività di tirocinio entro il periodo indicato nel “Progetto Formativo e di Orientamento” (tale periodo non può in alcun caso superare i 12 mesi).
 
Lo studente può chiedere, una sola volta, una proroga, adeguatamente motivata, della scadenza del “Progetto Formativo e di Orientamento”. Tale richiesta va inoltrata con congruo anticipo rispetto alla scadenza del “Progetto Formativo e di Orientamento” e deve essere controfirmata dal Responsabile dell’Ente ospitante o dal Docente responsabile (e non dal Tutor dell’Ente ospitante) e deve essere inviata al Responsabile Amministrativo per i tirocini che procede al protocollo e alla trasmissione al Coordinatore e alla Commissione per i tirocini.
 
Lo studente che non abbia completato le ore previste entro i termini specificati nel “Progetto Formativo e di Orientamento”, non abbia chiesto alcuna proroga, e si sia assentato per un periodo superiore a 10 giorni lavorativi consecutivi, viene dichiarato decaduto e dovrà ripetere l’intera procedura (Fase A - Fase D del documento “Procedura per l'attivazione e lo svolgimento del tirocinio formativo curriculare per il CdL in Informatica (informazioni per gli studenti)”); perderà quindi tutte le ore svolte e non potrà ottenere alcun riconoscimento, neanche parziale, di CFU.
 
FASE 7
Conclusione del tirocinio
 
A conclusione del periodo di tirocinio, lo studente deve inviare la documentazione richiesta (si veda la Fase D del documento “Procedura per l'attivazione e lo svolgimento del tirocinio formativo curriculare per il CdL in Informatica (informazioni per gli studenti)”).
Sarà cura del Tutor dell’Ente ospitante:

  1. Compilare in ogni sua parte il “Registro delle Attività di Tirocinio”, in cui devono essere riportati per ogni giorno: data, orario di entrata/uscita, attività svolta. Ogni pagina del Registro dovrà essere vidimata con timbro dell’Ente ospitante (il timbro è obbligatorio solo se l’Ente ospitante è esterno all’Ateneo) e firma del Tutor dell’Ente ospitante;
  2. Redigere la “Relazione sulle Attività di Tirocinio”, su carta intestata dell’Ente ospitante, con firma del Tutor e timbro dell’Ente ospitante (il timbro è obbligatorio solo se l’Ente ospitante è esterno all’Ateneo), e che riporti: dati anagrafici del tirocinante, numero di matricola, corso di laurea, numero di ore effettuate e descrizione dettagliata dell’attività svolta in accordo con il “Progetto Formativo e di Orientamento” Detta relazione deve essere firmata anche dallo studente e dal Tutor accademico;
  3. Compilare la “Scheda di Valutazione Finale del Tirocinio”.

 
La mancanza anche di uno solo dei suddetti documenti, o la presentazione di documenti incompleti o redatti su moduli difformi da quelli ufficiali, non consentirà il riconoscimento dei CFU previsti.
 
Si ricorda che:

  1. In accordo con i Manifesti degli Studi per gli A.A. 2014/15 e successivi, un CFU di tirocinio equivale a n. 15 ore di attività (ad es. 3 CFU x 15 ore = 45 ore di tirocinio); per i Manifesti degli Studi relativi agli A.A. precedenti al 2014/15, un CFU di attività di tirocinio equivale a n. 12 ore di attività (ad es. 3 CFU x 12 ore = 36 ore di tirocinio).

 

  1. Per quanto concerne il massimo e il minimo numero di CFU di attività di tirocinio si rimanda al Manifesto degli Studi di competenza (cioè dell’Anno Accademico di immatricolazione dello studente).

 
 

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Contatti

Coordinatore: Prof. Massimo Villari
Segreteria didattica: didattica.mift@unime.it

Archivio Offerta Didattica

Seleziona l'anno accademico per consultare le schede corso in archivio.