Piano di Studi

Il piano di studi è l’elenco di tutti gli insegnamenti o attività formative che lo studente intende seguire nel suo percorso di studi e per i quali deve superare i relativi esami per essere ammesso all'esame finale di laurea. Le attività formative inserite nel piano di studi sono comprese nelle seguenti tipologie: insegnamenti di base (taf* A); insegnamenti caratterizzanti (taf B); insegnamenti affini/integrativi (taf C); insegnamenti a libera scelta (taf D); prova finale di laurea (taf. E). * TAF è l’acronimo di Tipologia attività formativa.
Per il completamento del piano di studi è anche possibile il riconoscimento di certificazioni informatiche o linguistiche o di altre professionalità acquisite prima o durante il percorso universitario.
Lo studente può sostenere soltanto gli esami presenti nel proprio piano di studi, compreso nel Manifesto degli studi.
Obiettivi e percorsi formativi
I laureati in Giurisprudenza acquisiscono una piena conoscenza della cultura giuridica nazionale, europea ed internazionale. Al termine del corso di studi i laureati avranno la capacità di produrre testi giuridici (di carattere normativo, negoziale o processuale); le capacità interpretative, di analisi casistica, di qualificazione giuridica, di comprensione, di rappresentazione, e di valutazione, necessarie per affrontare ogni problema giuridico professionale; nonché gli strumenti di base per l'aggiornamento delle proprie competenze.
Il percorso formativo del Corso di laurea in Giurisprudenza è unitario nei primi tre anni di corso, mentre viene differenziato nel biennio conclusivo attraverso la diversificazione delle attività formative affini e integrative. Sono, infatti, previsti sei indirizzi finalizzati ad una migliore caratterizzazione del predetto percorso formativo per consentire al laureato l'acquisizione di competenze e conoscenze specifiche in determinati settori, in vista di una successiva specializzazione professionale post laurea.
 
Struttura del Corso di studi. Triennio comune e Biennio di indirizzo.
Triennio Comune
I Anno
Il primo anno è incentrato sullo studio delle basi del Diritto privato e del Diritto Costituzionale, nonché sulla Filosofia del diritto e sulla origine storica degli ordinamenti giuridici occidentali.
II Anno
Nel secondo anno oltre all’approfondimento del Diritto privato e dei principi fondamentali dell’Economia politica, particolare attenzione è dedicata alla dimensione internazionale con lo studio del Diritto dell’Unione europea e del Diritto internazionale.
III Anno
Il terzo anno è caratterizzato da materie giuridiche fondamentali, con lo studio dei principi che regolano l’azione amministrativa, il diritto commerciale, gli aspetti sostanziali del diritto penale, e il diritto del lavoro.
Biennio di indirizzo
Nel biennio conclusivo assume un ruolo centrale lo studio del Diritto processuale civile, penale ed amministrativo; e la formazione viene arricchita dallo studio del Diritto tributario e da un approfondimento nei settori del Diritto costituzionale, del Diritto penale e del Diritto privato.
Lo studente ha, poi, la possibilità di personalizzare il proprio percorso scegliendo tra sei indirizzi,
per ognuno dei quali l’attività formativa viene caratterizzata, attraverso la scelta di più materie facoltative tra quelle attivate.

  • Indirizzo storico-giuridico, filosofico-giuridico e filosofico-politico;
  • Indirizzo privatistico;
  • Indirizzo pubblicistico;
  • Indirizzo commercialistico-navigazionistico;
  • Indirizzo internazionalistico, comparatistico e dell'Unione europea;
  • Indirizzo penalistico.

 

Piano di Studi
  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Archivio Offerta Didattica

Seleziona l'anno accademico per consultare le schede corso in archivio.