Laurea

La prova finale (cui sono assegnati 14 CFU) consiste nella redazione, sotto la supervisione di un docente-relatore, di un elaborato scritto originale riguardante l'ambito di uno degli insegnamenti di cui lo studente abbia sostenuto l'esame.
Per superare la prova finale lo studente deve dimostrare di aver acquisito, oltre a una conoscenza avanzata del tema prescelto, anche autonomia di apprendimento e capacità di utilizzare correttamente la letteratura (anche internazionale), di gestire, analizzare e presentare i dati, di esporre e sostenere argomentazioni scientifiche in modo logico e coerente, dimostrando maturità nell'analisi, sintesi e organizzazione dei temi trattati.
La prova finale può svolgersi in lingua inglese; parimenti in lingua inglese può essere redatto l'elaborato scritto o la tesi.
Ai fini del superamento dell'esame di laurea magistrale è necessario conseguire il punteggio minimo di 66 punti. L'eventuale attribuzione della lode, in aggiunta al punteggio massimo di 110 punti, è subordinata all'accertata rilevanza dei risultati raggiunti dal candidato e alla valutazione unanime della Commissione.
Per la valutazione conclusiva si deve tenere conto dell'intera carriera dello studente, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi universitari, delle valutazioni sulle attività formative precedenti e sulla prova finale. Pertanto, il punteggio utile per il conseguimento della laurea magistrale si forma calcolando la media (M) ponderata sui crediti delle votazioni ottenute negli insegnamenti curriculari in cui è assegnata una votazione in trentesimi (ai soli fini del computo della quantità M, la votazione di trenta e lode corrisponde alla votazione equivalente di 31). Al valore M, ricalcolato sulla base della votazione in centodecimi ed arrotondato a numero intero, la Commissione di laurea può aggiungere, indipendentemente dalla media M, fino a 7 punti per la valutazione dell'elaborato finale. Al punteggio ottenuto (P), calcolato come sopra indicato, si aggiungono 2 punti se il conseguimento della laurea avviene entro gli anni di corso previsti.
Il Consiglio di Laurea stabilisce altresì le modalità di nomina e l'attribuzione dei compiti all'eventuale correlatore.

Calendario sedute di laurea
Il calendario delle sedute di laurea è fissato dal Direttore nel rispetto dei limiti temporali previsti dal calendario didattico di ateneo e di dipartimento.
Per l'anno accademico 2018/2019 sono previste quattro sedute di laurea:
-    1ª seduta: 19 marzo 2018 e giorni successivi in base al numero di laureandi;
-    2ª seduta: 16 luglio 2018 e giorni successivi in base al numero di laureandi;
-    3ª seduta: 15 ottobre 2018 e giorni successivi in base al numero di laureandi;
-    4ª seduta: 17 dicembre 2018 e giorni successivi in base al numero di laureandi.
 
Cerimonia di consegna dei diplomi
A partire dal 2016, l’Ateneo organizza annualmente una Cerimonia di consegna dei diplomi di studio (laurea, laurea magistrale, dottorato, specializzazione).
Un evento nuovo che Unime ha promosso per celebrare i propri studenti ed il traguardo da essi raggiunto. Un appuntamento che appartiene, come è noto, alla tradizione accademica anglosassone, ma che già da diversi anni ha assunto dimensioni globali, tanto che anche in Italia diversi altri Atenei lo stanno da tempo realizzando.La consegna dei diplomi di laurea si svolge una volta l’anno nel mese di luglio in una location suggestiva.
Nelle prime due edizione la cerimonia si è svolta presso il Teatro Antico di Taormina.

Edizione 2018
- Video in alta risoluzione https://www.youtube.com/watch?v=vooWyw0Op8c (prima parte) - https://www.youtube.com/watch?v=Ty9Wlq1t-do (seconda parte)

Edizione 2017
- Video in alta risoluzione https://www.youtube.com/watch?v=cTu5ggEcXQo

Edizione 2016
- Video in alta risoluzione https://www.youtube.com/watch?v=XdSoLzpCnlE
- Sintesi https://www.youtube.com/watch?v=C8HH_OS8Kgc

 

Prova finale

Per essere ammesso a sostenere la prova finale, lo studente deve avere acquisito tutti i crediti previsti dal Manifesto degli Studi, ad eccezione di quelli assegnati alla prova finale, ed essere in regola con il pagamento delle tasse e dei contributi universitari.

Lo studente che abbia maturato tutti i crediti previsti dal suo piano di studi può conseguire il titolo di studio indipendentemente dal numero di anni di iscrizione all’Università.

La prova finale per il conseguimento della Laurea Magistrale consiste nella discussione pubblica della tesi, relativa a un lavoro originale svolto dallo studente. La tesi dovrà essere preferibilmente a carattere applicativo, progettuale o sperimentale, dalla quale la Commissione possa valutare la maturità culturale e scientifica nonché la qualità del lavoro svolto.

Lo studente e il Relatore possono avvalersi della collaborazione di un Correlatore nella preparazione della tesi. Il Correlatore può essere un docente di altro ateneo, anche estero, o essere una figura professionale, anche di altra nazionalità, esterna all’Università. In quest’ultimo caso, all’atto della presentazione della domanda di tesi, deve essere prodotta un’attestazione a firma del Relatore in merito alla qualificazione scientifica e/o professionale del Correlatore in rapporto con la dissertazione oggetto di esame. Compito specifico del Relatore e dell’eventuale Correlatore è coordinare le attività dello studente nella preparazione della tesi in relazione al numero di crediti formativi previsti per questa attività.

La tesi può anche essere redatta parzialmente o interamente in lingua inglese (salvo l’obbligo di redazione e di discussione dell’elaborato in inglese, per gli studenti iscritti al curriculum in International management).
Ai fini del superamento della prova finale è necessario conseguire il punteggio minimo di 66/110. Il punteggio massimo è di 110/110 con eventuale attribuzione della lode. Il punteggio dell’esame di laurea è pari alla somma tra il punteggio di base ed il voto di valutazione. Il punteggio di base è dato dalla media aritmetica ponderata rispetto ai crediti e convertita in centodecimi (comunicata dalla Segreteria studenti) di tutte le attività formative con voto espresso in trentesimi, previste nel piano di studio del candidato, con arrotondamento dei decimi all’unità superiore o inferiore più prossima; alle votazioni di trenta e lode è assegnato valore di 31.

Per l’attribuzione dei punti per il voto curriculare la Commissione ha a disposizione fino ad un massimo di 4 punti, che possono essere assegnati adottando i seguenti criteri:

- Mobilità internazionale con acquisizione di CFU.

- Conclusione degli studi in corso; il criterio è utilizzabile nel caso in cui l’ultimo esame sia stato sostenuto entro l’ultima sessione dell’anno solare e la laurea sia conseguita entro l’ultima sessione utile dell’ultimo anno di corso;

- Acquisizione di almeno due lodi nelle materie caratterizzanti;

- Tirocini formativi e di orientamento presso aziende o enti di ricerca.

Per l’attribuzione del voto di valutazione della tesi la Commissione ha a disposizione fino ad un massimo di 7 punti che possono essere assegnati adottando i seguenti criteri:

- la qualità del lavoro di tesi;

- l’entità dell’impegno profuso nella realizzazione dell’elaborato;

- la capacità dello studente di conoscere gli argomenti del suo elaborato e la principale bibliografia di riferimento - e di saperli collegare alle tematiche caratterizzanti del suo corso di studi;

- la capacità di esporre in maniera fluida gli argomenti del suo elaborato e di trarre conclusioni coerenti con i risultati ottenuti;

- la capacità di sintetizzare, in maniera puntuale ed esaustiva, il lavoro effettuato ed i risultati raggiunti, entro il tempo assegnato per l’esposizione;

- la capacità di rispondere alle domande poste dalla Commissione in maniera spigliata e pertinente.

La lode può essere assegnata, su proposta del Relatore e con giudizio unanime della Commissione, solo per le tesi che risultino a giudizio della Commissione di alta qualità.

Lo svolgimento degli esami finali di Laurea Magistrale è pubblico, così come pubblico è l’atto della proclamazione del risultato finale.

La modalità di svolgimento degli esami finali prevede la presentazione della tesi, anche mediante supporto multimediale, e una discussione anche con domande rivolte allo studente.

I tempi concessi per la presentazione e la discussione devono essere uguali per tutti i candidati e per tutte le sedute di laurea, indipendentemente dal numero dei candidati stessi.

Al termine della prova finale la Commissione di Laurea comunica il voto.

Lo studente che intenda ritirarsi dalla prova finale per il conseguimento della Laurea Magistrale deve manifestarlo alla Commissione prima che il Presidente lo congedi al termine della discussione della tesi.

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Archivio Offerta Didattica

Seleziona l'anno accademico per consultare le schede corso in archivio.