Prospettive
Sbocchi occupazionali e prospettive di lavoro
Gli sbocchi occupazionali e le attività professionali del Corso di Laurea triennale in Consulente del Lavoro e Scienze dei servizi giuridici sono molteplici e si diversificano in relazione al curriculum prescelto.
I laureati acquisiscono una professionalità immediatamente spendibile nel mercato del lavoro  ed in particolare possono svolgere attività lavorativa come dipendenti o in regime di libera professione in ambito giuridico-amministrativo pubblico e privato, nelle amministrazioni, nelle imprese, nel terzo settore, nelle organizzazioni internazionali, ed in generale nell’ambito dei servizi giuridici, quali funzionari statali, regionali e degli enti pubblici, operatori giuridici di impresa e collaboratori di varie figure professionali operanti in campo giuridico ed economico, nonché quali operatori nel settore delle investigazioni private.

Consulente del lavoro
Conclusa la formazione accademica e conseguito il titolo universitario, l’aspirante consulente del lavoro deve svolgere un periodo di praticantato (tirocinio obbligatorio) di 18 mesi e sostenere l’esame di stato. Esiste anche la possibilità di anticipare il tirocinio professionale durante l’ultimo anno di università.
Gli sbocchi occupazionali si articolano nelle attività professionali del consulente del lavoro, rivolte al controllo di gestione dell’intero ciclo di un rapporto di lavoro: non solo la sua definizione ed evoluzione, ma anche tutti gli aspetti contabili, economici, giuridici, assicurativi, contributivi, fiscali, previdenziali e sociali.
L’ambito professionale comprende:

  • gestione delle pratiche connesse alla creazione, definizione ed evoluzione di un rapporto di lavoro;
  • consulenza e assistenza nelle relazioni e nei rapporti aziendali ( contratti, convenzioni) di carattere obbligatorio, tipico ed atipico;
  • tenuta del libro paga e dei prospetti paga, calcolo dei contributi Inps, Inail e delle altre casse di previdenza;
  • studio e gestione dei criteri e delle modalità di retribuzione;
  • selezione e ricerca del personale;
  • sicurezza ed igiene sul lavoro;
  • consulenza informatica di organizzazione aziendale;
  • consulenza in materia ambientale;
  • consulenza tecnica d'ufficio e di parte.
E ancora, il consulente del lavoro assiste e rappresenta un’impresa in tutte le eventualità di contenzioso, per esempio di natura tributaria, oppure nelle vertenze extragiudiziali, avviando conciliazioni e arbitrati derivanti dai rapporti di lavoro, dipendente e autonomo.
Inoltre, i Consulenti del Lavoro possono rivestire la carica di sindaco nelle società commerciali, possono concorrere alla lotta al riciclaggio ed essere commissari liquidatori in enti cooperativi.
I Settori di intervento che interessano il Consulente del Lavoro sono:
Industria e Artigianato - Commercio e Servizi - Turismo - Edilizia Cooperative - Lavoro in agricoltura - Lavoro dello spettacolo - Lavoro sportivo - Lavoro domestico - Lavoro a domicilio -  Lavoro all'estero - Lavoratori stranieri - Dirigenti d'azienda  - Giornalisti  -  Enti Pubblici Territoriali.

Operatore giuridico di Impresa
L'operatore Giuridico di Impresa diviene un professionista che impiega le conoscenze acquisite nel settore giuridico, economico ed informatico in modo da soddisfare le esigenze del mondo delle imprese private, anche multinazionali e sovranazionali o appartenenti al "terzo settore". In particolare, svolge le funzioni di consulenza e di amministrazione attiva all’interno delle imprese,  può altresì accedere all'attività di mediatore civile e commerciale.
I possibili sbocchi professionali riguardano i seguenti ambiti: settori legale, contrattualistica, controllo e gestione d’impresa, contabilità e bilancio, gestione del personale, tributario,  industriale, commerciale e assicurativo.
Il laureato è in grado di: a) scegliere la forma giuridica più idonea per avviare un'impresa, concludere i contratti per l'approvvigionamento dei beni e dei servizi, concludere i contratti per la vendita di beni e servizi, etc.; b) registrare l'attività presso gli uffici competenti; ottenere una partita IVA; assumere i propri dipendenti, individuare la misura del capitale necessario; scegliere le proporzioni più vantaggiose fra capitale proprio e capitale di terzi; pianificare la propria attività dal punto di vista economico-finanziario; attivare un sistema adeguato di controlli di solvibilità ed economicità; riorganizzare i fattori della produzione in funzione del cambiamento delle istanze del mercato; c) utilizzare la tecnologia, soprattutto informatica, come fattore produttivo; utilizzare la tecnologia per l'approvvigionamento delle materie prime e/o per la vendita e distribuzione dei propri prodotti e/o servizi (e-procurement, e-commerce, etc.).

Operatore giuridico delle Amministrazioni Pubbliche
I laureati possono partecipare ai concorsi pubblici che richiedono una laurea nella classe dei Servizi Giuridici, possono trovare collocazione all'interno di enti ed imprese pubbliche e nelle associazioni sindacali ed imprenditoriali di categoria come figure incaricate della trattazione dei profili giuridici che non richiedono la laurea magistrale.
Gli sbocchi occupazionali comprendono l’inserimento nel settore della Pubblica Amministrazione in qualità di operatore della P.A. (dipendente pubblico che ricopre posizioni di responsabilità e capace di fornire consulenze giuridiche) e in ambito giudiziario (cancellieri e ufficiali giudiziari e collaboratori giudiziari che prestano l’attività lavorativa negli uffici giudiziari e nelle strutture carcerarie).

Scienze delle Investigazioni private
I laureati saranno dotati di competenze necessarie per poter intraprendere la  professione di investigatore privato o informatore commerciale.
Per diventare investigatore privato titolare di istituto è necessario un periodo di almeno tre anni di pratica presso un investigatore privato autorizzato da almeno cinque anni, che deve dare un parere positivo sul periodo di collaborazione. La preparazione acquisita consentirà inoltre al laureato di poter svolgere la propria attività anche presso organizzazioni private e imprese che operino nei settori della investigazione e della sicurezza o che per specifiche esigenze logistiche e/o funzionali, necessitano dell’assistenza di esperti in grado di elaborare, organizzare e gestire soluzioni idonee a soddisfare quelle esigenze (società di assicurazione, banche, aeroporti, porti e in tutti i contesti dove necessita un sistema di sicurezza a tutela del cittadino e dell’ impresa).
Gli sbocchi occupazionali ricomprendono la titolarità e gestione di istituti investigativi e le attività di collaborazione professionale nel campo delle investigazioni private.
In particolare gli investigatori possono svolgere:

  • indagini in ambito privato volte alla ricerca e all’individuazione di informazioni richieste dal privato cittadino, anche per la tutela di un diritto in sede giudiziaria, con riferimento ai rapporti familiari, matrimoniali, patrimoniali e alla ricerca di persone scomparse;
  • indagini in ambito commerciale preordinate all’individuazione e all’accertamento delle cause che determinano, anche a livello contabile, gli ammanchi e le differenze inventariali nel settore commerciale,
  • indagini difensive volte all'individuazione dei mezzi di prova da far valere nell’ambito del processo penale;
  • perizie grafiche finalizzate all’accertamento della paternità di un qualsiasi manoscritto (firma, testo, assegni, testamenti) al fine di accertare l’autenticità di uno scritto o di una firma e di individuare la mano dell’autore del documento in verifica;
  • indagini in ambito assicurativo in materia di dinamica di sinistri, responsabilità professionale, risarcimenti sul lavoro, contrasto dei tentativi di frode a danno delle società di assicurazioni;
Tra i compiti dell’investigatore privato rientrano, analisi della scena del crimine; rilievi e repertamenti di tracce; tecniche di escussione di persone informate su fatti; analisi dei  tabulati telefonici, sistemi di bonifica ambientali, sistemi di geolocalizzazione satellitare; investigazioni in ambito aziendale, commerciale, assicurativo e raccolta di informazioni commerciali.

Sbocchi professionali

Una volta completati i tre anni di studio necessari al conseguimento della laurea, sarà possibile operare nel settore della consulenza del lavoro sia come libero professionista, sia presso organizzazioni pubbliche e private, ed anche nel settore dei servizi giuridici.
Inoltre si potrà acquisre una competenza da spendere nell'ambito delle Pubbliche Amministrazioni, nonchè una professionalità specifica volta a tutelare gli interessi di natura giuridica dell'impresa in cui si opera o con la quale si collabora come giurista di impresa.
A ciò si aggiunga che, attraverso il curriculum in Investigazioni private si potranno acquisire capacità  di osservazione e indagine per reperire informazioni utili ai propri clienti e più precisamente: indagini e informazioni commerciali (produzione di rapporti informativi su persone, ditte o società); indagini in ambito privato (riguardanti questioni matrimoniali, sorveglianze, ricatti e molestie, lettere anonime, ricerche di persone scomparse ecc.); investigazioni industriali (controspionaggio e anti-sabotaggio industriale, contraffazione di marchi e prodotti, sorveglianze ecc.).

Parere delle parti sociali

Dato non disponibile

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Archivio Offerta Didattica

Seleziona l'anno accademico per consultare le schede corso in archivio.