• Profilo del Corso di Studio

    Lo studente del Corso di Studio magistrale in Civiltà letteraria dell’Italia medievale e moderna realizza un percorso di formazione approfondita sul duplice versante degli studi linguistico-letterari e filologici e di quelli storico-geografici e artistici, acquisendo competenze metodologiche, teoriche e critiche di tipo specialistico, che perfezionano e potenziano le conoscenze maturate con la laurea triennale di indirizzo letterario. L’articolazione del piano formativo si sviluppa sia a livello diacronico che diatopico, con un’attenzione alla tradizione latina e alle dinamiche linguistiche e culturali romanze e una prospettiva di studio comparatistico allargato alle diverse letterature extranazionali. Un’impostazione di tipo filologico guida il corretto approccio alla dimensione della testualità in tutte le sue forme. Il Corso di Studio struttura le proprie attività didattiche in lezioni, esercitazioni, corsi a scelta e tirocini. Possono inoltre essere previste esperienze di didattica in modalità e-learning. Per i requisiti di ammissione, si veda l'art. 5 del Regolamento didattico del Corso (in  Presentazione, Il corso di studio).

     

  • Attività formative

    Il piano formativo del Corso di Studio prevede 9 CFU da conseguire nell’ambito di ulteriori conoscenze linguistiche (CFU3), abilità informatiche e telematiche (CFU3) e tirocini formativi e di orientamento (CFU3).  Per favorire quest’ultima opportunità, in vista di percorsi professionalizzanti,  il Corso di Studio indirizza verso esperienze formative presso aziende o enti pubblici, con i quali attiva convenzioni, privilegiando soggetti ospitanti che possano rispondere in modo funzionale ai bisogni formativi peculiari del Corso, quali biblioteche, archivi, case editrici, istituti di istruzione superiore. Sono in atto, tra le altre, convenzioni con gli Archivi di Stato di Messina e Reggio Calabria, la Biblioteca Regionale Universitaria “Giacomo Longo” di Messina, la Fondazione Corrado Alvaro di San Luca (RC), l' Assessorato regionale per i Beni culturali, ambientali e l'Identità siciliana, e varie testate giornalistiche.

    La modulistica e la lista delle aziende ed enti convenzionati sia di Ateneo che di Dipartimento è reperibile alla pagina Aziende convenzionate 

  • Internazionalizzazione

    Il Corso di Studio favorisce e incoraggia la partecipazione degli studenti e dei docenti a programmi di mobilità  internazionale. Si avvale dei servizi offerti dall'Ufficio Relazioni Internazionali di Ateneo, che promuove forme di partenariato per attività di ricerca e di scambio formativo,  e ha come referente di Dipartimento per la mobilità internazionale il prof. Fabio Rossi, docente del CdS. Il Consiglio di Corso di studio può riconoscere come tirocinio curriculare eventuali attività svolte all’estero (all’interno del programma Erasmus Traineeships) e convalida agli studenti che hanno partecipato al programma Erasmus i CFU acquisiti, previo parere del referente della mobilità internazionale del Dipartimento e secondo le modalità stabilite dal Regolamento di Ateneo sul riconoscimento dei CFU maturati all’estero. Si suggerisce di tenersi costantemente aggiornati su opportunità, bandi e scadenze, attraverso la consultazione dei seguenti link:

    /international

    /dipartimenti/dicam/erasmus (con guida operativa: Check-list studenti)

     

  • Dopo la laurea

    Il Corso di Studio indirizza studenti in uscita e laureati verso le strutture di orientamento e supporto predisposte dall'Ateneo (vedi), con particolare riferimento al settore Alma laurea  e Job Placement, che offre informazioni sui servizi disponibili, sugli sbocchi professionali, sulle occasioni di formazione in contesti lavorativi e di sviluppo di percorsi di carriera 
    - Tra i profili  professionali che concorre a formare, il Corso di Studio prepara al Reclutamento nell'istruzione secondaria.
    Congiuntamente a quelli acquisiti nel percorso triennale, garantisce la dotazione di crediti per accedere a gran parte delle classi di concorso organiche all'indirizzo:
    A-11 Discipline letterarie e latino (ex 51/A); A-12 Discipline letterarie negli Istituti di istruzione secondaria di II grado (ex 50/A); A-13 Discipline letterarie, latino e greco (ex 52/A); A-22 Italiano, storia, geografia nella scuola secondaria di I grado (ex 43/A); A-23 Lingua italiana per discenti di lingua straniera (nuova classe)
    (Si veda la Tabella delle Nuove classi di concorso: denominazione, titoli di accesso, insegnamenti relativi: D.M. n. 259/2017; si veda anche D.P.R. n. 19/2016 con tabelle; per le classi di concorso pregresse:  D.M. n. 22/2005, con allegati per classe di concorso e per classe di laurea; D.M. n. 39/1998. Per l'acquisitizione dei 24 crediti necessari per accedere al Fit [Formazione iniziale e tirocinio] si veda   D. L.vo n. 59/2017; D.M. n. 616/2017 e Allegati.​ Nota prot. 29999 del 25/10/2017; e per le modalità di acquisizione attivate dall'Ateneo di Messina:  http://www.unime.it/it/slider/reclutamento-docenti-scuola-fino-al-3011-i... si consulti pure la pagina web dedicata al percorso  FIT:  http://www.unime.it/it/tfa)
    - Per informazioni su Master, Corsi di perfezionamento e Dottorati di ricerca:
    http://www.unime.it/it/laureati
     

  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti

Argomenti Correlati

Allegati

Archivio Offerta Didattica

Seleziona l'anno accademico per consultare le schede corso in archivio.