Image
economia master
SCIENZE ECONOMICHE E FINANZIARIE
Classe delle lauree magistrali in Scienze dell'economia
2 anni
MESSINA
Libero
INGLESE, ITALIANO

Il corso di laurea si presenta

Il corso di laurea in Scienze Economiche e Finanziarie (SEF)* si articola in un percorso interdisciplinare, basato su un primo anno che fornisce strumenti metodologici e analitici avanzati, mentre il secondo anno approfondisce le conoscenze economiche ed econometriche, con particolare riferimento agli aspetti della finanza.
Nel suo complesso, il corso di laurea SEF si propone di formare laureati dotati di:
- elevate capacità di analizzare i fenomeni economici, finanziari e creditizi nel contesto macroeconomico internazionale;
- un'approfondita conoscenza dei processi di intermediazione finanziaria e dei mercati dei capitali;
- strumenti avanzati matematico-statistici necessari per lo studio delle principali variabili economiche;
- adeguate conoscenze dei profili regolamentari e normativi degli intermediari e dei mercati finanziari.
Le competenze acquisite durante gli studi potranno consentire al laureato di proporsi sul mercato del lavoro come analista finanziario e project risk manager per imprese, banche e società di assicurazioni, con compiti relativi alla valutazione delle società, al supporto all'emissione di titoli di debito e di capitale sui mercati, alla valutazione del rischio di credito.

INFO CORSO

Struttura afferente:
Economia
Coordina:
MONICA MILASI
CFU:
120
Codice identificativo:
8833

Il piano degli studi

Anno di corso: 1
Obbligatori
Anno di corso: 2
Obbligatori
MATERIE A SCELTA (fra 0.5 e 8 CFU)
Anno di corso: 1
Obbligatori
Anno di corso: 2
Obbligatori
MATERIE A SCELTA (fra 0.5 e 8 CFU)
Anno di corso: 1
Obbligatori

Requisiti di ammissione

Titoli opzionali (a scelta tra i seguenti):
  • [L2] - Laurea di Primo Livello
  • [TSS] - Titolo di Scuola Superiore
  • [L1] - Laurea
  • [TSS] - Titolo di Scuola Superiore
  • [TS] - Titolo straniero

Obiettivi formativi

Status professionale conferito dal titolo.

Esperto in economia dei mercati finanziari Il Corso di laurea magistrale SEF, curriculum in Economia dei Mercati Finanziari, predispone all'esercizio di funzioni di elevata responsabilità in settori economici pubblici e privati, e in particolare: - nell'ambito economico-finanziario in imprese di assicurazione, enti previdenziali, banche, società di intermediazione e gestione del risparmio. - in società di consulenza. - in Amministrazioni pubbliche (nazionali, regionali, locali) e aziende pubbliche. Esperto in economia bancaria e degli intermediari finanziari Il Corso di laurea magistrale SEF predispone all'esercizio di funzioni di elevata responsabilità, in settori economici pubblici e privati. Il laureato magistrale in Scienze Economiche e Finanziarie può ricoprire posizioni di responsabilità presso banche, società di gestione del risparmio, intermediari mobiliari, compagnie di assicurazione. Può svolgere attività di consulenza presso società di servizi professionali in ambito finanziario, o di economista presso gli uffici ricerca di istituzioni finanziarie, istituti di credito e banche centrali.

Caratteristiche prova finale.

La prova finale consiste nella redazione, sotto la supervisione di un docente-relatore, di un elaborato scritto originale riguardante l'ambito di uno degli insegnamenti di cui lo studente abbia sostenuto l'esame. Per superare la prova finale lo studente deve dimostrare di aver acquisito, oltre ad una conoscenza avanzata del tema prescelto, anche autonoma capacità di apprendimento, comprensione e ricerca; la capacità di utilizzare correttamente la letteratura (anche internazionale), gestire, analizzare e presentare i dati; la capacità di esporre e di sostenere argomentazioni scientifiche in modo logico e coerente, dimostrando maturità nell'analisi, sintesi e organizzazione dei temi trattati. Per studenti del Curriculum in Economia dei Mercati Finanziari (Financial Markets), l'elaborato scritto dovrà essere redatto in Lingua Inglese e anche la dissertazione sarà in Lingua Inglese.

Conoscenze richieste per l'accesso.

Per quanto riguarda i requisiti curriculari all'accesso, il Regolamento didattico di CdS identifica i Corsi di laurea ad accesso diretto entro le Classi L-18, L-33 ed L-41. Per domande di iscrizione di candidati con laurea diversa da quelle ad accesso diretto, si farà riferimento all'acquisizione di CFU nelle aree economica, aziendale, giuridica, e statistico-matematica, come stabilito dal Regolamento didattico del CdS. Il Regolamento può prevedere fra gli elementi considerati nella verifica della preparazione personale anche li raggiungimento di un determinato voto nel conseguimento della laurea di primo livello. In ogni caso, ai sensi della normativa in materia, non è consentita l'immatricolazione ai corsi di laurea magistrale ai laureati a cui venga riconosciuto un debito formativo sul titolo di accesso. Il laureato a cui il CdS riconosce un debito formativo non potrà immatricolarsi al corso di laurea magistrale e dovrà acquisire i relativi crediti prima dell'immatricolazione attraverso l'iscrizione a Corsi singoli. La verifica dei requisiti di preparazione personale riguarderà il superamento di soglie minime di risultati in prove universitarie precedenti e autocertificate dal laureato che fa domanda di iscrizione. Fra i requisiti di accesso è richiesta, inoltre, la conoscenza dell'informatica e della lingua inglese almeno al livello B2. Conoscenze attestate dal superamento di esami universitari o dal conseguimento di certificazioni riconosciute a livello internazionale (es.ECDL, per le abilità informatiche, Trinity College London, University of Cambridge Local Examination Syndicate, etc., per l'abilità linguistica). Modalità e caratteristiche delle verifiche delle conoscenze richieste per l'accesso saranno definite entro il Regolamento didattico del CdS in coerenza con quanto previsto dal Regolamento didattico di Ateneo.

Titolo di studio rilasciato.

Laurea Magistrale in SCIENZE ECONOMICHE E FINANZIARIE

Obiettivi formativi specifici.

Il Corso di laurea magistrale in Scienze Economiche e Finanziarie (SEF) si propone di sviluppare un percorso formativo di elevata qualificazione in campo economico, finanziario e statistico. In particolare, il corso SEF offre un percorso che integra competenze economico-quantitative rispondenti alla crescente domanda di specialisti con competenze analitiche e operative di alto livello, con adeguate competenze giuridiche nell'ambito della regolamentazione del settore creditizio e dei mercati finanziari. Il tutto supportato dall'acquisizione di conoscenze avanzate della finanza aziendale e dei principi contabili. I laureati magistrali in SEF acquisiranno una solida conoscenza dei modelli e delle metodologie della scienza economica, sia nell'ambito della gestione dei rischi che in quello dell'interpretazione e previsione dell'andamento delle principali variabili macroeconomiche. Agli studenti si intende offrire un piano di studi sufficientemente flessibile per adattare il percorso accademico alle loro esigenze formative e ai differenti profili professionali cui il corso si indirizza. A questo scopo, il percorso formativo della laurea prevede due curricula, rispettivamente, in Economia Bancaria e degli Intermediari Finanziari ed Economia dei Mercati Finanziari (Financial Markets). Il primo anno di corso è comune ai due curricula con insegnamenti impartiti in Italiano. La differenziazione dei curricula si ha con l'accesso al secondo anno, dove lo studente può scegliere fra il curriculum Economia Bancaria e degli Intermediari Finanziari, caratterizzato da insegnamenti obbligatori in Lingua Italiana, e il curriculum Economia dei Mercati Finanziari (Financial Markets) con lezioni impartite in Lingua Inglese e l'obbligo del superamento degli esami, sempre in lingua Inglese. Entrambi i percorsi formativi saranno articolati prevedendo un giusto mix di discipline aziendali e gestionali e di discipline economiche e quantitative, nonché un'idonea proposta di discipline giuridiche. Sarà anche incentivato il ricorso ad attività seminariali di docenti ed esperti esterni all'Ateneo che approfondiscano argomenti specifici dei programmi di studio. Fra gli obiettivi formativi del corso è previsto il potenziamento della conoscenza linguistica in ambito economico (richiesta al Livello B2, per l'accesso al corso). A tale scopo, è inserito, tra le attività formative del primo anno (ulteriori conoscenze linguistiche art. 10, comma 5 lett.d) e comune ai due indirizzi, un corso di "Lingua Inglese per l'Economia e la Finanza" , specificamente calibrato sull'approfondimento del linguaggio tecnico dell'economia e della finanza. Nel primo anno di corso, comune ai due indirizzi, vengono fornite allo studente competenze nei tre ambiti caratterizzanti la Laurea LM56: -Ambito Economico che prevede insegnamenti finalizzati ad inquadrare il contesto macroeconomico in cui operano gli intermediari finanziari e le politiche monetarie e di regolamentazione pubblica (SECS-P/01) - Ambito giuridico, dove si inserisce il fondamentale contributo di analisi del contesto normativo e di regolamentazione dei mercati con taglio internazionale, che verrà apportato dall'insegnamento del SSD IUS/05. - Ambito Matematico-Statistico, che prevede insegnamenti nell'area della matematica finanziaria, dedicati ai principali modelli di valutazione attuariale del rischio nei mercati finanziari (SECS-S/06). Sono previsti inoltre insegnamenti finalizzati all'analisi quantitativa dei fenomeni economici e finanziari, con modelli avanzati nell'ambito della stima e della valutazione dell'influenza a medio-lungo termine di fattori socio-demografici su variabili di interesse per la previdenza e le assicurazioni. Tali insegnamenti sono attivabili nei settori disciplinari SECS-S/01 e SECS-S/04 (in alternativa, possono essere attivati nei settori SECS-S/03 e/o SECS-S/05). -Ambito Aziendale, che prevede insegnamenti nei SSD rilevanti per la gestione finanziaria delle imprese ( SECS-P/07) Al secondo anno, lo studente opta per uno dei seguenti due curricula: Curriculum - Economia Bancaria e degli Intermediari Finanziari -Il curriculum “Banca e Intermediari Finanziari “- si propone di approfondire: - le conoscenze sulla struttura, il funzionamento e la regolamentazione del settore bancario, delle imprese finanziarie e assicurative e delle banche centrali. - le competenze nell'impiego delle tecniche di valutazione dei rischi. - la capacità di valutare le strategie gestionali, le decisioni di portafoglio e le performance degli intermediari finanziari anche attraverso appropriati modelli di misura del rischio. - lo sviluppo di competenze nell'uso delle tecniche statistiche per la valutazione della qualità dei crediti e dei portafogli finanziari. Il percorso formativo è focalizzato sugli insegnamenti che fanno riferimento ai diversi profili dell'intermediazione bancaria, nelle quattro principali aree disciplinari: 1) Aziendale, che prevede insegnamenti nei SSD rilevanti per la valutazione dei rischi di mercato per le imprese operanti nel settore dell'intermediazione finanziaria e creditizia (SECS-P/11). 2) Economica, finalizzata ad analizzare gli effetti sulla crescita economica delle politiche monetarie e creditizie e della regolamentazione dei mercati finanziari e del settore del credito (SSD SECS -P03 e SECS-P/06); e, come approfondimento dei temi economici studiati nel primo anno, l'analisi del contesto internazionale in cui operano gli intermediari finanziari e le banche centrali (SECS-P/02 ). 3) Giuridica, che prevede un insegnamento nell'ambito del diritto societario (IUS/04, inserito fra le affini e integrative), per l'analisi degli aspetti giuridici del rischio di impresa e dei rischi di deterioramento dei crediti. 4) Matematico-Statistica, per l'approfondimento della valutazione e la stima di indicatori di qualità delle aziende che operano nell'ambito dell'intermediazione (SSD SECS-S/01 presente fra le materie affini e integrative, in alternativa, possono essere attivati i settori SECS-S/03 e/o SECS-S/05). Curriculum - Economia dei Mercati Finanziari (Financial Markets) Il curriculum Economia dei Mercati Finanziari (Financial Markets) è dedicato allo studio dell'economia finanziaria nei suoi vari aspetti: quantitativo, gestionale ed economico, con l'approfondimento dei principali contenuti teorici e tecnici. Ulteriore finalità è quella di migliorare la padronanza dell'Inglese per eliminare gli ostacoli linguistici che frequentemente si incontrano in ambito finanziario per i laureati. A tale scopo, gli insegnamenti del Curriculum (previsti nel piano di studi al secondo anno del Corso di Laurea) saranno impartiti in Inglese e, sempre in Inglese, dovranno essere sostenuti i relativi esami, oltre che la dissertazione all'esame finale. Nello specifico, il curriculum Economia dei Mercati Finanziari (Financial Markets) si propone di: • (Area Economica) Approfondire le problematiche economiche che sono maggiormente legate al funzionamento dei mercati: moral hazard, adverse selection, economia monetaria, internazionale, comportamentale, dello sviluppo sostenibile e dei mercati emergenti (SSD SECS-P/02). Approfondire le conoscenze della modellistica econometrica applicata al contesto economico e alla funzione di analisi dei mercati finanziari (SSD SECS-P05). • (Area Aziendale) Approfondire i temi riguardanti la gestione del portafoglio e degli strumenti derivati (SECS-P/11), le tematiche dell'Accounting in un contesto internazionale (SECS-P07) oltre che della finanza comportamentale e della finanza aziendale (SSD SECS-P/09, inserito fra le materie affini e integrative). • (Area Statistica) Sviluppare le competenze econometrico-statistiche per l'uso di strumenti di calcolo e per identificare le tendenze dei mercati e la volatilità di prezzi e rendimenti (SSD SECS-S01). In aggiunta, fra le Materie Affini e Integrative, è introdotto un insegnamento specifico sulle metodologie statistiche per la valutazione e la previsione degli effetti di politiche o di particolari comportamenti da parte degli agenti (SSD SECS-S/01, in alternativa, SSD SECS-S/03 o SECS-S/05).

Descrittori di Dublino: I - Conoscenza e capacità di comprensione

I laureati del Corso SEF acquisiscono conoscenze e sviluppano capacità di comprensione nelle aree specifiche della teoria e politica economica, dei metodi quantitativi e dell'economia aziendale, finalizzata all'analisi dei mercati finanziari e dell'intermediazione creditizia. Il tutto supportato da adeguate conoscenze giuridiche di diritto finanziario e societario. Il raggiungimento degli obiettivi formativi qualificanti viene perseguito attraverso insegnamenti di carattere economico, aziendale, quantitativo, giuridico e del linguaggio tecnico Inglese in ambito economico-finanziario. Insegnamenti impartiti con lezioni frontali, esercitazioni e applicazioni in laboratorio informatico. Vengono promosse, inoltre, iniziative seminariali con studiosi ed esperti provenienti dal mondo del lavoro e delle professioni, nelle quali lo studente deve essere parte attiva. La verifica dei risultati raggiunti avviene, non solo attraverso le prove di esame negli appelli ufficiali, ma anche tramite prove in itinere promosse dai docenti nei singoli insegnamenti.

II - Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Le conoscenze teoriche e pratiche acquisite e l'analisi di casi studio permetteranno allo studente di: - analizzare situazioni di rischio ed incertezza nel campo della finanza, e di valutare il rischio connesso all'attività creditizia nel settore bancario; - operare efficacemente nella gestione delle imprese, anche in contesti sovranazionali. Tali attitudini verranno acquisite attraverso lo studio di casi pratici ed esercitazioni. con competenze pratico-operative relative al al rilevamento e al trattamento dei dati pertinenti l’analisi economica nei suoi vari aspetti applicativi a sostegno di giudizi che includono la riflessione su fenomeni socio-economici. A questo proposito, il laureato deve mostrare al termine del percorso di formazione di saper relazionare e dissertare con chiarezza su casi studio a contenuto teorico-pratico, adottando un adeguato linguaggio tecnico che, ove occorra, richiede la padronanza della lingua inglese. La verifica dell'acquisizione della capacità di applicare le conoscenze avverrà attraverso le prove di esame a contenuto pratico, come l'analisi statistico-econometrica condotta su dataset specifici e, infine, con la dissertazione della prova finale, nel corso della quale il laureando deve anche dimostrare la capacità acquisita di analizzare e risolvere problemi concreti.

III - Autonomia di giudizio

I laureati in Scienze Economiche e Finanziarie acquisiscono abilità e competenze avanzate relative: - a capacità autonome di analisi critica dei processi economici e finanziari; - alla selezione delle fonti statistiche più appropriate inerenti l'area economico-finanziaria e autonoma valutazione della loro qualità. - alla riflessione critica sul funzionamento dei sistemi economico-sociali e capacità di giudizio sugli stessi. - alla capacità di valutare le conseguenze giuridiche delle azioni connesse alla gestione dei crediti e all'attività di intermediazione in genere Gli strumenti per il conseguimento di tali obiettivi formativi consistono nell'analisi di casi studio specifici per la soluzione dei quali lo studente deve dimostrare di avere sviluppato un'adeguato spirito critico e la capacità di confrontare metodologie differenti. La verifica dell'acquisizione di un adeguato spirito critico avviene attraverso le prove d'esame a contenuto teorico-pratico e, soprattutto, attraverso la valutazione della dissertazione nell'esame finale.

IV - Abilità comunicative

Alla fine del corso di studio i laureati magistrali saranno in grado di: - comunicare accuratamente informazioni, idee, problemi e soluzioni in forma scritta ed orale a interlocutori specialisti e non specialisti; - confrontarsi con colleghi e interlocutori, specialmente nell'elaborazione di progetti di gruppo; - utilizzare in modo avanzato il linguaggio delle discipline economiche, finanziarie e quantitative. - esprimersi correttamente in lingua inglese, in particolare con riferimento a tematiche economiche e finanziarie. - scrivere e presentare rapporti divulgativi o tecnici, anche in lingua inglese; Gli strumenti che consentono lo sviluppo delle abilità comunicative consistono nella preparazione di relazioni e documenti scritti e la successiva presentazione orale, anche in occasione delle iniziative seminariali. L'acquisizione di tali abilità viene verificata sia in sede di esame, sia all'atto della discussione per la prova finale.

Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione.

ITALIANO, INGLESE

V - Capacità di apprendimento

Il corso di laurea magistrale SEF fornisce allo studente le abilità avanzate e specialistiche utili allo studio autonomo dell'economia, della finanza e della statistica, sia dal punto di vista teorico che da quello empirico-quantitativo. Alla fine del proprio percorso di studio, il laureato magistrale avrà acquisito la padronanza dei saperi necessari ad affrontare in modo adeguato studi post-laurea in campo economico, finanziario e matematico-statistico. Gli strumenti per il conseguimento di tale preparazione da parte dello studente consistono, oltre che nella consuetudine allo studio, anche nelle attività formative di supporto alla preparazione degli esami e della prova finale. La verifica dell'acquisizione di una preparazione adeguata avviene, oltre che nelle prove di esame teorico-pratiche, anche nel corso della partecipazione attiva dello studente a iniziative seminariali di approfondimento e, ovviamente, anche all'atto della dissertazione nell'esame finale.

Competenze associate alla funzione.

Esperto in economia dei mercati finanziari Il laureato magistrale in Scienze Economiche e Finanziarie del curriculum in Economia dei Mercati Finanziari acquisirà competenze : - tecniche nell’analisi economica di variabili finanziarie; - tecnico-scientifiche nell’analisi economica a livello macroeconomico o settoriale; - tecnico-metodologiche nell’utilizzo e interpretazione di dati attraverso la gestione di data set in ambito finanziario; - tecnico-giuridiche nell’analisi degli effetti della regolamentazione dei mercati; - linguistiche in ambito economico-finanziario Esperto in economia bancaria e degli intermediari finanziari Il laureato magistrale in Scienze Economiche e Finanziarie del curriculum in Economia Bancaria e degli Intermediari Finanziari acquisirà competenze: - tecnico-giuridiche nella valutazione del rischio di impresa; - tecnico-metodologiche nelle analisi di settore; - tecnico-scientifiche nell’analisi territoriale dei mercati finanziari e creditizi; -economico-giuridiche nell’analisi degli effetti della regolamentazione sul mercato del credito.

Funzione in contesto di lavoro.

Esperto in economia dei mercati finanziari l'approfondita preparazione in campo economico e statistico consentirà ai laureati magistrali in Scienze Economiche e Finanziarie, segnatamente per coloro che avranno scelto il curriculum "Economia dei Mercati Finanziari (Financial Markets)" di svolgere funzioni direttive in vari contesti lavorativi, pubblici e privati, sia nazionali che internazionali. In particolare, il laureato potrà svolgere le funzioni di analista, trader, gestore di portafoglio, risk manager presso banche, società di gestione del risparmio, compagnie di assicurazione. Potrà svolgere le funzioni di manager nella direzione finanziaria e di tesoreria, presso imprese industriali, commerciali e di servizi; o di economista presso gli uffici ricerca di istituzioni finanziarie, centri di ricerca pubblici e privati, istituti di statistica e banche centrali. Esperto in economia bancaria e degli intermediari finanziari I laureati del curriculum Economia Bancaria e degli Intermediari Finanziari potranno occupare ruoli di responsabilità nelle funzioni di ricerca e analisi, nella consulenza o nella struttura manageriale di banche, Imprese di intermediazione finanziaria. La collocazione nel mondo del lavoro e delle professioni del laureato magistrale in Scienze Economiche e Finanziarie è in posizione di responsabilità operative negli uffici studi di organismi e di enti di ricerca, nazionali e internazionali; in banche, intermediari finanziari, compagnie assicurative.