Offerta Didattica

 

[2015/2016] - SCIENZE, TECNOLOGIE E SICUREZZA DELLE PRODUZIONI ANIMALI

Classe: 
L38
Ordinamento: 
2016
Codice Corso: 
2015
Sede: 
Dipartimento di Scienze Veterinarie - Università degli Studi di Messina
Anno Accademico: 
2017
Coordinatore: 

Prof.ssa Maria Beatrice Levanti

Lingua: 
italiano

Prova finale

 
Per essere ammessi alla discussione della prova finale occorre aver acquisito tutti i CFU previsti nel piano di studio del corso, relativi ad esami, idoneità e verifiche della frequenza, per un totale di 176 CFU, in considerazione del fatto che le attività formative relative alla preparazione della prova finale per il conseguimento del titolo prevedono l'acquisizione di 4 CFU.
Le attività inerenti la prova finale consistono nella elaborazione di uno studio su un tema di rilevante interesse per il settore; in particolare, l'elaborato sarà sviluppato su un argomento teorico-pratico attinente alle produzioni animali. La tipologia di tesi può essere sperimentale o compilativa, ma, in ogni caso, deve possedere requisiti di originalità. La scelta dell'argomento inerente all'elaborato è effettuata dal laureando in funzione dei propri interessi scientifici e professionali e della tipologia delle attività di ricerca e sperimentazione svolte dai docenti del Dipartimento.


Requisiti

Dato non disponibile

Obiettivi

Il corso di laurea in Scienze, tecnologie e sicurezza delle produzioni animali ha l'intento di formare laureati in possesso di specifiche competenze tecnico-professionali, nel settore dell'allevamento degli animali da reddito, nella conduzione e gestione economica delle aziende zootecniche e nella sicurezza e qualità delle produzioni animali derivate.
L'obiettivo formativo principale del corso è quello di creare una figura professionale, capace di proporre innovazioni finalizzate alla produzione di alimenti di origine animale di elevato valore nutrizionale, dietetico e sensoriale per garantire ai consumatori la correttezza, l'igiene e la sicurezza della filiera delle produzioni animali.
L'organizzazione didattica del percorso formativo prevede, nei tre anni del corso, cicli di lezioni semestrali teorico-pratiche da tenersi in aula, attività pratiche, da svolgere in parte presso i laboratori e le strutture disponibili del Dipartimento di Scienze Veterinarie dell' Università di Messina ed in parte presso le strutture in convenzione con il Dipartimento di Scienze Veterinarie quali aziende zootecniche, industrie mangimistiche, laboratori di analisi degli alimenti zootecnici e dei prodotti di origine animale, aziende di trasformazione degli alimenti di origine animale, stabilimenti di macellazione, ecc.. Sono previsti, inoltre, stage, tirocini e periodi di formazione professionali in aziende del settore. Il laureato deve essere, inoltre, in grado di utilizzare correntemente la lingua Inglese, in forma scritta e orale, e dimostrare di avere una buona padronanza della terminologia specifica di competenza, utile per lo scambio internazionale di informazioni

Risultati

In relazione alla presente area, il laureato conoscerà e comprenderà:

  1. I principali strumenti fisico-matematici in grado di descrivere la realtà ed i fenomeni fisici.
  2. I concetti di base della chimica della materia vivente a partire dalle sue basi propedeutiche, con particolare attenzione alla chimica dei composti del carbonio, alla struttura e reattività delle più importanti molecole di interesse biologico.
  3. Le principali vie metaboliche degli zuccheri, dei lipidi e delle proteine e i loro punti di interconnessione e le loro regolazioni.
  4. I metodi di selezione genetica nell'ambito delle produzioni animali approfondendo i meccanismi genetici che li regolano e le tecniche di indagine utili ad una loro migliore comprensione.
  5. L'organizzazione strutturale e funzionale della cellula e dei tessuti e degli organi degli animali da reddito.
  6. I meccanismi della fisiologia dei processi metabolici e di controllo integrato delle attività dell’organismo animale. I meccanismi funzionali di adattamento, istinto e apprendimento e le basi del comportamento sociale, alimentare e riproduttivo, per arrivare alla comprensione dei comportamenti peculiari delle specie di interesse zootecnico.
  7. I concetti principali di testi in inglese su argomenti sia concreti che astratti, comprese le discussioni tecniche sul campo di specializzazione.

Sbocchi professionali

Il titolo di laureato in Scienze, tecnologie e sicurezza delle produzioni animali potrà essere conferito a studenti che siano capaci di applicare le proprie conoscenze utilizzando le metodiche disciplinari di indagine, dimostrando un approccio professionale al proprio lavoro e dimostrando di saper finalizzare le conoscenze alla soluzione dei molteplici problemi applicativi dei settori delle produzioni animali e della sicurezza alimentare; inoltre siano in grado di utilizzare efficacemente in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre all'italiano, nell'ambito specifico delle scienze, delle tecnologie e della sicurezza delle produzioni animali, per lo scambio di informazioni.
I risultati attesi potranno essere conseguiti grazie alla frequenza delle lezioni frontali, alla partecipazione a visite guidate distruzione e ai seminari di approfondimento svolti durante il corso d'insegnamento. I risultati potranno altresì essere verificati attraverso prove in itinere, test di verifica anche non oggetto di valutazione finale, prove d'esame orali, prove d'esame scritte.
 
Responsabile zootecnico di allevamenti di animali da reddito, con particolare riferimento alla gestione igienica e qualitativa dei ricoveri, al benessere animale, alla selezione ed al management dei riproduttori, alla organizzazione dei flussi produttivi, ecc.;
Tecnico mangimista presso allevamenti di animali da reddito, con particolare riferimento alla pianificazione e gestione della razione in funzione della specie, dell’età, delle attitudini produttive, dello stato fisiologico, ecc.;
Tecnico specializzato nel comparto dell’industria mangimistica;
Responsabile di produzione nelle industrie degli alimenti di origine animale con particolare riferimento alla organizzazione dei flussi produttivi, alla corretta applicazione e gestione di opportune tecnologie di processo, al monitoraggio dei parametri di produzione, alla gestione della documentazione inerente le tecnologie di produzione;
Responsabile qualità delle industrie degli alimenti di origine animale, con particolare riferimento alla stesura e gestione delle procedure inerenti il sistema HACCP, i sistemi volontari della Gestione della Qualità (ISO 9000), i sistemi IFS/BRC, i sistemi volontari di Certificazione della Rintracciabilità (ISO 22005) e della Sicurezza Alimentare (ISO 22000), i sistemi di Certificazione DOP, IGP ed STG;
Tecnico per la pianificazione e realizzazione della filiera zootecnica e delle innovazioni del settore delle produzioni animali, con riferimento alla individuazione ed utilizzazione degli strumenti di programmazione regionale, nazionale e comunitario a sostegno di soggetti pubblici e per lo sviluppo delle aziende della filiera agrozootecnica anche in ambito innovazione e trasferimento tecnologico.
Tecnici di laboratorio per qualità degli alimenti zootecnici e di origine animale, per la formazione a vario titolo e livello di tecnici con capacità di utilizzo di tecnologie nuove in ambito analitico a supporto della filiera agrozootecnica e della sicurezza alimentare.
 
2.  Gli sbocchi professionali di cui pertinenti al CdL in oggetto sono sintetizzabili nelle seguenti categorie di cui ai Codici INSTAT:
Tecnici della preparazione alimentare - (3.1.5.4.1)
Tecnici della produzione alimentare - (3.1.5.4.2)
Zootecnici - (3.2.2.2.0)
Tecnici dei prodotti alimentari - (3.2.2.3.2)

Parere delle parti sociali

Dato non disponibile