Offerta Didattica

 

[3035/2015] - SCIENZE GASTRONOMICHE

Classe: 
L-26
Ordinamento: 
2015
Codice Corso: 
3035
Sede: 
MESSINA
Anno Accademico: 
2017
Coordinatore: 

Prof. Giacomo Dugo

Lingua: 
italiano
Regolamenti: 
Laboratori e Aule Informatiche: 
Biblioteche: 

Prova finale

La prova finale obbligatoria consentirà allo studente di acquisire 5 CFU. Essa consisterà nella esposizione e discussione, in seduta pubblica, da parte dello studente, seguito da un tutor, dei risultati di un progetto di ricerca attinente le tematiche del Corso di Laurea o di un elaborato connesso con le attività svolte durante il tirocinio in un'impresa, in un ente pubblico, in un laboratorio di ricerca o in uno studio professionale operanti in settori inerenti le finalità del Corso di Laurea in Scienze gastronomiche. L'elaborato finale verrà illustrato nella seduta di Laurea. La prova finale rappresenta il completamento del percorso di apprendimento dello studente. Con essa infatti è possibile verificare le capacità espositive del laureando, il suo grado di padronanza delle studi compiuti e la capacità di sviluppare o un progetto di ricerca o un elaborato connesso con il tirocinio o ad una attività di laboratorio. Per il conseguimento della laurea l'allievo, a conclusione del percorso formativo e dopo aver acquisito i 175 CFU previsti per tutte le altre attività formative dall'ordinamento didattico, deve sostenere un esame individuale di laurea davanti ad una Commissione giudicatrice. Il superamento dell'esame di laurea darà luogo all'accreditamento degli ulteriori 5 CFU.


Requisiti

Per essere ammesso al Corso di Studi occorre aver conseguito un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito anche all’estero, riconosciuto idoneo ai sensi delle leggi vigenti e in conformità a quanto previsto dal Regolamento Didattico d’Ateneo. Si richiedono conoscenze a livello di scuola media superiore di Matematica, Biologia, Chimica e Fisica, nonché una buona cultura generale, capacità di ragionamento logico e di comprensione verbale.

Obiettivi

Il Corso di Laurea si pone l'obiettivo di preparare laureati che abbiano buone conoscenze di base nei settori della matematica, fisica, chimica e biologia. Le conoscenze acquisite in questi settori, che prevedono sia lezioni frontali che esercitazioni, hanno il duplice obiettivo di fornire un bagaglio culturale di base e dall'altro fornire le fondamenta su cui poi si svilupperanno le tematiche tipiche del sistema agroalimentare.
Inoltre il laureato in Scienze Gastronomiche deve possedere buone conoscenze relative alla composizione chimico-fisica degli alimenti e alle caratteristiche organolettiche e nutrizionali degli stessi. Il laureato deve avere nozioni sui principi dell'alimentazione umana e sulle errate abitudini alimentari, che possono minare il benessere dell'uomo. Il laureato deve avere nozioni sulla legislazione alimentare e sanitaria nazionale e comunitaria sempre in riferimento agli alimenti. Deve ancora essere in grado di esaltare il legame tra la gastronomia e il territorio, laddove il turismo rappresenti una importante risorsa economica.
Il Corso si prefigge anche di far raggiungere al laureato il livello B1/B2 nella lingua inglese e capacità di gestione dei sistemi informatici.

Risultati

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Il titolo di laureato in Scienze Gastronomiche potrà essere conferito a studenti che abbiano dimostrato di possedere un’adeguata conoscenza e capacità di comprensione delle discipline di base nei settori della matematica, fisica, chimica, biologia, orientate agli aspetti applicativi nel settore alimentare. In particolare il laureato:
- possiede le conoscenze di base relative alla composizione chimico- fisica degli alimenti e alle caratteristiche organolettiche e nutrizionali degli stessi;
- possiede nozioni sui principi dell’alimentazione umana e sulle errate abitudini alimentari;
- possiede conoscenze di carattere giuridico ed economico in riferimento al settore agroalimentare e alle filiere produttive.
I risultati attesi potranno essere conseguiti grazie alla frequenza delle lezioni frontali, alla partecipazione a visite guidate distruzione e ai seminari di approfondimento svolti durante il corso d’insegnamento. I risultati potranno altresì essere verificati attraverso prove in itinere, test di verifica anche non oggetto di valutazione finale, prove d’esame orali, prove d’esame scritte.
 
Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
Il titolo di laureato in Scienze Gastronomiche potrà essere conferito a studenti che siano capaci di applicare le proprie conoscenze utilizzando le metodiche disciplinari di indagine, dimostrando un approccio professionale al proprio lavoro e dimostrando di saper finalizzare le conoscenze alla soluzione dei molteplici problemi applicativi dei settori del sistema agroalimentare; inoltre siano in grado di utilizzare efficacemente in forma scritta e orale, almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre all’italiano, nell’ambito specifico delle scienze e tecnologie alimentari, per lo scambio di informazioni. I risultati attesi circa la capacità di applicare le conoscenze acquisite potranno essere conseguiti partecipando attivamente alle esercitazioni di laboratorio, alle esercitazioni di informatica e attraverso lo svolgimento del lavoro di tirocinio. I risultati potranno essere verificati attraverso la valutazione degli esiti delle esercitazioni, le prove d’esame, la stesura di elaborati, compresa la relazione di tirocinio. 
 
Autonomia di giudizio (making judgements)
Il titolo di laureato in Scienze Gastronomiche potrà essere conferito a studenti che siano capaci di raccogliere e interpretare dati, operativi e di laboratorio, nel campo di studi relativo al settore agro-alimentare, con particolare riferimento alla tecnologia alimentare, al controllo della qualità e della sicurezza degli alimenti freschi e trasformati, alla gestione dei sistemi di qualità integrata, alla gestione delle imprese di produzione, conservazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agroalimentari, anche dal punto di vista dell’impatto ambientale, traendo adeguate conclusioni, volte sia alla risoluzione di problemi tecnici, che alla riflessione su temi scientifici, etici e sociali. I risultati attesi potranno essere conseguiti grazie alla stesura di elaborati quali tesine su argomenti specifici e la relazione finale di tirocinio, grazie alla partecipazione ad attività di gruppo, visite guidate d’istruzione, convegni tecnico-scientifici e a seminari tecnici su argomenti specifici. La verifica dei risultati potrà avvenire attraverso la valutazione degli elaborati richiesti a fronte delle diverse attività e le prove d’esame scritte e orali.
 
Abilità comunicative (communication skills)
Il titolo di laureato in Scienze Gastronomiche potrà essere conferito a studenti che siano capaci di comunicare idee, informazioni, dati, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non specialisti.
I risultati attesi potranno essere conseguiti mediante attività di gruppo in cui sia richiesta l’esposizione di temi specifici, attraverso la preparazione di prove scritte e orali, mediante la preparazione di presentazioni con strumenti informatici. I risultati potranno altresì essere verificati con la valutazione delle capacità espositive durante le prove d’esame orali e nella stesura di elaborati.
 
Capacità di apprendimento (learning skills)
Il titolo di laureato in Scienze Gastronomiche potrà essere conferito a studenti che abbiano sviluppato capacità di apprendimento autonomo, necessario per intraprendere studi successivi di livello superiore. La capacità di apprendimento autonomo sarà potenziata e migliorata attraverso lo sviluppo dell’interazione con il docente e tra gli studenti nei lavori di gruppo, attraverso lo studio della lingua straniera (inglese) e scientifica in corsi specifici, mediante colloqui con i docenti laddove necessari o richiesti e attraverso le attività di tutorato. I risultati attesi, in termini di capacità di apprendimento, potranno essere verificati durante l’attività di tutorato mediante colloqui con lo studente, mediante la valutazione di idoneità alla lingua straniera, attraverso la valutazione degli esiti dei test di verifica. La formazione è orientata a fornire conoscenze e competenze operative e professionali nell’ambito agroalimentare con particolare riferimento alla produzione ed al controllo dei processi di trasformazione e conservazione dei prodotti alimentari, alla valutazione della qualità dei prodotti finiti, agli aspetti igienico-sanitari, alla ristorazione collettiva ed alla distribuzione alimentare, alla gestione delle linee di produzione e di ausilio alla progettazione degli impianti del settore.
 
 
 

Sbocchi professionali

Sulla base delle competenze acquisite durante il corso di studi il laureato in Scienze Gastronomiche rappresenta una figura professionale, la cui attività può svolgersi negli ambiti previsti dalla classe L-26 e cioè:
• il controllo dei processi di produzione, conservazione e trasformazione delle derrate e dei prodotti alimentari;
• la valutazione delle qualità e delle caratteristiche chimiche, fisiche, sensoriali e nutrizionali dei prodotti alimentari finiti, semilavorati e delle materie prime

• la preparazione e la somministrazione dei pasti in strutture di ristorazione collettiva, istituzionale e commerciali, ivi comprese quelle eno-gastronomiche.

Il Corso prepara alle professioni di:

• Tecnici addetti all'organizzazione e al controllo gestionale della produzione. -(3.3.1.3.0)
• Tecnici delle attività ricettive ed assimilati - (3.4.1.1.0)
• Tecnici dei prodotti alimentari - (3.2.2.3.3)
• Tecnici della vendita e della distribuzione - (3.3.3.4.0)
 

 

Parere delle parti sociali

Le organizzazioni rappresentative presenti riconoscono e dichiarano l'alto profilo di competenza conseguito dai laureati in Scienze Gastronomiche dell'Università di Messina, sia nell'ambito della ristorazione che del controllo nelle industrie agroalimentari; inoltre viene apprezzato lo spazio riservato nel piano di studio alle attività pratiche svolte in un grande laboratorio all'avanguardia per l'analisi degli alimenti e lo studio dei loro effetti sulla salute del consumatore. su domanda del Coordinatore, tutti i convenuti rispondono esprimendo parere favorevole circa il profilo di competenze del laureato in Scienze Gastronomiche. Il Coordinatore conclude l'incontro auspicando la formalizzazione di convenzioni con le aziende intervenute finalizzate all'attivazione di tirocini formativi pre e post laurea nonché di seminari per gli studenti del Corso di Laurea. Le organizzazioni rappresentative della produzione di beni e servizi, delle professioni presenti si rendono disponibili a concretizzare il dialogo nei prossimi mesi. Il Coordinatore evidenzia l'esigenza che la preparazione degli studenti deve essere sempre in sintonia con il mondo del lavoro e con le norme vigenti ed auspica che la collaborazione tra Ateneo, Ordini Professionali, forze sociali e produttive, possa divenire permanente al fine di migliorare le prospettive occupazionali.